Italia

Al galoppo all’Alpe di Siusi in onor del menestrello!

By 11 Maggio 2015 No Comments

Prove cavalleresche ed atmosfere medievali tra le Dolomiti dal 29 al 31 maggio 2015 per la 33esima edizione della leggendaria Cavalcata Oswald von Wolkenstein.

                                      

image002In alto gli stendardi e fiato alle trombe: che la Cavalcata Oswald von Wolkenstein abbia inizio! Il più grande spettacolo di cavalli e cavalieri all’ombra delle maestose Dolomiti, Patrimonio Mondiale UNESCO, torna ad animare le vie ed i borghi dell’area vacanze Alpe di Siusi (Seiser Alm/Südtirol), riportando “in sella” la storia per un intero weekend, dal 29 al 31 maggio 2015. Si tratta di un mix coinvolgente di tradizione, leggende e sport che vuole celebrare e ripercorrere i luoghi in cui nacque e visse il celebre cantore, poeta e bardo Oswald von Wolkenstein, che fu anche diplomatico al servizio dell’imperatore Sigismondo I tra il XIV ed il XV secolo. La festa comincia venerdì 29 maggio alle 18.00 nel centro di Fiè allo Sciliar, dove si esibisce la banda musicale del paese e si spilla birra offerta dalla birreria Forst, mentre si apre il mercatino medievale, attrazioni e giostre medievali, come la ruota gigante, il tiro con l’arco e la caccia al drago, animazioni per bambini disponibili anche per tutta la giornata di sabato. Alle 20.30 vengono estratti i numeri di partenza delle 36 squadre provenienti da tutto l’Alto Adige/Südtirol che gareggeranno  a cavalcioniper la conquista dell’ambito Stendardo del menestrello. La serata prosegue con musica dal vivo in piazza della Chiesa, dove si alternano diversi spettacoli e performance. Sabato 30 maggio una grande sfilata delle squadre protagoniste, composte ognuna da 4 cavallerizzi, muniti di vessillo e vestiti con costumi tradizionali, attraversa il cuore di Fiè allo Sciliar accompagnata da bande musicali e carrozze, a partire dalle 14.30. In seguito va in scena la cerimonia di apertura in piazza del Comune, a cui si succedono i concerti della banda musicale di Siusi allo Sciliar e di Castelrotto, per poi dar spazio alla S. Messa per i cavalieri e di sera, dalle 21.00, a nuovi concerti e spettacoli. Domenica 31 maggio è il giorno delle gare della Cavalcata Oswald von Wolkenstein. I cavalieri partono alle 7.00 del mattino da Castel Forte a Ponte Gardena, pronti a mettersi alla prova con destrezza e velocità nei 4 rocamboleschi tornei equestri. La sfida inizia a Castelrotto alle 9.30, sul Monte Calvario, con il “Passaggio degli anelli”: una sorta di “staffetta” in cui i 4 componenti di ogni squadra, procedendo al galoppo, devono centrare con un’asta 3 anelli appesi ad intervalli regolari, per poi passarla al successivo cavaliere. I destrieri si spostano poi al “Matzlbödele”, ai piedi dello Sciliarpresso Castelvecchio, dove Oswald von Wolkenstein ebbe la sua dimora. Qui, tra le incitazioni della folla, li attende il “Labirinto”: i 4 cavalieri, impugnando insieme l’asta, devono districarsi in un dedalo nella fortezza. La terza prova, il “Galoppo con ostacoli”, avviene intorno al Laghetto di Fiè e consiste in una gara di abilità in cui ogni partecipante prende una biglia e la deposita su uno scivolo, per poi riprenderla al volo e superare un cancello cavalcando “in retromarcia”. Il torneo termina con il “Passaggio tra le porte”, uno zig zag tra pali, che si svolge sui prati ai piedi dell’imponente Castel Prösels. A concludere la competizione, tra il plauso del pubblico e delle diverse contrade, è infine lasolenne cerimonia che incorona chi si è più distinto, re della competizione.

Lascia un commento