Mondo

Brexit, Billi (Lega): i diritti degli stranieri in UK verranno garantiti e protetti

By 19 Febbraio 2020 No Comments

Simone Billi, eletto nella Circoscrizione Europa: “Dialogo e  collaborazione messi in piedi fino ad oggi eviteranno di mettere a rischio gli interessi delle nostre imprese ed i diritti per la nostra Comunità in loco”

“I rapporti bilaterali con l’Italia sono incredibilmente proficui e continueremo la forte relazione con l’Unione Europea, senza chiudersi agli scambi economici, sociali e commerciali” è parte di quanto ha dichiarato Jill Morris, Ambasciatrice britannica in Italia, due giorni fa in audizione a Montecitorio sulla Brexit, a 2 settimane dal suo avvio.

“La Brexit parte sotto i migliori auspici, le incertezze sono tante ma sono sicuro che verranno dissipate nei prossimi mesi” afferma l’on.Simone Billi, unico eletto per la Lega Salvini Premier nella Circoscrizione Europa “ho apprezzato la rassicurante prospettiva globale dell’Ambasciatrice contro le ingiustizie e per la promozione dei valori condivisi.”

“Particolarmente positivo nel discorso dell’Ambasciatrice – dichiara l’on.Billi – il riferimento all’ “enorme contributo” fornito dalla Comunità Italiana nel Regno Unito e il fatto che i “diritti degli stranieri verranno garantiti e protetti”.” 


“Non vogliamo invece seminare il panico tra la Comunità Italiana nel Regno Unito, come stanno cercando di fare alcune forze politiche di sinistra – dichiara Billi – per non inficiare il dialogo e la collaborazione messi in piedi fino ad oggi e per evitare di mettere a rischio gli interessi delle nostre imprese ed i diritti per la nostra Comunità in loco.”

“Ho sollecitato inoltre l’Ambasciatrice a riguardo del Tribunale Unitario dei Brevetti e della sua sede distaccata di Londra, considerando la contrarietà del Premier Boris Johnson a sottostare alla Corte di Giustizia Europea” conclude Simone Billi “continuerò a lavorare sull’argomento.”


Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]