Connect with us
Azzera la bolletta

Arte & Cultura

Angelo Bottaro ed il mondo della pittura

Published

on

Tempo di lettura: 3 minuti

[AdSense-A]

 

Intervista al pittore Angelo Bottaro

Di Francesca Rossetti

senza-titolo-20

Angelo Bottaro è un bravissimo pittore d’adozione romana che ho conosciuto ad una mostra alla galleria Stefano Simmi ed ecco cosa ci racconta della sua bellissima arte.

Chi è Angelo Bottaro e come nasce la Sua passione per la pittura?

Architetto, pittore, docente ,nato a Siracusa.Per un lungo periodo ho portato  avanti  la tecnica del  bianco e nero con esposizioni a livello nazionale ed internazionale. Il sensibile bisogno di ricerca della luce ha operato una vera e propria metamorfosi col passaggio dal bianco e nero al colore: la pittura verso uno stile di distensiva luminosità e un abbraccio con la natura, con il paesaggio.

vecchio-borgo-50x40-olio-su-tela

Quali sono i Suoi soggetti preferiti ed i Maestri che segue?

Mi  definisco un pittore di emozioni r di sentimenti sempre  alla ricerca di  elementi tratti dalla realtà,’ Elementi che stimolano la mia sensibilita’ r prefigurano l:impianto pittorico.Ecco il soggetto che si delinea e si determina qualificando il rapporto con un figurativo ben delineato:  il paesaggio.Quali i maestri preferiti. l’amore per l’arte mi riporta al Rinascimento ma via via si arriva all,’Ottocento e  alla,’Impressionismo,con  Cézanne e Fattori con i Macchiaiolo,con opere sempre vitalizzate dalla luce , che mi affascinano e mi stimolano.”

Cosa cerca di comunicare con le Sue opere?

Penso che l’arte debba poter  parlare a tutti quale che sia l’espressione in  campo. Debba poter trasmettere al fruitore la possibilita’ di cogliere elementi che lo coinvolgano, che soddisfino o meno il suo  gusto. Pensiamo in particolare ad un dipinto,al punto che possa o meno produrre piacere e buon giudizio.Ciò io cerco con le mie opere: trasmettere interesse ma soprattutto emozioni che siano una risposta a quanto espresso con sensibilita’ e amore.”

Quali consigli si sente di dare ad un giovane che vorrebbe diventare pittore?

Ad un giovane che voglia inserirsi nel campo  dell’Arte, parliamo in particolare di pittura, campo e strada che io continuo curare e percorrere.Consiglio di prendere buona coscienza di due condizioni: l’artista che riesce a conciliare una attività remunerata con l’impegno legato nel caso particolare alla pittura o l’artista che
Viva di arte soltanto. Nell’uno e nell’altro caso entrano in campo   costante adesione alla propria vocazione e poi interesse, costanza nell’impegno, sacrificio e sempre amore per l’arte e nel proprio impegno.”

Quali Premi ha vinto durante la Sua carriera?

Sono numerosi i riconoscimenti a vario livello. Ne cito alcuni secondo i periodi e  contenuto:
1961:1 Premio per il bianco e nero Mostra Universitari Cattolici Roma.
1963:Medaglia d’argento “il sacro nell’Arte  e i giovani L’Agostiniana _ Roma
1992: Premio internazionale per le Arti Valori da valorizzare – Roma
1995: Primo Premio per la pittura – Accademia internazionale delle Arti Crai Banca Nazionale Agricoltura
1996 -1′ Premio internazionale ” le mie  preghiere di Giovanni Paolo II Palazzo Barberini
2005: Targa al merito  artistico – Trofeo Medusa Aurea A.I.A.M  < Roma”

Quali saranno le Sue prossime mostre?

Il quadro e’ ampio.Occorrera’ far mente locale per operare qualche scelta tenuti presenti altri impegni non legati a Mamma Arte.Tra le prossime la collettiva legata ad Arte Studio Tre sulla piazza Repubblica dal 28 settembre al 2 ottobre. Dal 28 ottobre al 1° novembre saro’ con i  Cento Pittori di Via Margutta cui sono  legato da Socio Ordinario da un bel ventennio. Ricevo inviti anche fuori  Roma un po’ da considerare.”

Print Friendly, PDF & Email
Apollo Mini Fotovoltaico
Serratore Caffè

Questo si chiuderà in 0 secondi