A Milano l’associazione H.S.O.S. ha organizzato il Pride della Donazione di Sangue

By 15 Giugno 2019Salute & Benessere

Nella Giornata Mondiale Donatori di Sangue H.S.O.S. (Ospedale Sacco Obiettivo Sangue Associazione di Donatori di sangue), mette in campo un tram per sensibilizzare la popolazione

Il tram della donazione di sangue, organizzato dall’associazione H.S.O.S. (Ospedale Sacco Obiettivo Sangue Associazione di Donatori di sangue), presieduta da Renato Dal Compare affiancato dalla vicepresidente Tiziana Chiusa, ha fatto il giro di Milano per sensibilizzare la popolazione sul tema della donazione. Un vero e proprio pride della solidarietà verso chi affronta gravi malattie, per dare significato ed operatività nella Giornata Mondiale Donatori di Sangue del 14 giugno. “ Il 2017 ha segnato un preoccupante cambio di rotta nella donazione di sangue – spiega Tiziana Chiusa vice presidente di H.S.O.S. ma anche di Lidu onlus Milano, con un impegno sociale su tutti i fronti, –  quello che più crea apprensione è un disinteresse delle giovani generazioni’. Da qui l’idea di un tram che, attraversando la città, ha visto l’esibizione di molti artisti che hanno catalizzato le attenzioni e realizzato riscontri positivi sul tema davvero impervio della donazione di sangue.

‘ Abbiamo bisogno di aumentare i donatori di sangue – ha detto Renato Dal Compare, presidente Associazione HSOS-Donatori di Sangue e componente del Tavolo Donatori di Regione Lombardia, – questa giornata è stata utile e ci auguriamo di invertire la tendenza negativa che si è affermata negli ultimi anni, perché donare il Sangue è un dovere civico e la Giornata Mondiale del Donatore di Sangue è importante non passi inosservata. Occorre più generosità e la riaffermazione del valore di essere una comunità unita e solidale nel bene”. La H.S.O.S. è un’ Associazione di volontariato che opera presso l’Unità Operativa di Ematologia e Medicina Trasfusionale dell’Ospedale Sacco di Milano dal 1994 e vi aderiscono oltre 4mila donatori di sangue volontari e pazienti affetti da patologie ematologiche assistiti presso il Day Hospital e l’Ambulatorio del SIMT. ‘Il tram dei donatori – ha concluso Tiziana Chiusa – non fa differenze etniche. Il sangue è rosso ed  è uguale per tutti e tutti sono invitati a donare”. Ed in effetti negli ultimi anni  le attività trasfusionali sono state oggetto di un’ampia revisione normativa, comunitaria e nazionale, con una programmazione regionale che ha visto la realizzazione di un percorso virtuoso grazie alla partecipazione di tutti gli attori coinvolti nel processo donazione-trasfusione: le Istituzioni, gli operatori sanitari e le associazioni di volontariato. I donatori inoltre, monitorati con rigore e quindi già beneficiari della migliore prevenzione medica, possono contare sul diritto al riposo dal lavoro nel giorno della donazione e scegliere giorno e ora per la donazione.

Numerosi gli artisti che si sono esibiti sul tram della donazione di sangue,  tra cui i Vigano’ Brothers, Barbara Fiorino, i Cantamilano , Enrico Beruschi,  Marisa Rampin , Roberto Brivio e l’argentino Marcelo Peppe, Wilma De Angelis , Guido Bastoni, Alessandra Ferrari, Grazia Maria Raimondi, Pecar, Paki, Alberto Anelli, Elisabetta Viviani, Claudio Damiani, Luca Virago e Franco Visentin.

Lascia un commento