Connect with us
Azzera la bolletta

Diritti umani

Atto di denuncia di Ira Mauritania per l’arresto in Senegal del dissidente Kemi Séba

Published

on

Tempo di lettura: 2 minuti

Il movimento contro la schiavitù in Mauritania chiede che sull’arresto di Kemi Séba sia il popolo africano a decidere, senza ingerenze della Francia

L’IRA-Mauritania (MOUVEMENT ABOLITIONNISTE EN MAURITANIE) invita il Presidente della Repubblica del Senegal, la prima democrazia nel continente, fonte di orgoglio per i combattenti del pluralismo e della tolleranza, a tutelare l’obiezione di coscienza e il dissenso. La reazione dell’Ira è la conseguenza dell’arresto per 24 ore di Kemi Seba da parte del governo senegalese, avvenuto per ordine della Francia. Il noto attivista si era ‘reso colpevole’ nei giorni scorsi agli occhi del presidente Macron per aver bruciato alcune banconote in Franchi CFA. Un arresto che “offende l’Africa intera. Il suo rilascio, opera di una magistratura coraggiosa, non è comunque sufficiente a risarcire un Continente offeso da decenni di sfruttamento economico e coloniale” commenta Ira.

Kemi Seba è un panafricanista, scrittore e saggista, nato a Strasburgo da famiglia senegalese,  che sin da giovanissimo ha cominciato a lottare per  un’Africa sovrana ed indipendente dai retaggi del colonialismo e del neocolonialismo. Ha fondato diversi movimenti panafricanisti, è membro delle Black Panthers . Tra i suoi scritti spicca Supranegritud, libro in cui invita la comunità africana all’emancipazione attraverso tre linee guida: autodeterminazione, anti-vittimizzazione e virilità popolare . Proprio in quest’ottica qualche giorno fa ha bruciato simbolicamente durante un comizio alcune banconote di Franco CFA, una moneta usata in quasi tutti i Paesi africani ex colonie francesi con un tasso di cambio fisso con l’Euro ed emessa a Francoforte, un invito ad una nuova era di indipendenza economica. Obbiettivo infatti di  Kemi Seba, fondatore di un forte movimento pro Africa,  è abbattere questo sistema monetario considerato uno strumento di sottomissione economica con cui l’Europa, in particolare la Francia, continua a depredare un intero continente acquistando materie prime a prezzi stracciati, tra cui  pietre preziose, legnami pregiati, petrolio ed uranio dai paesi della Françafrique.

Obbiettivi condivisi da IRA-Mauritania, che allibita dall’arresto del leader dell’organizzazione Panafricanist Emergencies, noto per il suo impegno per un’Africa indipendente, chiede che

  1. Le autorità giudiziarie del Senegal lo liberino incondizionatamente da qualsiasi accusa connessa alla distruzione simbolica delle banconote.
  2. Il giovane internazionalista sostenga, i suoi compagni in lotta e se stesso, nella loro emancipazione dinamica dei popoli dell’Africa, a partire dall’adozione di una moneta di integrazione.

 

Print Friendly, PDF & Email
Apollo Mini Fotovoltaico
Serratore Caffè