CINETECA E ARENA DEL SOLE: SI RINNOVA LA COLLABORAZIONE

[AdSense-A]

 

Primo appuntamento giovedì 3 novembre alle 18, al Cinema Lumière, con LA MORTE E LA FANCIULLA DI ROMAN POLANSKI in occasione dello spettacolo  PURGATORIO CON LAURA MARINONI E DANILO NIGRELLI

senza-titolo-4

Emilia-Romagna Teatro Fondazione / Arena del Sole – e Cineteca di Bologna rinnovano la loro collaborazione dopo la felice esperienza delle due stagioni precedenti.

Anche quest’anno, infatti, in occasione degli spettacoli in cartellone al Teatro Arena del Sole, la Cineteca presenterà al Cinema Lumière alcuni film legati agli spettacoli stessi.

Nel mese di novembre l’attenzione si concentra su Ariel Dorfman saggista, giornalista e drammaturgo argentino-cileno impegnato nella difesa dei diritti umani, autore di Purgatorio spettacolo che inaugura la stagione 2016-2017 dell’Arena del Sole, che vede in scena, dal 10 al 13 novembre, Laura Marinoni e Danilo Nigrelli diretti da Carmelo Rifici.

Purgatorio è una pièce forte e intensa come La morte e la fanciulla, dello stesso Dorfman, da cui Roman Polanski trasse l’omonimo film di successo che viene presentato giovedì 3 novembre alle 18 al Cinema Lumière.

La morte e la fanciulla (Death and the Maiden, USA-Francia-GB/1995) di Roman Polanski (103′)

Un paese sudamericano uscito dalla dittatura militare. Una donna che è stata vittima di torture riconosce dalla voce l’uomo che l’ha seviziata e lo sequestra. Polanski mette in scena un confronto crudele e claustrofobico, in cui i ruoli sono ambiguamente rimessi in gioco. Trio di grandi attori, Sigourney Weaver, Ben Kingsley e Stuart Wilson nel ruolo del marito avvocato. La morte e la fanciulla è il lied di Schubert sulle cui note si svolgevano le torture.

Ariel Dorfman nasce in Argentina ma presto si trasferisce con i genitori in Cile. Dopo gli studi universitari tra Santiago e Berkley in California alla fine degli anni 60, diviene consigliere culturale del presidente Salvador Allende ma nel 1973, dopo il colpo di stato di Pinochet, viene costretto a lasciare il Cile. Durante l’esilio insegna in università come la Sorbona e l’Università di Amsterdam, denunciando con fermezza gli orrori della dittatura di Pinochet. Rientrerà in patria solo nel 1990 con il ritorno della democrazia, dividendosi tra Santiago e gli Stati Uniti dove, dal 1985, insegna letteratura e studi latino-americani alla Duke University in North Carolina.

La convenzione fra Arena del Sole e Cineteca prevede reciproche agevolazioni sui biglietti per Amici e Sostenitori della Cineteca e abbonati alla stagione teatrale.

Parte venerdì 4 novembre l’8° programma dei venerdì culturali 2016-2017 del teatrino della Casa delle AIE

[AdSense-A]

 

La prima iniziativa è dedicata a Grazia Deledda, premio Nobel per la letteratura e cittadina onoraria di Cervia, nell’ottantesimo della sua scomparsa.

senza-titolo-3

È un calendario di iniziative particolarmente ampio ed articolato quello che parte venerdì 4 novembre, alle ore 21, nel Teatrino della Casa delle Aie, a cura dell’Associazione Culturale Casa delle Aie Cervia.

Sono 20 gli appuntamenti culturali settimanali del venerdì, in grado di soddisfare varie esigenze culturali, che termineranno il 21 aprile 2017, aperti a soci e non soci, con ingresso gratuito. Le iniziative sono in programma nello storico teatrino della Casa delle Aie, che quest’anno si presenta ai nastri di partenza con un arredo interno rinnovato, a cura dell’Associazione Casa delle Aie.

Alla realizzazione delle iniziative collabora attivamente la gestione del Ristorante della Casa delle Aie, che fa capo ai fratelli Battistini. Ogni venerdì vengono anche presentate delle offerte particolari legate ai piatti della tradizione romagnola.

Il programma delle iniziative di novembre è il seguente:

4 novembre – È previsto un incontro culturale per rievocare l’ottantesimo anniversario della scomparsa di Grazia Deledda (1871-1936), Premio Nobel per la letteratura e Cittadina onoraria di Cervia. Introduzione a cura di Renato Lombardi. Intervento di Elena Gagliardi. È prevista la proiezione di suggestive immagini d’epoca col supporto tecnico di Massimo Evangelisti.. Intermezzi musicali a cura di Matilde e Celeste Pirazzini. La relatrice della serata, Elena Gagliardi, insegnante al LIceo Classico V. Monti di Cesena, è storica della letteratura e con il suo libro “I romanzi cervesi di Grazia Deledda” (Longo Editore – Ravenna – 2010), ha vinto il Premio Letterario Nazionale Studi Deleddiani.

11 novembre – È in programma una commedia dialettale con la compagnia QUI DE BOSCH (Gambettola), due atti comici intitolati: “Al veci in ti vicioni” e “Una bella pitnadoura”. Si consolida una tradizione che intende valorizzare le espressioni teatrali del dialetto romagnolo.

18 novembre – È una serata dedicata all’Assemblea di bilancio di previsione 2017 dell’Associazione Casa delle Aie. Nella prima parte della serata però è prevista la presentazione del libro “Il diario di Guerrino Armuzzi nel Lager tedesco di Ziegenhain” di Enzio Strada con la partecipazione dell’autore.

25 novembre – È una serata per ricordare un grande protagonista della cultura romagnola e italiana, Olindo Guerrini (Lorenzo Stecchetti) nel centenario della sua morte (21 ottobre 1916) . È prevista una lettura dei più noti Sonetti Romagnoli a cura di Giuseppe Brunelli, Radames Garoia, Francesco Grandi e altri attori della Cumpagnì dla Zercia. Intermezzi musicali del fisarmonicista Giuseppe Tedaldi.

Al teatro Brancaccino di Roma lo spettacolo L’ETERNITÀ DOLCISSIMA DI RENATO CANE

[AdSense-A]

 

Il 3-4-5 novembre alle ore 20.00 e il 6 novembre alle ore 18.00

home-page-sito-335x400

L’idea di scrivere sulla morte, di trovare un punto dal quale poter guardare ad essa senza soggezione mi affascinava. Mi sembrava utile poter indagare su ciò che la morte rappresenta per noi, noi di qua, occidentali intendo, come atto finale, ultimo, quasi teleologico, ma allo stesso tempo anche come oggetto esorcizzato, che non contiene futuro ma solo presente (un presente che non promette nulla di buono, per altro). Su questo ragiono: ci agitiamo in un mondo fondato su questi due pilastri che sono l’azione (fare, facciamo, ho fatto, farò) e il denaro (ho guadagnato, guadagnerò o non guadagnerò, eccetera), tutte le altre cose vengono come conseguenza. Ossia: se faccio, se guadagno, allora poi. E questi due pilastri (che poi non so perché li chiamo pilastri, ma visivamente mi viene così) entrambi si fondano sul tempo; infatti cosa facciamo in generale nella vita? Facciamo azioni ed ipotechiamo tempo. In ogni caso, trattando la morte come una circostanza che genera un bisogno (vestizione, bara, funerale), esattamente come nel caso in cui qualcuno senta sete, o fame, o si annoi o resti senza benzina, è con tale bisogno che ci si deve confrontare se si desidera guadagnarci qualcosa. E’ noto a tutti (quasi), che 3 bisogno generi domanda, domanda generi offerta e offerta generi profitto. Tutto sta a capire come. Come trarre il maggior profitto possibile da questo della morte che normalmente è un ambito delicato e addirittura sacro, del quale non si parla volentieri? Mi pare estremamente interessante lavorare su queste due cose che fanno a pugni: il profitto e l’estremità assoluta, panica, dell’atto del morire. Come fai quando una cosa fa paura a tutti, non la vuole nessuno e tutti ne hanno paura? come fai a venderla? Semplice – dice il nano – basta renderla desiderabile. E’ andata così, che mettere insieme, uno vicino all’altro, il fatto tragico e mistico anche, della morte, con il lavorio trucido del trar profitto da tutto, non so, mi piaceva, per contrasto. I contrasti, son fatta così, mi danno l’idea che ci sia sotto qualcosa di vivo, appunto, una verità che c’è e non c’è, e che mostrarlo sia poetico. Valentina Diana

 

Sei artisti internazionali insieme per l’ambiente in “Hello World!”

[AdSense-A]

 

Martedì 1 Novembre dalle ore 21.00 su Discovery Channel

caguilerat

Christina Aguilera, Ellie Goulding, Joan Jett, Dave Matthews, Usher Raymond e Steven Tyler hanno prestato la voce e i loro brani alla nuova serie che racconta le meraviglie del mondo naturale “HELLO WORLD!” in onda martedì 1 novembre dalle ore 21:00, su Discovery Channel (Sky canale 401 in HD e su Discovery Channel+1 canale 402). “Quando mi hanno chiesto di ‘salire a bordo’ di Hello World! Mi sono entusiasmata – ha affermato Cristina Aguilera – Non avevo mai lavorato prima come voce fuori campo e questa esperienza è stata fantastica. Discovery fa un grande lavoro educando il pubblico in modo divertente. Guarderò la serie insieme ai miei figli”. Con il sottofondo delle loro colonne sonore, da cui prendono il nome alcuni episodi, in “HELLO WORLD!” i grandi artisti internazionali raccontano i segreti delle specie animali più straordinarie del mondo e gli habitat in cui vivono. Attraverso immagini in altissima qualità, Discovery ha confezionato, in collaborazione con il WWF, uno straordinario appuntamento. I sei episodi andranno in onda consecutivamente, un’esperienza unica rivolta a tutta la famiglia: pronti a scoprire la natura a ritmo di musica?

La programmazione di ”HELLO WORLD!”:

ore 21.00 “Più forte”: Usher Raymond, con l’aiuto del suo pezzo “Stronger”, spiega come la tartaruga marina, la volpe rossa e molte altre specie siano riuscite ad adattarsi alle avversità.
ore 21.30 “Estate sfrenata”: su “Red, White & You”, Steven Tyler rivela come trascorrono le vacanze i cani della prateria, i falchi e i cavalli selvatici.

ore 22.00 “Amore folle”: Ellie Goulding illustra le strategie amorose di alcuni animali come gli orsi polari e i serpenti giarrettiera, sul brano “Something in the Way You Move”.

ore 22.30 “Mai mettersi contro la mamma!”: sulle note di “Light up the sky”, Christina Aguilera narra le incredibili abilità delle mamme che si prendono cura dei loro cuccioli.

ore 23.00 “Cattiva reputazione”: Joan Jett descrive la vita degli animali che hanno una cattiva reputazione, tra cui lupi, alligatori e squali con “Bad Reputation” come sottofondo.

ore 23.30: “Salvami”: “Save Me” accompagna Dave Matthews che racconta come la vita di molte specie animali dipenda dalla ricerca continua di acqua fresca.

Fucecchio, Sauro Benvenuti ha fatto visita ai ragazzi di Amatrice portando in dono il suo libro “1 dei tanti”

[AdSense-A]

 

L’autore toscano ha partecipato alla giornata di letture condivise promossa da C1V Edizioni. Presente anche il sindaco fucecchiese Alessio Spinelli

senza-titolo-1

Da Fucecchio ad Amatrice per le ragazze e i ragazzi della scuola media. Il 27 ottobre scorso, Sauro Benvenuti ha partecipato all’iniziativa solidale promossa da C1V Edizioni e insieme all’editrice Cinzia Tocci ha donato a ogni studente una copia del suo libro, “1 dei tanti”, dedicato al tema del bullismo. Benvenuti ha portato la sua testimonianza di scrittore e ha spiegato le origini del testo, ispirato “Bomba libera tutti”, il film di cui lo stesso autore ha curato la sceneggiatura. L’interesse degli studenti non è mancato. E non è mancato il loro entusiasmo in risposta a un evento nato per dare una piccola mano di auto a ritrovare il normale filo della quotidianità nonostante le difficoltà.

Ha voluto incontrare gli studenti anche Alessio Spinelli, sindaco di Fucecchio, il Comune della provincia di Firenze che ha dato il patrocinio morale a “1 dei tanti”, libro che sostiene l’associazione “Nicco Fans Club Onlus” a sua volta impegnata al fianco della Fondazione Meyer di Firenze.

Sauro Benvenuti ha affrontato con i ragazzi un tema delicato usando un linguaggio diretto in linea con lo spirito di “1 dei tanti”. Il testo, pubblicato da C1V Edizioni, racconta infatti il bullismo attraverso lo spaccato di vita quotidiana dei personaggi, giovani e adulti, con stile ironico, leggero, in modo semplice e mai banale. Un testo che si sofferma non soltanto sulla vittima, ma anche sul bullo, a sua volta segnato dall’atteggiamento di una madre inadeguata a riprova del fatto che il bullismo, come suggerisce il titolo, è una questione che riguarda tutti. Perché tutti siamo potenzialmente vittime e carnefici.

Con Sauro Benvenuti è arrivata dalla Toscana Paola Pacca, mamma di Daniela Cerracchio, la ragazza di Chiesina Uzzanese morta a vent’anni a causa della malattia rara di Lafora. Mamma Paola ha donato alla biblioteca comunale di Amatrice una copia di “Nella corretta misura. Pensieri e parole. In ricordo di Daniela”. Mentre l’editrice Cinzia Tocci ha regalato ai bambini delle elementari l’altro libro dedicato a Daniela: “Tartarughe sorprese”, di Andrea Tamberi. Entrambi i testi sostengono l’A.I.LA., l’associazione impegnata nella ricerca per la cura della malattia di Lafora.

La giornata di letture condivise promossa da C1V Edizioni vede protagonista anche “Il sole nel bauletto”, raccolta di storie per l’infanzia scritte da Stefano Re: ciascun bambino ha ricevuto una copia di questo libro grazie al contributo diretto dell’editrice, di alcuni lettori e dell’autore, che partito dalla Lombardia è rimasto bloccato nelle Marche per via dei disagi causati dal terremoto registrato tra il 26 e ill 27 ottobre.

L’iniziativa del 27 ottobre è stata subito accolta dalla Biblioteca comunale Giovanni “Gianni” Fontanella di Amatrice che, su impulso del bibliotecario Sergio Serafini, ha inserito l’evento nell’ambito di “Libriamoci”, giornate di lettura promosse dal ministero delle Attività culturali e dal ministero dell’Istruzione.

Anche questi volumi contribuiscono alla raccolta fondi promossa da C1V Edizioni. Con “Un libro, insieme per Amatrice”, infatti, da settembre a dicembre 2016, per ogni libro acquistato o donato dal sito www.c1vedizioni.com o tramite l’indirizzo di posta elettronica c1vedizioni@gmail.com, la casa editrice destina due euro per la ricostruzione post terremoto.

C1V Edizioni – dichiara l’editrice Cinzia Tocci – ringrazia la dirigente scolastica Maria Rita Pitoni, la vicepreside Maria Teresa Marinelli, le insegnanti e il bibliotecario Sergio Serafini per aver creduto nel nostro progetto. Il nostro grazie anche agli autori Sauro Benvenuti e Stefano Re e a Paola Pacca per il loro prezioso contributo. Abbiamo promosso questa iniziativa – conclude Cinzia Tocci – perché crediamo nell’importanza dell’editoria solidale, perché i libri e la cultura possono e devono contribuire alla crescita non soltanto individuale ma anche sociale”.

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
redazione@thedailycases.com