La Federazione Russa brinda con il MaraMia: la festa Nazionale in Ambasciata “annaffiata” con il vino biodinamico

By 1 giugno 2016Italia

, Ambasciatore Straordinario e Plenipotenziario della è rimasto conquistato da Tenuta Mara e dal : l’elegante rosso romagnolo sarà il vino ufficiale del ricevimento dato all’Ambasciata a Roma il prossimo 9 giugno per celebrare la Festa Nazionale.

Senza-titolo-21

San Clemente di Rimini, 1 giugno 2016_La vodka è la loro bevanda nazionale, ma non resistono a un buon vino italiano. Sarà il MaraMia il vino ufficiale del ricevimento che si terrà il prossimo 9 giugno in occasione della celebrazione della Festa Nazionale della Federazione Russa. Un rosso elegante e raffinato, 100% Sangiovese, che nasce sulle colline soleggiate di Tenuta Mara, a San Clemente di Rimini: un luogo davvero unico nel suo genere, dove le pratiche dell’agricoltura biodinamica – certificata Demeter – si sposano con la passione per la musica, l’arte e la vita. Tenuta Mara produce, al momento, circa ventimila bottiglie che rappresentano il coronamento di un progetto ambizioso. Visitare Tenuta Mara significa entrare in una dimensione speciale, che sollecita il gusto estetico attraverso i cinque sensi: un’esperienza che ha saputo emozionare anche l’Ambasciatore Straordinario e Plenipotenziario della Federazione Russa, Sergey Razov, che ha visitato Tenuta Mara in compagnia della consorte e del Console Onorario della Federazione Russa in Emilia Romagna, Prof. Igor Pellicciari. “Grazie per l’ospitalità e per il viaggio conoscitivo nel mondo della produzione del vino. Le parole di Dante lette all’ingresso anticipano in pieno e coincidono con quello che in questo posto abbiamo testimoniato”. Questo il ricordo che l’Ambasciatore ha voluto lasciare sul libro degli ospiti al termine della visita alla Tenuta con Giordano Emendatori, il “padrone di casa”. Un luogo magico, dove l’attenzione al dettaglio è un diktat costante: una filosofia che riflette ed esalta il valore di un vino nato da passione, tradizione e un legame intrinseco fra arte e natura. Valori importanti, capaci di fare la differenza, alla base della scelta da parte dell’Ambasciata di scegliere il MaraMia come vino ufficiale per quello che è una delle principali celebrazioni del calendario diplomatico.  Quella del MaraMia è una storia di piccoli numeri – per una precisa scelta improntata alla qualità –  grandi idee e sogni realizzati. Nel 2005, dopo ben cinque anni di ricerche e preparazione, Giordano Emendatori, imprenditore del settore food “convertito” per pura passione all’enologia, ha impiantato il vigneto di Tenuta Mara: sette ettari esposti al sole della Romagna, coltivati esclusivamente a Sangiovese – una qualità dall’intenso color rubino e dal pregiato aroma fruttato.

Lascia un commento