Diritti umaniMondoPrimo piano

Tunisia, liberata l’attivista Amina Sboui: era in carcere da maggio

By 2 Agosto 2013 No Comments

Amina fuori dal carcereLa Femen era stata arrestata con l’accusa  di profanazione di tomba.

Roma, 2 agosto – E’ stata rilasciata dopo tre mesi di carcere, Amina Sboui, l’attivista Femen tunisina arrestato lo scorso maggio con l’accusa di profanazione di tomba. La 19enne aveva scritto la parola “Femen” sul muro di un cimitero per protestare contro una riunione del gruppo salafita Ansar al-Shariah. Diventata il simbolo della protesta contro l’integralismo islamico, Amina è stata liberata ieri dal penitenziario di Sousse, nel sud della Tunisia, dove era detenuta. I suoi sostenitori hanno diffuso sul we le sue foto all’uscita dal carcere mentre  fa il segno di vittoria. “Adesso è con la famiglia e spero che sia del tutto al sicuro”, ha detto il suo avvocato.

Lascia un commento