Connettiti con noi

Italia

Il Castello mascherato

redazione

Pubblicato

il

Il 14 febbraio 2016, tutti in costume al Parco delle Fiabe per costruire una storia di Carnevale al Castello di Gropparello (PC)

image001Piacenza, 20 gennaio –  Per le strade di una città, il Carnevale è solamente l’occasione per indossare maschere più o meno bizzarre, che non mutano però il corso degli eventi e l’epoca che circonda chi dietro di esse si cela. Cosa ben diversa è immergersi nell’atmosfera incantata di un luogo che alle fiabe e – più in generale – alla fantasia a dedicato la sua stessa esistenza, aspettando il giorno in cui ogni scherzo vale come un momento per invitare a fare parte della propria magia tutti i bambini che vogliono davvero uscire dal tempo, per incontrare, all’ombra d un castello antico, maghi, cavalieri, fate e tutte le creature che si nascondono tra gli alberi del bosco e guardano divertiti le avventure e la storia dalle mura secolari. Il 14 febbraio 2016, il Castello di Gropparello, sulle colline piacentine, riporta il Carnevale in un’epoca non segnata sulle mappe e sugli orologi, invitando a corte una nutrita schiera di personaggi fantastici di epoche lontane, per costruire tutti insieme l’ennesima fiaba antica all’interno di mura che resistono all’assalto della modernità. I visitatori saranno trascinati in questo viaggio a ritroso nel tempo, che comincia alle 10.00, con l’apertura straordinaria del Parco delle Fiabe, teatro di un avventura nel bosco, con le visite storiche al castello e con il trucco e parrucco per i bambini mascherati. Alle 15.00, la sfilata al castello guidata dal tamburino reale è l’ideale preludio ad una nuova avventura in costume, al termine della quale, si ritorna alla realtà con un merenda a base di chiacchiere e frittelle. Il pranzo sarà servito in costume nella taverna medievale, con atmosfera giocosa e a lume di candela.

Prenotazione obbligatoria

Sito web: www.castellodigropparello.it

www.castellodigropparelloeventi.it

Lascia un commento
Print Friendly, PDF & Email

Categorie