Connect with us

Diritti umani

Premio San Giuseppe Moscati 2021: i premiati nella XXXIV edizione 

Pubblicato

il

Tempo di lettura: 3 minuti

Premio San Giuseppe Moscati 2021: i premiati nella XXXIV edizione 

Il 26 settembre si è tenuta la XXXIV edizione del Premio San Giuseppe Moscati. Il premio dell’amore, della solidarietà e dell’altruismo, dove vengono premiate le personalità che si sono contraddistinte per l’impegno sociale e l’aiuto verso il prossimo. Dalla dedica alla memoria dell’Ambasciatore Luca Attanasio e della sua scorta alla consegna dei premi ai “piccoli e grandi eroi della vita quotidiana”.  

di Giulia di Felice

Si è svolta lo scorso 26 settembre la XXXIV edizione del Premio San Giuseppe Moscati che ha visto l’attiva partecipazione di enti, persone e istituzioni che nell’ultimo anno hanno dato il proprio contributo nell’aiuto verso il prossimo. 

Prima della realizzazione di questa edizione, avevamo contattato la Dottoressa Amelia Ullucci, ideatrice del premio che da oltre trent’anni ne cura l’inaugurazione. Durante la nostra conversazione, la Dottoressa Ullucci ci aveva anticipato qualcosa e promesso che questa edizione sarebbe stata molto interessante. 

E, infatti, non ha assolutamente deluso le nostre aspettative. A quasi due anni dall’inizio della pandemia di Covid 19, le personalità che si sono distinte per gli aiuti umanitari e la propensione ad occuparsi del sociale sono state moltissime, tutte degne di nota.  — CONTINUA

Il Premio Giuseppe Moscati, che ha ricevuto la medaglia d’argento del Presidente della Repubblica, gode del patrocinio del Senato, della Camera dei Deputati e della Regione Campania in quanto manifestazione volta a premiare l’impegno profuso nella comunità da parte di singoli.  

“Il Premio Moscati, da sempre, ricerca i testimoni di quel coraggio di donarsi agli altri” dice Lia Ullucci alle telecamere del TG3 “quindi va alla ricerca di uomini, donne, associazioni e cittadini comuni, piccoli e grandi eroi della vita quotidiana”. 

La XXXIV edizione ha visto quindi un susseguirsi di omaggi a personalità che, durante quest’ultimo anno, si sono distinte per aver dedicato la propria vita alla salute e alla sicurezza altrui, senza alcun interesse o ritorno personale. 

A partire dall’omaggio alla memoria del Prof. Giuseppe De Donno, scomparso pochi mesi fa, che si era dedicato fin da subito e senza sosta alla ricerca di una cura contro il Covid 19, in presenza di suo figlio Edoardo. Passando poi per il premio della sezione giovani, intitolata a Niki De Crescenzo, conferito al DottorRiccardo Munda, medico che ha assistito in prima linea i propri pazienti, anche nelle fasi più pericolose della pandemia, e a Mattia Villardita, lo Spiderman che porta ogni giorno sorrisi ai bambini dei reparti oncologici. 

È stato poi ritirato il premio per conto di Sergio Giussani, produttore della fiction sulla vita di San Giuseppe Moscati “L’amore che guarisce” Miniserie tv per Rai1, grazie al quale la figura di San Giuseppe Moscati è stata conosciuta molto più ampiamente.  

Il premio per la sezione “Angeli della vita” è andato invece all’Associazione Raffaello Onlus, per la dedizione e il supporto ai piccoli pazienti oncologici ricoverati nel Centro di Oncoematologia Pediatrica dell’ospedale Salesi di Ancona. 

Un’edizione, questa, che ha permesso di riscoprire il senso della parola solidarietà, premiando tutti gli “eroi della vita quotidiana” che durante l’ultimo anno hanno messo la vita altrui al primo posto, spesso pagandone gravi conseguenze. E’ il caso dell’Ambasciatore Italiano in Congo, Luca Attanasio, e della sua scorta, Carabiniere Vittorio Iacovacci, che hanno perso la vita durante un agguato mentre svolgevano la loro missione, ai quali questa edizione è stata dedicata. 

E ancora il Premio Sezione Niki De Crescenzoal Dott. Giovanni Ullucci per l’impegno e l’assistenza nella cura ai malati durante l’epidemia Covid; alla dott.ssa Amelia Ullucci Premio Internazionale IN CARITATE SERVIRE conferito dal dott. Vincenzo Mallamaci Presidente della Associazione “E ti porto in Africa”; la Medaglia Bronzea , creazione artistica del Maestro Egidio Ambrosetti, quest’anno é stata conferita dal Direttore dell’ Ente Jus Et Pax , Andrea Marini Sera al personale delle Forze Armate italiane, come riconoscimento per l’incessante opera svolta durante l’ emergenza da Covid-19;  il Premio Nazionale Prof. Giuseppe Moscati al Dott. Mario Balzanelli, per il ruolo e lo straordinario valore, profuso incessantemente e quotidianamente su tutti gli scenari dell’emergenza nel nostro Paese, e particolarmente durante la pandemia, del Sistema di Emergenza Territoriale 118 nazionale; il Premio Sezione “Angeli della vita”all’Associazione Raffaello Onlus per la dedizione e il supporto ai piccoli pazienti oncologici ricoverati nel Centro di Oncoematologia Pediatrica dell’ospedale Salesi di Ancona;   

In un’atmosfera che ha permesso a tutti di respirare un’aria piena di solidarietà e amore verso il prossimo, anche quest’anno il Premio San Giuseppe Moscati ci lascia con un insegnamento senza tempo, che si potrebbe riassumere con una frase che ho letto una volta su un libro: “l’amore che conta è quello che dai”.