Arte & Cultura

Visioni al Tramonto con Alberobello Light Festival

By 8 Luglio 2015 No Comments

5° posto tra i Festival Europei il 18-19-20 luglio ospita 3 bio artisti internazionali

 

fotoLight FestivalBari, 8 luglio – Fino al 2 agosto le serate di Alberobello brilleranno di stelle proiettate sui tetti a cono dei trulli, patrimonio Unesco dal 1996. A far risplendere trulli e pinnacoli sarà l’edizione estiva del primo Festival Internazionale delle Luci in Puglia (la prima edizione si è svolta dal 6 dicembre 2014 al 6 gennaio 2015) La manifestazione è promossa dal Comune di Alberobello, Assessorato al Turismo e  organizzata dall’Associazione Giovani Imprenditori Turistici (Agit) con la direzione artistica del gruppo Lightcones.  L’edizione del Natale 2014 ha ricevuto due riconoscimenti internazionali: il 5° posto fra i festival europei più belli dopo Torino, Helsinki, Gent (in Belgio) e Amsterdam. La classifica – stilata da Mozie, il social blog di viaggi, turismo e cultura – ha preso in considerazione gli eventi natalizi più originali e quale idea migliore di un light festival che rende magiche e luminose le lunghe notti invernali trasformando gli scenari urbani in città incantate. Inoltre, la manifestazione è entrata nella classifica tra i primi dieci festival internazionali della luce artistica. Sull’onda di questo successo, l’Alberobello Light Festival torna in versione estiva per celebrare l’anno internazionale della luce (su iniziativa dell’Onu condivisa dall’Unesco), ispirandosi al dipinto ‘Notte Stellata’ di Vincent Van Gogh, artista del quale proprio quest’anno ricorre il 125^ anniversario della morte, ricordato dalla Van Gogh Europe Foundation con appuntamenti e mostre in tutta Europa. I coni di luce proiettati sui trulli vivacizzeranno i coni come le pennellate di colore della famosa tela dell’artista belga, e creeranno un’atmosfera sognante. “Illuminare i trulli la sera e donare vitalità alla zona monumentale oltre l’orario di chiusura dei negozi. Una stupenda esperienza oggi diventata realtà – commenta il Sindaco di Alberobello, Michele Long.  E’ fondamentale per un Comune come Alberobello, esaltare il patrimonio storico artistico naturale,  che grazie ai  Trulli rappresenta uno dei 50 siti italiani inseriti dall’ Unesco nella World Heritage List.  Il Festival delle Luci  – continua ilSindaco Longo –  nasce dalla intuizione frutto del lavoro sinergico studiato e pensato assieme alle eccellenze del territorio alberobellese. Ha riscosso l’apprezzamento non solo dei cittadini di Alberobello ma anche di un vastissimo pubblico di respiro internazionale. Istituzionalizzare questo appuntamento –  conclude il Sindaco Longo – trasformare Alberobello nel centro del mondo, condurre la gente lungo un percorso tra tradizione e modernità, tra sogno e realtà, rendendo omaggio a queste tradizionali costruzioni in pietra, uniche al mondo”. “La ricaduta economica sul tessuto produttivo alberobellese –  spiega Daniela Salamida, vice sindaco e assessore al turismo, di recente delegata ai Rapporti con l’Unesco –  è stata davvero notevole. Un evento internazionale come questo, incentiva tutto il paese a fare bene e meglio, creando in ogni cittadino, un legame fortissimo con la propria terra. Il Festival delle Luci –  continua Salamida – ha alimentato positivamente quel senso di appartenenza delle persone al proprio paese.   Essere cittadini di una sito Unesco  –  conclude Salamida – è per gli aberobellesi  un onore ma anche una responsabilità. L’occasione del Light Festival ha rafforzato il legame umano tra gli operatori del settore, tra gli artigiani e tra i commercianti che hanno supportato l’evento, per  rendere indimenticabile il soggiorno di chi ha scelto Alberobello”. Un’edizione estiva che torna per celebrare l’Anno Internazionale della Luce, il 2015,  proposta  dalle Nazioni Unite  e condivisa da UNESCO, per sensibilizzare su come le tecnologie ottiche possono promuovere lo sviluppo sostenibile e procurare delle soluzioni per il risparmio energetico, per l’agricoltura, le comunicazioni e la salute. Primo Festival delle Luci in Puglia, in una regione fortemente attenta e orientata verso le nuove tecnologie il 18-19-20 luglio vedrà la presenza di 3 bioartisti  internazionali che divertiranno il pubblico con le loro innovative installazioni. ” Come artista sono emozionato per la mia partecipazione a questo evento – ha spiegato Matthew Watkins, Bio Artista Inglese – la  Puglia crede nell’arte digitale, per il Festival,  racconteró questa regione attraverso i suoi elementi, reinterpretandoli attraverso l’unicitàdella tecnica del Digital Finger Painting. Giocheremo con la luce come fanno i bambini: disegno e animazione live. ”.


Lascia un commento