L’UNICEF e il Goodwill Ambassador David Beckham lanciano ‘7’

By 9 febbraio 2015Diritti umani

Un nuovo fondo per aiutare i in difficoltà, Beckham:”Sono da 10 anni e mi sento onorato di essere parte del meraviglioso lavoro dell’ per i bambini”.


DAVID-BECKHAMRoma, 9 febbraio  – e l’UNICEF lanciano oggi “7: The UNICEF Fund”, una iniziativa innovativa per proteggere dai milioni di bambini in tutto il mondo.
Proprio in occasione del 10° anniversario della sua nomina a Goodwill Ambassador dell’UNICEF, “7” diventa  l’impegno personale di David  nel prossimo decennio per aiutare i bambini più vulnerabili del mondo. Attraverso ‘7’, David userà la sua potente voce globale, la sua influenza e i suoi contatti per raccogliere fondi fondamentali  e sollecitare i leader mondiali a creare un cambiamento duraturo positivo per i bambini.
David Beckham, Goodwill Ambassador dell’UNICEF, ha detto: “Sono Goodwill Ambassador da 10 anni e mi sento onorato di essere parte del meraviglioso lavoro dell’UNICEF per i bambini”.
“Oggi, la necessità di aiutare i bambini non è mai stata così grande; da quando mi sono ritirato ho più tempo e voglio fare molto di più. Ecco perché realizzerò un nuovo fondo con l’UNICEF; ‘7’ rappresenta il mio impegno futuro per aiutare i bambini che ne hanno più bisogno in tutto il mondo, intensificando il mio sostegno – perché posso, perché voglio, perché il risultato contribuirà a cambiare la vita di milioni di bambini. Tutto quello che ho fatto, la mia carriera calcistica, la mia famiglia, mi ha portato a questo punto: è il momento per me di fare quello che posso per aiutare i bambini in ogni angolo del mondo. E’ una cosa di cui voglio che i miei figli siano orgogliosi”.
“Nei prossimi anni lavorerò con l’UNICEF per raccogliere milioni e parlare a favore dei bambini di tutto il mondo. Ho in programma numerose iniziative di raccolta fondi e spero anche di viaggiare molto di più – incontrando  bambini, operatori dell’UNICEF e leader mondiali per contribuire ad accrescere la consapevolezza e aumentare la velocità del cambiamento. Ci sono alcuni progetti molto interessanti e io sono molto orgoglioso di farne parte”. Il lancio di ‘7’, chiamata così in onore del numero fortunato della maglia ufficiale di Beckham nella nazionale inglese e nel Manchester United FC, arriva dopo uno degli anni più devastanti per l’infanzia: nel 2014 più di 15 milioni di bambini sono stati esposti a terribili violenze durante grandi conflitti, altri milioni sono stati colpiti da calamità naturali e migliaia sono rimasti orfani e senza istruzione a causa della devastante epidemia di Ebola. Oltre alle situazioni di emergenza, i bambini sono stati anche in grave pericolo – con 168 milioni di bambini in tutto il mondo impegnati nel lavoro minorile e molti altri vittime di violenze sessuali, traffico e mutilazioni genitali femminili.
‘7’ si propone di cogliere le speranze e le potenzialità del 2015 – un anno in cui i leader mondiali indicheranno nuovi obiettivi globali che cambieranno la vita dei bambini per gli anni successivi. Attraverso “7”, David Beckham raccoglierà fondi e sosterrà il cambiamento per garantire che l’UNICEF ed i suoi partner possano ottenere risultati per i bambini – nel campo dell’istruzione, dell’acqua, dei servizi igienico-sanitari, delle cure mediche e della protezione sociale – e raggiungere coloro che ne hanno più bisogno.
L’UNICEF ha individuato alcuni luoghi chiave in sette regioni del mondo in cui è richiesto un urgente sostegno finanziario per contribuire a salvare e a cambiare la vita dei bambini nei prossimi tre anni. In tutti questi luoghi – siano essi città o villaggi, un intero paese o un territorio – i bambini vivono in pericolo a causa di violenze, abusi o malattie; la mancanza di fondi continua a renderli vulnerabili.

Finanziando questi programmi nel corso dei prossimi tre anni, ‘7’ potrebbe aiutare l’UNICEF a:


– assicurare servizi di tutela e protezione dei minori in El Salvador, il paese con il più alto tasso di omicidi tra i bambini in tutto il mondo;
– fornire pompe per l’acqua e formare le comunità per mantenerle in funzione in Burkina Faso, dove attualmente 1 decesso infantile su 5 è causato dalla diarrea;
– sostenere le madri che allattano per garantire il miglior inizio alla vita in Papua Nuova Guinea, dove la malnutrizione infantile ha causato ritardi nella crescita in quasi la metà di tutti i bambini sotto i cinque anni.

Oggi, durante il lancio di ‘7’, Beckham ha anche chiesto al pubblico e ai suoi fan di unirsi a lui e di agire per aiutare i bambini. Ha chiesto a tutte le persone di sostenere il suo appello ai leader mondiali per mettere i bambini “al primo posto” e contribuire a mettere fine a violenze, morti evitabili e povertà, in modo che essi discutano una nuova roadmap per lo sviluppo globale – aggiungendo il loro nome alla sua campagna internazionale.
“David Beckham ha dedicato i suoi 10 anni come Goodwill Ambassador dell’UNICEF a parlare a nome di coloro che ne hanno più bisogno – i bambini più vulnerabili del mondo,” ha dichiarato Paloma Escudero, del Global Management Team dell’UNICEF. “David ha favorito la conoscenza dei maggiori pericoli che affrontano i bambini – tra cui malnutrizione, Ebola e AIDS – e ha viaggiato con l’UNICEF in Sierra Leone, Sud Africa, Thailandia e più recentemente nelle Filippine, colpite dal tifone Haiyan. Con “7: the David Beckham UNICEF Fund” possiamo agire insieme per guidare il cambiamento positivo per i bambini”.

Lascia un commento