Connect with us

Arte & Cultura

XIII Festival Internazionale di Danza “LASCIATECI SOGNARE”

Pubblicato

il

Tempo di lettura: 3 minuti

[AdSense-A]

 

Domenica 6 Novembre ore 18.00

senza-titolo-7

DANCE SKY LAND COMPANY
presenta
“A PIEDI NUDI”
Prima Nazionale

Coreografia: Monia Masiero
Regia:  Monia Masiero
Musiche: Armand Amar & Levon Minassian, Olafur Arnalds, Mix
Scenografie: Monia Masiero
Costumi: ideati da Monia Masiero, realizzati da Shantala
Light designer: Monia Masiero
Danzatori: Camilla Marigo, Silvia Alibardi, Giorgia Perini, Rachele Milani, Veronica Scanferla, Elga Cacco Giulia Nalesso,
Francesca Cesaro, Chiara Pegoraro

Nelle società evolute abbiamo perso la connessione del nostro corpo con la terra. La nostra superficie terrestre è ricchissima di sottili frequenze che ci possono dare la carica di energia per vivere meglio. Queste frequenze si chiamano ‘elettroni liberi’, ci rendono più equilibrati e ci aiutano a vivere in sintonia con la natura.

ALBERTO POTI presenta “THE DICTATOR”

Coreografia: Alberto Poti
Regia: Alberto Poti, Gabriella Rizza, Davide Massaro
 Musiche: Paolo Nutini, Iron Sky
Scenografie: Alberto Poti
Costumi: Alberto Poti, Gabriella Rizza
Light designer: Alberto Poti e Davide Massaro
Danzatore: Alberto Poti

Totalmente ispirato al testo incredibile di Polo Nutini, nel quale secondo il maestro, vi è una Riflessione ed allo stesso tempo una Visione diversa di ciò che è la Realtà. Basta pensare ad esempio alle persone che in nome di Dio compiono atrocità, donne uccise per il modo in cui si vestono, uomini impiccati perché ritenuti gay, in nome della religione. La fede è importante ma amare il prossimo forse lo è di più. A volte si crede di pensare prima di agire, ma in realtà bisognerebbe riflettere prima di incombere in conseguenze irreparabili, alle azioni prodotte. La rappresentazione coreografica, evidenzia uno sviluppo “psico-temporale”, della coscienza dell’essere umano, nel quale crede fermamente di essere un LIBERO componente di una SOCIETA’ pulita, che tutela i suoi diritti politici, religiosi e culturali. Un essere umano che è diventato SCHIAVO di questa società che lo circonda, di questa società che dovrebbe tutelarlo, ma che in realtà ricambia con l’aumentare di DOVERE e la diminuzione dei Diritti Una società che ti impone una determinata religione da seguire; Una direzione politica planetaria che confermerebbe le tue stesse ideologie;  A tutto questo da MACCHINE, l’essere umano dovrebbe avvalersi di quell’immenso potere che il POPOLO HA, per decidere ciò che è giusto e ciò che sta uccidendo il nostro “essere umani”. Svestiamoci di uniformi, divise, e mantelli da dittatori, padroni e Re…. Siamo uniti, nel bene della comunità e dell’amore reciproco, perché io credo fermamente che amare e rispettare il prossimo, fare il proprio dovere, sentirsi liberi di pensare ed agire senza bisogno di criticare, sono tutti elementi che potrebbero favorire un società più sana, felice ed UNITA
Ed io voglio sentirmi UNITO, LIBERO E FELICE.

ARISTON PROBALLET SANREMO presenta “PRIMA VERA” Prima Nazionale

Coreografia: Marcello Algeri
Regia: Sabrina Rinaldi
Musiche: Vivaldi
Scenografie: Proballet Atelier
Costumi: Atelier Proballet
Light Designer: Federico Merula
Danzatori: Sabrina Rinaldi, Matteo Donetti, Gianni Camperchioli, Roberto Lazzari, Valentina Quaroni, Elena Crispi,
Giuditta Banchetti, Sofia Callegaro

Balletto ironico in due atti che racconta il gioco della vita. Lo spettacolo inizia in una stanza “magica” di specchi dove si sono riuniti tutti i sentimenti e osservano l’umanità, dal titolo FEELINGS. La Follia (IL GIOCO) fa la sua apparizione e “apre il gioco della vita”, accompagnando i sentimenti nel luogo a loro dedicato: l’ANIMA. Il quarto quadro è, l’INCONTRO,  fra i sentimenti e l’umanità, grazie al quale inizia il cambiamento dettato dalle Stagioni con le trasformazioni guidate dal tempo. Ecco la PRIMAVERA con i suoi tre quadri, infantile, tenera e capricciosa, la nascita della natura, il salto verso l’estate. Ecco l’ESTATE, anch’esso composto da tre quadri, il sole pieno di forza, la passione  e il fuoco che chiude il Primo Atto. Il Secondo Atto si apre con l’AUTUNNO dove, “buffamente” si cerca di diventare adulti “oppure no…” per entrare nell’INVERNO che con la sua forza e la sua ironia è un arrivo, è la conclusione delle 4 stagioni, ma non una fine. Tutto ricomincerà se nelle Stagioni siamo riusciti a scoprire la bellezza, la semplicità e la magia del creato “HAI MAI PROVATO”: CLASSIC APOTEOSI … E ci sarà un nuovo inizio di quel grande e sorprendente miracolo che chiamiamo Vita  … ESTART.

BIGLIETTO UNICO PER LA SERATA 
INTERO     7€
RIDOTTO 5€  (bambini 10-12 anni, iscritti scuole di danza, studenti universitari e over 65)
RIDOTTO 3€ (studenti DAMS, bambini 6-9 anni)
GRATIS            (bambini fino a 6 anni se tenuti in braccio)

Print Friendly, PDF & Email