Connect with us

Arte & Cultura

Beni Culturali, in Calabria revocati finanziamenti per quasi 2milioni di euro

Pubblicato

il

Tempo di lettura: < 1 minuto

L’assessore alla Cultura Mario  Caligiuri : “occorre utilizzare al meglio le ingenti risorse che la Regione Calabria ha programmato anche nello strategico settore dei beni culturali “
termeRoma, 19 luglio – Dopo ripetute sollecitazioni scritte e verbali, l’Assessorato alla Cultura della Regione Calabria ha avviato il definanziamento dei seguenti progetti relativi ai completamenti dei beni culturali: Soverato antica (250.000 €), Castello dei Conti d’Aquino Di Belcastro (300.000 €), Castello di Palizzi (300.000 €), Terme Romane di Acconia di Curinga (700.000 €), Chiesa di San Domenico di Badolato (350.000 €), per un totale di 1 milione e 850 mila euro. Il finanziamento di questi progetti era stato comunicato il 17 ottobre 2013, chiedendo i progetti esecutivi. Ad oggi, 35 progetti sono stati trasmessi e 5 ancora no, ritardo che ha indotto i competenti uffici dell’Assessorato Regionale alla Cultura ad avviare la procedura di definanziamento delle opere con il conseguente scorrimento del piano regionale dei beni culturali. L’Assessore Caligiuri ha dichiarato che “occorre utilizzare al meglio e rapidamente le ingenti risorse che la Regione Calabria ha programmato anche nello strategico settore dei beni culturali e appunto per questo c’e’ bisogno di un impegno responsabile da parte di tutte le istituzioni pubbliche coinvolte”.

 

Print Friendly, PDF & Email