Arte & Cultura

A Matera le “Donne Eccellenti della Cultura e dell’Arte tra Matera e New York”

By 17 Agosto 2019 No Comments

Domenica, 18 agosto-ore 18,00 – Corte dell’Ex-Ospedale San Rocco, Piazza Giovanni Battista – Matera,  Opening della Sezione Pittorica del Festival con l’inaugurazione della Mostra  personale dell’artista MARIA LUISA BARBUTI, dal 18 agosto all’11 settembre.  Diretta radifonica da Matera a New York  con TONY PASQUALE-giornalista e speaker di RADIO –ICN-NY-USA. Esibizione canora della piccola Romina Perri , talento musicale italo-americano.  

Il Festival MALTA meets MATERA-MATERA meets MALTA®   prosegue a Matera, Capitale Europea della Cultura 2019, domenica 18 agosto 2019, dlle ore 18,00,  nella corte dell’Ex-Ospedale San Rocco (Piazza San Giovanni Battista, snc con una serata-evento internazionale dedicata alle “DONNE ECCELLENTI DELLA CULTURA E DELL’ARTE TRA MATERA E NEW YORK”  con l’opening della Sezione Pittorica del Festival con la mostra personale “I VOLTI DI MARIA” dell’artista pittrice Maria Luisa Barbuti e con un talk ed una perfomance in diretta radiofonica da Matera a New York con il  giornalista e speaker italo-americano Tony Pasquale di RADIO-ICN-NY-USA, radio ufficiale del quotidiano italo-americano America Oggi, media-partner del Festival  MALTA meets MATERA-MATERA meets MALTA®  con ICN-Radio. Vi sarà anche l’esibizione canora della piccola ROMINA PERRI, ragazzina prodigio del canto italo-americana di origine calabrese, che giunge per la prima volta a Matera e che, da ottobre 2019, aprirà tutti i concerti USA della celebre coppia della canzone italiana ROMINA e ALBANO.   Tony Pasquale intervisterà la pittrice Maria Luisa Barbuti e Romina Perri.       

MALTA meets MATERA-MATERA meets MALTA®  è il Festival dell’Incontro tra le Capitali Europee della Cultura 2018 e 2019  che è partito a La Valletta-Malta il 1 dicembre 2018 con l’inaugurazione della mostra fotografica del fotografo d’arte e di architettura di Malta nel mondo Maurizio Urso e che prosegue a Matera nel 2019, da agosto a dicembre,  con una serie di eventi e kermesse internazionali. Il Festival, ideato dalla giornalista ed autrice tv di origine lucana, Mariangela Petruzzelli, è già stato presentato in anteprima internazionale a New York durante le celebrazioni del Columbus Day-ottobre 2018, nell’ambito della quinta edizione internazionale del format  MISS CHEF® con la consegna di alcune foto di Urso al Sindaco di NY Bill De Blasio, al Console d’Italia a NY Francesco Genuardi, al direttore dell’Istituto Italiano di Cultura a NY fino all’anno scorso, Giorgio Van Straten.   

Conduttrice della serata-evento di domani 18 agosto sarà la stessa Mariangela Petruzzelli, direttrice artistica e producer Festival MALTA meets MATERA-MATERA meets MALTA®; interverranno come ospiti anche Biagio Lafratta, architetto e Antonietta Pignatelli Palladino, giornalista e project manager culturale, presidente del “Team Building World Festival”.    


  La serata-evento del 18 agosto, aperta al pubblico con ingresso gratuito, inizierà, alle ore 18, con l’inaugurazione della mostra personale pittorica, intitolata “I VOLTI DI MARIA” della virtuosa artista Maria Luisa Barbuti che espone per la prima volta a Matera. L’esposizione, che si compone di 25 opere a tinte pastello realizzate a “mano libera”, ha come tema fondante i volti delle Madonne con una ricerca erudita ed anche istintiva che trae ispirazione dai grandi maestri pittori del passato raggiungendo una originalità di essenza espressiva sublime. La mostra sarà aperta al pubblico dal 18 agosto all’11 settembre 2019, al secondo piano dell’Ex-Ospedale San Rocco, in Piazza Giovanni Battista-Matera, dalle ore 10 alle ore 13 e dalle ore 17 alle ore 20. Prendendo le distanze dalla tecnologia digitale e dalle nuove tendenze dell’ arte, nel silenzio, come un’antica amanuense, Maria Luisa Barbuti mette in pratica la millenaria tecnica del disegno a ”mano libera” e l’ uso dei tradizionali strumenti del disegno e della pittura. Nel gioco tra la concretezza dei materiali e la fisicità emotiva dei gesti si materializza la sublimità delle immagini. “I Volti di Maria” sono interlocutori con il nostro tempo per raccontare il valore antico ed eterno della Madonna – Donna. “Disegnare Madonne e riproporre le espressioni dei loro mutevoli volti e delle loro mutevoli pose, significa cercare ed offrire la capacità di contemplazione che trascende il quotidiano vivere; significa cercare e trasmettere spiritualità, contro volgari ed egoistici desideri di esclusivo materialismo; significa che nel nome di Maria si cela la “Donna” di cui si può rintracciare anche la fisionomia individuale e la fisiognomica, infine  il pathos. Nella mostra della Barbuti si coglie col cuore che: “In  ogni Donna c’ è Maria, così come in ogni Maria c’è la Donna”. Maria Luisa Barbuti nasce a Pisa, dove compie il suo percorso di studi per poi trasferirsi in Puglia. Conseguiti i diplomi di Maestro d’Arte e di Liceo Artistico, frequenta la facoltà di Lettere e Filosofia specializzandosi in Storia dell’Arte Medievale e Moderna. Viaggiando il mondo sin da giovanissima, tra musei e città d’arte, inizia a dipingere. Dopo un importante tirocinio presso la Soprintendenza di Pisa, inizia la sua passione per la tutela e conservazione delle opere d’arte e del patrimonio artistico italiano. Da anni pratica la tecnica dl disegno, dell’illustrazione, della pittura e del modellato, partecipando a mostre, rassegne e concorsi e vincendo anche premi. Si dedica alla formazione dei giovani con l’insegnamento della sua disciplina in scuole statali dando vita anche a mostre e manifestazioni soprattutto dei giovani talenti pittorici anche diversamente abili per la valorizzazione del territorio salentino.       

Il Progetto del Festival

Il progetto del Festival, ideato dalla giornalista ed autrice tv, di origine lucana, Mariangela Petruzzelli, si pone l’ambizioso obiettivo di mettere a confronto ed in dialogo l’isola di Malta e La Valletta, Capitale Europea della Cultura 2018, con Matera, la millenaria Città dei Sassi, patrimonio Unesco, Capitale Europea della Cultura 2019. Concepito come un Festival dalla valenza socio-culturale, uno scambio multiculturale dinamico, il progetto si articolerà in attività, meeting, workshop, convegni, spettacoli alla scoperta dei luoghi, delle genti e delle azioni dei due territori, promuovendo elementi importanti come la storia, il genius loci, la cultura, il turismo, l’arte, il marketing territoriale, l’economia turistica, l’eno-gastronomia di Malta e di Matera.

Il calendario ed i contenuti del Festival

Il Festival è partito il 1 dicembre con la mostra di Maurizio Urso a La Valletta-Malta, nel Convento degli Agostiniani e prosegue, dall’estate  2019, con una calendario di eventi variegati, a Matera presso il Palazzo Viceconte, il Palazzo Gattini, il Mulino Alvino e nello spazio museale Ex-Ospedale San Rocco. Il progetto si struttura in varie sezioni tematiche tra: fotografia, pittura, musica e teatro, letteratura e story telling, beni culturali ed architettura, documentario di viaggio e cinema, turismo ed enogastronomia, fashion e design, filosofia  e media. La sezione turistico-enogastronomica del Festival vedrà come evento fondante il premio internazionale MISS CHEF®, la prima competizione tra donne chef già presente a New York dal 2014. Durante il Festival, la competizione avrà come protagoniste chef materane e maltesi nonché delle varie città italiane ed estere che ospiteranno attività del Festival prevedendo anche degustazioni di prodotti enogastronomici tipici e la realizzazione di una tappa di MISS CHEF® a Malta ed a Matera nel 2019. La sezione Turismo ed eno-gastronomia del Festival verrà presentata anche a New York nell’ottobre 2019 in occasione della sesta tappa di  MISS CHEF® NY 2019 durante le celebrazioni del Columbus Day 2019 che vedranno il protagonismo di Matera Capitale Europea 2019 durante tutto il mese di ottobre per l’Italian Heritage.    

Il Festival ha visto il suo momento di lancio con l’inaugurazione, il 9 agosto scorso,  della mostra fotografica dei luoghi de La Valletta e di Matera, realizzata dal fotografo d’arte Maurizio Urso e curata da Mariangela Petruzzelli, ideatrice del Festival, coadiuvata da un team di professionisti culturali lucani, coinvolti anche nelle altre sezioni del Festival, tra i quali Don Egidio Casarola, parroco de La Martella, quartiere emblematico di Matera, l’architetto Biagio Lafratta, la professoressa Paola D’Antonio, ex-Assessora ai Sassi del Comune di Matera e prorettore dell’Università degli Studi della Basilicata, Nicola Benedetto, imprenditore e proprietario di Palazzo Gattini e Mulino Alvino, Pietro Andrisani, maestro musicologo, il fotografo Maurizio Ruscigno, Carmela Fortunato, disegnatrice e stilista di moda,  Antonella Pagano, poetessa e scrittrice materana di fama internazionale. La mostra di Urso è stata inaugurata il 1 dicembre 2018, a Malta, presso il St Augustine’s Convent, Old Bakery Street, La Valletta, alla presenza di un pubblico selezionato su invito tra giornalisti della stampa nazionale ed internazionale.  La mostra di Urso, dopo La Valletta, è arrivata a Matera nell’Ex-Ospedale San Rocco, dal 9 agosto all’11 settembre 2019, e si compone di n.24 foto d’autore sui luoghi storici ed anche meno conosciuti di Matera e Malta. L’esposizione rappresenta un veicolo importante per la promozione culturale, socio-turistica ed artistica delle due Capitali Europee della Cultura 2018 e 2019.  La mostra  fotografica verrà anche allestita in altre città italiane e straniere come Londra e New York.

Lascia un commento