Connect with us
Azzera la bolletta

Arte & Cultura

Isabel Russinova è Tanaquilla al teatro Arcobaleno di Roma

Published

on

Tempo di lettura: 2 minuti

[AdSense-A]

Tanaquilla, sposa di Lucio Tarquinio Prisco,  è prima di tutto una Regina e nel dramma portato in scena prenderà la decisione più importante della sua vita, che la storia ci ha rivelato nel tempo essere stata quella giusta per il futuro della Città Eterna

Tratto dal libro ‘Reinas’ di Isabel Russinova è in scena al teatro Arcobaleno di Roma sino al 22 gennaio ‘Tanaquilla’. Un monologo interpretato dalla stessa Russinova, regia di Rodolfo Martinelli Carraresi, che ripercorre l’appassionante storia della Roma antica nel periodo dei grandi cambiamenti voluti dal re Tarquinio Prisco, che riuscì a traghettare la città rurale in una più moderna e organizzata, fornendo anche la base legislativa del Diritto romano. Infatti storicamente il regno di Tarquinio Prisco innesca la svolta che farà di Roma la città più potente del mondo sino ad allora conosciuto. Tutto questo grazie all’opera preziosa e lungimirante di una donna etrusca: Tanaquilla, sposa di Lucumone, anch’egli etrusco forse originario della vicina Tarquinia.

Tanaquilla, bella, chiara di capelli e di carnagione, di nobili origini e donna colta, aveva intravisto le potenzialità di Roma. Era moglie appassionata e profondamente innamorata del suo uomo, ma anche ambiziosa e dotata del dono di vaticinio. Fu lei a spingere e motivare Lucumone ad abbandonare Tarquinia per Roma, dove cambierà il suo nome in Lucio Tarquinio e diventerà re . Una figura di donna che spicca non solo per aver saputo stare in ombra al fianco del marito, ma anche per la sua dedizione e per la grande capacità di essere Regina, così impegnata a favore della popolazione da riuscire a vincere il dolore per l’omicidio del consorte per dare al popolo un re altrettanto degno e che fosse in grado di continuare il lavoro di riforma cominciato da Lucio Tarquinio Prisco.

Un sapiente testo quello che è scaturito dalla ricerca storica effettuata da Isabel Russinova, che interpretando la regina Tanaquilla nel monologo scandisce, con una raffinata recitazione, i tempi di un’unica notte di dolore e meditazione, dove deve prendere la decisione più giusta per il popolo. Il suo uomo è appena stato assassinato, ma lei non cede alla disperazione come chiunque altra avrebbe fatto. Tanaquilla è prima di tutto una Regina e nel dramma portato in scena prenderà la decisione più importante della sua vita, che la storia ci ha rivelato nel tempo essere stata quella giusta per il futuro della Città Eterna. Da non perdere per chi ama la storia ed il teatro essenziale, fatto di arte recitativa e di opportuni accorgimenti di regia. I cambi di luce e la musica accompagnano i gesti e le emozioni della protagonista in modo efficace, riuscendo a trasportare lo spettatore in un luogo dove non potrebbe mai andare: il regno del quinto re di Roma Tarquinio Prisco.

Print Friendly, PDF & Email
Apollo Mini Fotovoltaico
Serratore Caffè