Si rovescia un barcone nel Canale di Sicilia: salvate 121 persone

Tra le persone tratte in salvo oltre 30 bambini e più di 50 donne, di cui 1 incinta per la quale si è resa necessaria l’urgente evacuazione medica con una motovedetta classe 300 della Guardia Costiera di Lampedusa.

Roma, 4 marzo – Sono complessivamente 941 i migranti salvati nel Canale di Sicilia nella giornata di ieri dalla Guardia Costiera. Tra le varie operazioni coordinate dal Centro Nazionale di soccorso a Roma, quella di un barcone rovesciato. La segnalazione è giunta nel pomeriggio alla Centrale Operativa dall’equipaggio del rimorchiatore “OOC Cougar”, in servizio presso le piattaforme petrolifere libiche. Sul punto, unitamente al rimorchiatore impegnato nelle operazioni di salvataggio, presente anche la Cp 940 nave Dattilo della Guardia Costiera che, con a bordo 318 migranti salvati in una precedente operazione, ha tratto in salvo altre 121 persone e pattugliato la zona con l’obiettivo di ricercare eventuali  ulteriori superstiti. Al momento sono 10 le vittime accertate. In meno di 24 ore, sono state in totale 7 le operazioni di soccorso coordinate dalla Guardia Costiera in una zona di mare a circa 50 miglia a nord della Libia. Sono stati inoltre dirottati 3 mercantili, uno dei quali ha salvato 183 persone; disposto l’invio della CP 904 nave Fiorillo della Guardia Costiera, che ha tratto in salvo 319 migranti, e richiesto l’impiego di 1 unità della Marina Militare inserita nel dispositivo Triton che è intervenuta in soccorso. Complessivamente sono stati soccorsi 5 gommoni e 2 barconi carichi di migranti, di sedicente provenienza siriana, palestinese, tunisina, libica e subsahariana. Tra le persone tratte in salvo oltre 30 bambini e più di 50 donne, di cui 1 incinta per la quale si è resa necessaria l’urgente evacuazione medica con una motovedetta classe 300 della Guardia Costiera di Lampedusa.

Reggio Calabria, nomina Presidente Stazione Sperimentale

Nominato Giovanni Santoro in sostituzione del Dott. Lucio Dattola dimissionario

 

cciaa rcReggio Calabria, 3 marzo-  La Giunta della Camera di Commercio, su proposta del Presidente Dott. Lucio Dattola, ha nominato con l’unanimità dei voti Presidente della Stazione Sperimentale il Dott. Giovanni Santoro, Vice Presidente della Camera di Commercio, in sostituzione del Dott. Lucio Dattola dimissionario. Il Dott. Giovanni Santoro, accettando il prestigioso incarico, ha così dichiarato:  “E’ un grande onore essere nominato Presidente di un ente con oltre cento anni di storia. Conosco bene le criticità inerenti la Stazione Sperimentale che, affidata dal Ministero competente alla gestione della Camera di Commercio, per varie problematiche burocratiche e finanziarie, corre seriamente il rischio di vedere compromessa la propria mission istituzionale. Mi auguro, col supporto efficace degli altri componenti il Consiglio di Amministrazione e la preziosa collaborazione della Dott.ssa Natina Crea, di riuscire a riavviare le attività della Stazione Sperimentale. Ringrazio sentitamente il Presidente Dott. Lucio Dattola per aver saputo traghettare, in un momento così difficile, la Stazione Sperimentale verso lidi che io mi auguro siano quelli di un sostenibile e definitivo rilancio”.

 

Nasce la Primavera Meranese

Un festival internazionale dedicato al risveglio della natura

 

primavera meraneseMerano, 1 marzo – La Primavera Meranese è l’evento green che dal 28 marzo a metà maggio coinvolgerà la città di Merano e i suoi dintorni. Nell’ambito del progetto internazionale “2015 Art & Nature” la città, insieme alle località di Scena e Naturno e ai Giardini di Castel Trauttmansdorff, si trasformerà in un percorso sensoriale fatto di sculture e installazioni create da artisti internazionali come Steven Siegel (USA), Ichi Ikeda (Giappone), Nils-Udo (Germania) e Bob Verschueren (Belgio), tutti noti esponenti della Land Art. Questa forma d’arte contemporanea è caratterizzata dall’intervento diretto dell’artista-operatore “nella natura e sulla natura”, in modo da creare un forte legame tra arte e contesto paesaggistico. Merano senza dubbio si presta a progetti di questo genere perché è una città verde, che sorge nei pressi della confluenza tra il fiume Passirio e l’Adige, circondata da alte montagne, ricca di parchi e giardini, con tante passeggiate e un’enorme varietà di fiori e piante proprio nei Giardini di Castel Trauttmansdorff. Merano è “verde”, oltre che per la preponderante presenza dell’elemento natura, anche per la cultura e l’attenzione al rispetto e alla preservazione della stessa. John K. Grande, curatore del progetto 2015 Nature Art, critico canadese di Land Art e architetto del paesaggio, in un’intervista rilasciata a Merano Magazine ipotizza infatti che “…credo che già nel 2015 Merano possa diventare un modello di Green Living, poiché attribuisce molta importanza al risparmio di risorse e alla riduzione dell’inquinamento…”. Nel programma della Primavera Meranese c’è anche Harriett Russel, l’autrice e illustratrice britannica di libri per l’infanzia, con la lettura di “Eleanor e l’aquila”, la storia di una ragazza che vive avventure fiabesche in una città giardino. Per quest’occasione, le Giardinerie Comunali di Merano, lungo le Passeggiate Tappeiner e Gilf, creeranno delle scenografie naturali per dare maggiore enfasi alla storia del libro di Harriett (inaugurazione 1 aprile). Nel contesto della Primavera Meranese si inserisce anche il nuovo concept di Mercato Meranese (dal 28 marzo), ovvero, un mercato moderno, con un aperitivo originale a base di prodotti tipici, soprattutto luogo d’incontro. Il Mercato Meranese si svolgerà ogni sabato dalle 9 alle 13, fino al 10 ottobre, e qui si potranno acquistare prodotti naturali e artigianali provenienti dall’Alto Adige. Gli stand del mercato, progettati dal designer meranese Martino Gamper, si troveranno nella parte superiore di Corso Libertà, in centro città.

Roma, 20enne muore investito dall’autobus: l’autista continua la corsa

Il conducente si è fermato solo dopo essere stato raggiunto dalla polizia. Avrebbe detto di non essersi accorto di aver travolto il ragazzo

Alessandro Di Santo-3Roma, 1 marzo – Un ragazzo di 20 anni Alessandro di Santo è morto dopo essere stato investito da un bus la notte di venerdì 27 febbraio a piazza Venezia. Stando a quanto emerso, l’autista avrebbe continuato la corsa e si sarebbe fermato solo dopo essere stato raggiunto dalla polizia alla quale ha dichiarato di non essersi accorto di aver travolto il ragazzo. Il giovane è morto all’ospedale San Giovanni. Il 30enne autista dell’autobus di Atac, avrebbe raccontato che mentre era fermo in piazza Venezia, intorno alle 3.50 di venerdì notte, si sarebbero avvicinati al finestrino sinistro del mezzo alcuni ragazzi, apparentemente ubriachi, che volevano salire sul bus da quel lato, ma essendo fuori dall’area di fermata lo stesso avrebbe ripreso la corsa senza accorgersi di aver investito il giovane. I passeggeri, circa 60, confermano il racconto dell’autista e avrebbero affermato di non essersi accorti di nulla. Come riferito da una nota dell’Agenzia per la mobilità di Roma l’autista sarebbe risultato negativo ai test sull’assunzione di alcol e droga. I vigili del VII Gruppo Appio stanno acquisendo le immagini delle telecamere per ricostruire l’esatta dinamica dell’incidente che sarà accertata dall’indagine, già in corso, da parte delle autorità competenti.

Veneto, dal 13 al 15 marzo ‘Move’

Presentato il Salone Professionale del Turismo e dell’Ospitalità Universale che si terrà alla Fiera di Vicenza dal 13 al 15 marzo, evento unico in Europa, nato dall’esperienza di Gitando e Gitando.All, che da quest’anno ha assunto la nuova denominazione di “Move!”.

 

Facco_Finozzi_Marzotto_Vitali_IMG_0105Vicenza, 1 marzo – “Obiettivi strategici della nostra azione in ambito turistico negli ultimi anni sono la destagionalizzazione e la diversificazione dell’offerta. Le politiche in materia di ‘turismo accessibile’ muovono – uso volutamente questo verbo – contemporaneamente  sia nella direzione di favorire una fruizione temporalmente più ampia delle destinazioni venete, sia di promuovere una molteplicità di prodotti in tema di ospitalità, viaggio, benessere, conoscenza e scoperta di un territorio policromo come il nostro. ‘Move!’ esplora e approfondisce tutti questi temi”.  Così l’assessore al turismo della Regione del Veneto, Marino Finozzi, ha presentato il Salone Professionale del Turismo e dell’Ospitalità Universale che si terrà alla Fiera di Vicenza dal 13 al 15 marzo prossimi, evento unico nel suo genere in Europa, nato dall’esperienza di Gitando e Gitando.All, che da quest’anno ha assunto la nuova denominazione di “Move!”. Alla presentazione dell’evento hanno partecipato, insieme all’assessore,  il presidente della Fiera vicentina, Matteo Marzotto e il presidente di Village For All – V4A, Roberto Vitali. Le dimensioni del mercato del turismo accessibile in Europa parlano di oltre 120 milioni di persone interessate, destinate ad aumentare considerevolmente nei prossimi anni, che valgono nell’economia delle destinazioni 80 miliardi di euro. “Per questo non possiamo parlare di settore di nicchia – ha sottolineato Marzotto – ma di vera e propria community. Si tratta, per di più, di persone che prevalentemente non viaggiano da sole”. “Ma ‘Move!’ pone l’accento su un tema di straordinaria valenza che è quello dell’universalità del turismo e dell’accoglienza – ha sottolineato il presidente della Fiera –, che va ben oltre i meri aspetti economici, che pure sono tutt’altro che trascurabili. Un appuntamento come questo, non solo riempie un vuoto nel panorama fieristico europeo, ma diffonde anche un messaggio di grandissima civiltà”. Concetto, quest’ultimo, ripreso anche da Vitali, che ha chiaramente puntualizzato che ‘Move!’ “non è una fiera sulla disabilità, ma un salone del turismo professionale, che rimette al centro la persona con la sua condizione, partendo dal presupposto che la disabilità, come afferma l’Organizzazione Mondiale della Sanità, è un’esperienza universale”. Cuore del ‘Move!’ sarà il MITA, il Meeting Internazionale per il Turismo Accessibile, che si terrà nella giornata di venerdì 13 e metterà al centro della scena il design universale con l’obiettivo di presentare politiche e pratiche innovative da tutto il mondo e di integrarle tra loro per raggiungere una linea di indirizzo globale in materia di turismo accessibile, con il coordinamento dalla Regione Veneto, partendo dal presupposto che la progettazione inclusiva debba essere, innanzitutto, gradevole per tutti i visitatori che scelgono il territorio veneto come destinazione per la propria vacanza. “Negli ultimi cinque anni – ha concluso Finozzi – questo è stato il più importante momento di confronto, relazioni, conoscenza e progettualità condivisa nell’ambito del turismo accessibile. Quest’anno il focus è sul design universale con l’obiettivo di migliorare, attraverso un’attenta progettazione, esteticamente e funzionalmente tutte le componenti dell’offerta turistica, proseguendo l’azione avviata con il corso di alta formazione organizzato con IED – Istituto Europeo di Design.  Partner d’eccezione su questo tema è la città di New York  che ha sviluppato un manuale che vorremmo fosse fonte di ispirazione anche per gli operatori del Veneto. A presentarlo al MITA ci saranno alcuni stretti collaboratori del sindaco Bill De Blasio”.

 

Al Trailers Film Fest il concorso Pitch Trailer

Hai un’idea di un film da realizzare? Raccontaci il tuo pitch con un trailer e fai conoscere la tua idea!

trailers-film-festCatania, 1 marzo – Dopo il grande successo degli scorsi anni, TRAILERS FILMFEST – il festival dei trailers cinematografici, giunto alla XIII edizione – diretto da Stefania Bianchi  – che si terrà a Catania dal 30 settembre al 3 ottobre 2015, lancia anche quest’anno il CONCORSO PITCH TRAILER. A iscrizione gratuita, alla sua settima edizione, novità assoluta in Italia, il concorso Pitch Trailer è stato ideato e organizzato dall’Associazione Seven con l’obiettivo di offrire uno spazio alle idee degli autori indipendenti, incarnando pienamente la vocazione del Trailers FilmFest di sperimentare i nuovi linguaggi cinematografici per dare un’opportunità unica a tutti coloro che vogliono promuovere, attraverso un trailer, l’idea di un film ancora da realizzare. Possono partecipare tutti i trailer, tratti da sceneggiature di film ancora da realizzare della durata minima di 1 minuto e della durata massima di 2 minuti e 30 secondi. L’invio dei lavori – entro e non oltre il 30 giugno 2015 – deve avvenire con upload di un video in .flv o .mov o .mp4 (max 25mb) e di una sinossi in formato .doc o .pdf  sul sito del festivalwww.trailersfilmfest.com alla sezione Professional – Concorso Pitch Trailer. Il comitato di selezione del festival sceglierà 19 dei 20 Pitch Trailer finalisti, mentre il restante Pitch sarà scelto dal pubblico, che potrà votare, attraverso i “Mi Piace” online, fino al 15 luglio 2015 attraverso il canale YouTube IlTrailersFilmFest. Unagiuria di 5 esperti professionisti del settore, scelti dalla direzione del festival,  decreterà quindi tra i 20 Pitch, il Miglior Pitch Trailer, che sarà premiato in una delle serate Première del festival. Come Premio finale, il vincitore del Miglior Pitch Trailer sarà ospite a Catania per due giorni per durante la XIII edizione del Trailers FilmFest, che offrirà viaggio e alloggio. I 20 Pitch Trailer in competizione saranno promossi sul sito del festival e verranno proiettati nell’ambito della sezione Trailers Professional.  Una delle prime novità di questa edizione del festival è la collaborazione con Ivid, il portale dei trailer, che promuoverà i contenuti di Trailers FilmFest. “Siamo molto soddisfatti della partnership con Ivid – dichiara Stefania Bianchi, direttore artistico del Trailers FilmFest – Essere presenti con Trailers FilmFest all’interno del più importante portale di trailer siamo certi che rafforzerà il progetto stesso del festival”.

Info 
www.trailersfilmfest.com
pitch@trailersfilmfest.com

 

Milano, politiche per la salute al Forum delle Politiche Sociali

Majorino: “Puntare su prevenzione e rete territoriale per disegnare la nuova rete dei servizi per la cura”

OLYMPUS DIGITAL CAMERAMilano, 1 marzo – La Marcia dei Malati Rari tra gli appuntamenti del Forum delle Politiche Sociali dedicati al tema della Salute. Al centro dei vari incontri il tema della Rete che coinvolge istituzioni, operatori, enti e organizzazioni del Terzo settore.
“In questo Forum dedichiamo una parte importante al tema della salute e a come stiamo ridisegnando il concetto di cura lavorando fianco a fianco con chi ogni giorno si impegna per creare diverse condizioni per le persone malate – ha dichiarato Piefrancesco Majorino, assessore alle Politiche Sociali e Cultura della Salute -. In questo lavoro una particolare attenzione va ai piccoli pazienti per i quali abbiamo anche elaborato una Carta dei Diritti dell’infanzia e dell’adolescenza rispetto alla Salute che sancisce i punti fermi e irrinunciabili da adottare sul tema della cura, della cultura della prevenzione e del rispetto dei bambini. E solo con il lavoro di rete tra istituzioni, privato sociale e aziende è possibile costruire un nuovo modello di welfare che sia in grado di rispondere alle esigenze di tutti, concretamente”.
Questi gli appuntamenti principali del Forum dedicati alla Cultura della Salute:

Lunedì 2 marzo
alle ore 14.00, alla Casa dei Diritti in via De Amicis, 10: “Non c’è salute senza salute mentale. A che punto sono le azioni programmate” Coordina: Isabella Menichini dell’assessorato alle Politiche Sociali e Cultura della Salute. Intervengono: Laura Agalbato, Carlo Altamura, Mariano Bassi, Riccardo Bettiga, Camillo Caputo, Annalisa Cerri, Anna Coccia, Don Virginio Colmegna, Riccardo Farina, Raffaella Ferrari, Antonio Fiorentino, l’assessore Pierfrancesco Majorino, Teodoro Maranesi, Alessandro Massi, Claudio Mencacci, Daniele Papa, Patrizia Quartieri, Elisabetta Strada, Franca Tagliabue, Giuliana Tognola.
alle ore 17.00, alla Casa dei Diritti: “I donatori di sangue, i progetti per sostenerli. Coordina: Giuseppe Landonio dell’assessorato alle Politiche Sociali e Cultura della Salute. Intervengono: Renato Del Compare, Pierfrancesco Majorino, Davide Rossi, Anna Silvestri
alle ore 18.30, alla Casa dei diritti: “Le reti di autoaiuto, organizzare la solidarietà, sostenere il protagonismo dei cittadini”. Coordina: Laura Agalbato, dell’assessorato alle Politiche Sociali e Cultura della Salute. Intervengono: Enrico Cazzaniga, Gaspare Jean, Pierfrancesco Majorino

Martedì 3 marzo 
alle ore 9.30 alla Casa dei Diritti: “L’esperienza della Rete Alzheimer. Le cose fatte, i nuovi progetti”. Coordina: Giuseppe Landonio. Intervengono: Saverio Chirchiglia, Elisabetta Farina, Pierfrancesco Majorino, Isabella Menichini, Giuseppe Salvato, Marco Trabucchi, Stefania Zazzi, rappresentanti del Tavolo e della Rete Alzheimer, operatori e familiari. Lettura da “Still Alice”

Mercoledì 4 marzo
alle ore 11.30, alla Casa dei Diritti: “Consumi e dipendenze: sguardi presenti e futuri”. Incontro promosso dal Forum del Terzo Settore. Coordina: Alberto Barni
 

Zurigo, destinazione EXPO

Zurigo, protagonista attiva nei prossimi mesi ad EXPO, sarà tra le “top destination” da visitare. Sostenibilità, innovazione nell’alimentazione, ricerca, vicinanza, trasporti e cultura tra i temi che verranno trattati in questi mesi.

zurigoZurigo, 1 marzo – Zurigo sarà una delle destinazioni più attive e dinamiche della scena internazionale nei prossimi mesi che vedranno Milano al centro del mondo per l’Esposizione Universale. La città elvetica infatti, oltre ad essere protagonista all’interno del Padiglione Svizzero di eventi e di una settimana interamente dedicata alle tematiche in primo piano ad EXPO, sarà anche una delle mete più facilmente raggiungibili e potenzialmente interessanti per le migliaia di persone che raggiungeranno il capoluogo lombardo tra maggio e ottobre di quest’anno. Zurigo può essere considerata in questi mesi un’appendice di EXPO e di Milano grazie alla vicinanza e all’attenzione che rivolge ai temi principali che saranno protagonisti in questi mesi: innovazione e tradizione si uniscono da sempre in questa città alla ricerca di gusto, sostenibilità e qualità della vita.  Nelle scienze e nella produzione di generi alimentari, le istituzioni scientifiche zurighesi, tra le più prestigiose al mondo, forniscono ogni giorno un valido contributo alla collettività così come nella quotidianità nascono costantemente fresche idee che mutano e arricchiscono la cultura culinaria di Zurigo, partendo spesso da un elemento basilare sia per l’alimentazione sia anche per la vita stessa: l’acqua. Non solo il tema del “gusto sostenibile” lega Zurigo e Milano, le due metropoli sono da sempre vicine e lo saranno ancora di più nei prossimi mesi con l’inaugurazione della Nuova Ferrovia Transalpina (NFTA) quando solo due ore e mezza separeranno la Hauptbahnhof Zürich e Milano Centrale. Zurigo è pronta ad ospitare in questi mesi, con le sue eccellenti strutture alberghiere e gastronomiche, tutti coloro che da EXPO vorranno fare un tuffo nel suo vivace panorama culturale, cibo per lo spirito.   In una città che ospita più di 50 musei e oltre 100 gallerie non può mancare una vista al vecchio quartiere industriale Zürich West, trasformato in un quartiere moderno con negozi, ristoranti, locali di tendenza, abitazioni e che ospita, nell’ex birrificio della Löwenbräu Areal, la Kunsthalle e il Museo d’Arte Contemporanea. Tutto questo in attesa del 100° anniversario del Dadaismo in programma nel 2016. «Siamo pronti a vivere questo 2015 da protagonisti sia direttamente in EXPO sia come meta ideale per visitatori e delegazioni – afferma Paolo Lunardi, Area Manager per l’Italia di Zurigo Turismo. All’insegna di “Zürich – World Class. Swiss Made.”, Zurigo è pronta a nutrire quindi il pianeta con innovazioni sostenibili e cultura di alto livello».

Prossimi eventi:

13–14 aprile 2015: Sechselaeuten le corporazioni zurighesi e gli abitanti di Zurigo festeggiano la tradizionale festa di primavera che culmina con l’incendio del Böögg, un pupazzo che simboleggia l’inverno zuerich.com/it/visitare/sechselaeuten

24 –28 giugno 2015: Il Tavolo, food festival che coinvolge gli hotel 5 stelle di Zurigo. il-tavolo.ch

12 giugno – 12 luglio:  Festival di Zurigo, per un mese eventi culturali (concerti, mostre, esposizioni) nei principali luoghi di cultura della città (Teatri, Piazze, Musei, strade, etc.) festspielezuerich.ch

Zurigo

Al centro dell’Europa e della Svizzera, affacciata sull’omonimo lago, attraversata dal fiume Limmat e attorniata dalle Alpi, Zurigo propone un’offerta unica che coniuga più di 50 musei, oltre 100 gallerie d’arte, boutique di prestigio di stilisti internazionali e zurighesi, numerosi ristoranti e locali trendy in particolare nei vecchi quartieri industriali riconvertiti, intensa vita notturna, avvenimenti per adulti e bambini. Una delle città  con la miglior qualità della vita al mondo, Zurigo si raggiunge da Milano in 4 ore di treno e un’ora d’aereo.

 

 

Francia, a tavola il pianeta

Sulla strada verso l’Expo di Milano 2015 ‘Mettiamo a tavola il pianeta !’

Milano_2015-10Roma, 28 febbraio – Il Padiglione Francia per l’esposizione universale di Mlano presenta la risposta francese al tema « nutrire il pianeta, energia per la vita». La Francia si impegna su questa sfida alimentare attraverso il coinvolgimento dei protagonisti del mondo agricolo, delle imprese francesi, gli eletti e i cittadini che rispetto a questo tema hanno un autentico ruolo da spendere. Nel corso del Salone Internazionale dell’agricoltura di Parigi (attualmente in corso) è stato lanciato l’appello « in cammino per Milano ! » Quest’anno all’interno del Salone Internazionale dell’agricoltura diversi sono stati i richiami ai colori del « Padiglione Francia ».  Mancano tre mesi all’apertura ufficiale di Expo 2015 e rispetto al tema « nutrire il pianeta, energia per la vita », la Francia intende fornire una risposta concreta per « produrre e nutrire il pianeta ».E’ questo un tema al centro delle preoccupazioni di tutti i partecipanti al Salone dell’Agricoltura in corso  sino al 1° marzo a Parigi. Nel corso del Salone dell’Agricoltura di Parigi, il Padiglione Francia ha concluso un gran numero di parternariati attraverso la firma di accordi ufficiali presso gli  stands degli espositori. Nello specifico AllEnvi, Banques alimentaires, Crédit Agricole, CNIEL, Intercéréales, Terrena e  Vitagora che si sono aggiunti alla lunga lista di partners ufficiali. Stéphan Le Foll – Ministro dell’Agricoltura, dell’Agroalimentare e della Foresta -, Emmanuel Macron, -Ministro dell’Economia, dell’Industria e Digitale- hanno lanciato ufficialmente il « Club dei partners », il quale intende offrire una forte azione dinamica per il Padiglione Francia, la cui azione non a caso è sostenuta da 6 ministeri. La Francia è il primo paese produttore di cereali in Europa. Una filiera al cuore del savoir-faire, espressione unica e caratteristica del territorio francese e europeo (forze impiegate, economia..) oltre che dei prodotti (pane, pasta, biscotti e dolci, birra, mais,…)  che sono un pilastro essenziale del patrimonio culinario francese. Esportando una tonnellata di cereali su due, la filiera cerealicola francese gioca un importante ruolo rispetto all’obiettivo di nutrire il pianeta. Il parternariato concluso con Intercéréales permetterà di presentare questo savoir-faire nel corso dell’Esposizione universale. A Milano potrete scoprire all’interno del padiglione Francia un autentico panificio realizzato da Intercéréales. I visitatori potranno visitare all’interno del Padiglione il panificio e all’esterno sarà realizzata una panetteria per scoprire il patrimonio culinario francese

Il Padiglione Francia a Milano : fatti e  cifre

  • Un padiglione in legno innovativo  interamente smontabile e rimontabile, a basso consumo di energia
  • 3 600 m² di superficie per il Padiglione Francia di cui 1 100 m² composti da scenografie
  • Il café degli chefs, una boutique, una panetteria,
  • 1 000 visitatori attesi all’ora
  • 5 000 delegazioni ufficiali attese nel corso dei 184 giorni dell’esposizione,
  • 20 M€ d’investimento pubblico ripartiti tra 7 ministeri impegnati in questo evento..

 

A Gerusalemme Il Festival dei Suoni

Per il quarto anno nella città vecchia di Gerusalemme dal 9 al 12 marzo

 

gerusalemmeRoma, 28 febbraio – Il Festival dei Suoni di Gerusalemme è giunto alla sua quarta edizione si terrà nella Città Vecchia dal 9 al 12 marzo dalle 19 alle 23. Il festival è aperto al pubblico. I visitatori del Festival potranno fruire di una pregevole offerta musicale grazie alle bande e ai gruppi in programma che eseguiranno musica sui palchi e nelle strade centrali dei quartieri della Città Vecchia. Ogni banda ed ensemble suonerà una musica unica dedicata al quartiere e alla zona in cui si svolge, fornendo un’esperienza emozionante per i visitatori nella magica atmosfera della Città Vecchia. Nel Quartiere armeno si svolgerà un’autentica celebrazione armena. Musica tradizionale si avrà nel quartiere musulmano, e il quartiere cristiano sarà teatro di una celebrazione di opere liturgiche. Musica israeliana così come musica klezmer arriverà dal quartiere ebraico. Il Festival sarà allestito lungo un percorso ad anello, partendo dalla Porta di Giaffa, e snodandosi attraverso i quartieri armeno, ebreo, musulmano e cristiano e infine terminando di nuovo alla Porta di Giaffa. Saranno disponibili mappe per i visitatori in modo da faIl Festival dei Suoni della Città Vecchia è uno dei numerosi festival organizzati nella Città Vecchia per il pubblico. Il prossimo festival sarà Il Festival delle Luci della Città Vecchia, in previsione dal 3 all’11 giugno 2015. Il Festival è un’iniziativa della Jerusalem Development Authority, del Ministero per gli Affari di Gerusalemme e della Diaspora, e della Municipalità di Gerusalemme, ed è prodotto da Ariel Municipal Company Ltd.

 

 

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
redazione@thedailycases.com