Concerto di musica sacra per wind band, coro e soprano al Santo venerdì 3 giugno

By 1 giugno 2016Italia

Cento elementi tra strumentisti e coristi per inaugurare la musica del


Senza-titolo-3

Roma, 1 Giugno – Primo appuntamento con la musica del Giugno Antoniano venerdì 3 giugno. La basilica del Santo alle 21 ospiterà il di per wind band, coro e soprano solista “”, con il Complesso strumentale Città di Galzignano Terme, il Coro Arsamanda con la soprano solista Paola Burato e il coro Ensemble Vocale Phonè. Un centinaio gli elementi (45 strumentisti e 55 coristi in tutto) che si esibiranno all’interno della basilica sotto la direzione artistica di Franco Buson. L’Ensemble Vocale Phonè, circa 25 elementi, è diretto dal maestro Luigi Ceola, sotto la cui guida ha approfondito lo studio della polifonia sacra, dai più noti polifonisti del Cinquecento e Seicento, fino agli autori contemporanei. Il Coro Arsamanda di Vicenza, diretto dal baritono maestro Pierangelo Zoso, spazia fra vari repertori, da quello sacro, a quello lirico, fino al classico e agli autori del Novecento. Il Complesso strumentale Città di Galzignano Terme, diretto dal maestro Buson, nasce sul finire del 1800 con il nome di società filarmonica. Negli ultimi anni ha sperimentato un nuovo modo di proporre i propri concerti utilizzando il supporto visivo. Strutturata secondo i canoni della missa latina dove, alle consuete parti invariabili (Kyrie, Gloria, Credo, Sanctus, Benedictus, Agnus Dei), sono state aggiunte parti strumentali (Preludium, Offertorium, Postludium) per arricchire la tavolozza timbrica, la Missa Katharina è una composizione del 2006 che si rifà ai canoni della messa classica sullo stile mozartiano e beethoveniano. Fa parte del repertorio della Wiener Philarmoniker, l’Orchestra Filarmonica di Vienna, una delle più note e prestigiose al mondo. L’ingresso è libero fino a esaurimento posti.

Il Giugno Antoniano è organizzato da Comune di Padova, Pontificia Basilica del Santo, Provincia di S. Antonio di Padova Frati Minori Conventuali, Pastorale cittadina della Diocesi di Padova, Veneranda Arca di S. Antonio, Messaggero di sant’Antonio Editrice, Arciconfraternita di Sant’Antonio, Centro Studi Antoniani. La realizzazione della manifestazione è stata possibile grazie al contributo di Fondazione Antonveneta, Fondazione Cariparo (Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo), Antonveneta-MPS e Cassa di Risparmio del Veneto. Il Giugno Antoniano ha ricevuto il patrocinio di Provincia di Padova, Comune di Camposampiero e Comune di Anguillara Veneta.


 

Lascia un commento