Connect with us
Azzera la bolletta

Arte & Cultura

“Medicina insolita per non medici”: a Merano presentazione del libro di Giorgio Dobrilla pubblicato da C1V Edizioni

Published

on

Tempo di lettura: 3 minuti

[AdSense-A]

 

Appuntamento domani 27 settembre presso la Sala civica. Evento organizzato da Asib con il patrocinio del Comune e della Provincia Autonoma di Bolzano-Alto Adige

copertina-di-_medicina-insolita-per-non-medici_-di-g

Appuntamento domani 27 settembre a Merano con “Medicina insolita per non medici. Argomenti trattati raramente in prima pagina”, il più recente libro scritto da Giorgio Dobrilla, primario gastroenteorolo emerito all’Ospedale di Bolzano con all’attivo numerosi altri volumi sempre nel segno della divulgazione scientifica. Il volume, pubblicato dalla casa editrice romana C1V Edizioni, prefazione di Piero Angela, sarà presentato dall’autore presso la Sala civica, in via Huber 8. L’evento, con inizio alle 17,30, è organizzato dall’Asib (Associazione di promozione sociale Invecchiare bene) ed è patrocinato dal Comune di Merano e dalla Provincia Autonomia di Bolzano-Alto Adige.  Il libro affronta numerosi argomenti, tra cui: il dibattito sui vaccini e sui falsi miti antivaccinisti, le bufale sul rapporto tra vaccini e autismo, l’abuso irragionevole di medicinali, i farmaci equivalenti (generici), l’abuso irresponsabile degli antibiotici, l’irragionevole successo di farmaci non validati. E ancora: il rapporto tra medicina e magistratura, il metodo Stamina, il testamento biologico, le terapie anticoncezionali, le terapie dimagranti, i trapianti d’organo. Inoltre, sempre per restare agli esempi, spazio al rapporto tra medicina e società: il ruolo preventivo dei medici per un possibile contrasto al femminicidio, il legame tra diseguaglianze, salute e longevità, la chirurgia negata a cinque miliardi di persone. Infine alcune curiosità per niente banali come le prospettive della medicina di genere che guarda al femminile, l’esclusione delle donne e dei bambini dagli studi clinici, il cancro nel cinema e nella realtà, le emergenze mediche durante i viaggi in aereo.  Medicina insolita per non medici” fa parte di “Scientia et Causa”, la collana di divulgazione scientifica di C1V Edizioni. Il giornalista Piero Angela, nella prefazione dichiara: “Conoscendo da tanto tempo ormai Giorgio Dobrilla non mi meraviglio di questo suo nuovo libro che come gli altri è centrato sulla informazione medica seria (o se si vuole contro la disinformazione. Anche in questo caso, ma più ancora delle altre volte, l’Autore scrive soprattutto per i lettori non medici, benché a mio parere anche non pochi di loro troverebbero nel volume notizie, precisazioni e riflessioni assolutamente interessanti […]”.  Insomma: il testo di Dobrilla è un’utile “guida” rivolta alla cittadinanza per fare chiarezza su tanti temi riguardanti la salute; temi che diverse volte, come sottolinea nell’introduzione lo stesso autore, “vengono trascurati, appena accennati, rapidamente accantonati e mai ripresi” dai giornali.  Questo volume – dichiara l’editrice di C1V Edizioni, Cinzia Tocci – è in linea con la nostra principale visione del libro e con la collana Scientia et Causa, per frenare oscurantismo e disinformazione, per la crescita individuale e sociale”.

About us

Le origini di C1V Edizioni risalgono al 2008, quando Cinzia Tocci fonda la casa editrice romana “Edizioni C’era una volta”, con un’idea che sarà una costante: il libro, come la fiaba, per la crescita personale e sociale. Da qui, ad esempio, i progetti a carattere benefico associati a diversi testi della collana C’era una volta Kids. “Tartarughe sorprese”, per dirne una, sostiene con i diritti d’autore l’Aila, associazione contro la malattia rara di Lafora; mentre “Il Sole nel Bauletto” e ancora “Tartarughe soprese” sono i libri portati in dono ai piccoli pazienti di diversi ospedali anche grazie alla solidarietà dei lettori nell’ambito dell’attività di clownterapia dell’associazione “Vip Applausi”

Print Friendly, PDF & Email
Apollo Mini Fotovoltaico
Serratore Caffè

Questo si chiuderà in 0 secondi