Italia

Le neuroscienze e la nuova frontiera del benessere: Nu Rèlax® & Zerobody® By Starpool. Brain wellness a gravità zero‏

By 27 Aprile 2016 No Comments

Presentato con successo al Salone del Mobile di Milano, Nu Rèlax® & Zerobody® è il primo progetto multi-piattaforma, sviluppato da Starpool in collaborazione con Neocogita, che fonde wellness e neuroscienze.

ImageProxyZiano di Fiemme, 27 aprile 2016_ In assenza di gravità, il corpo fluttua senza peso e la mente si libera, leggera, verso sensazioni di profondo rilassamento: in queste condizioni si raggiungono picchi di relax, concentrazione ed energia creativa altrimenti difficilmente sperimentabili. Dall’incontro tra l’esperienza in ambito wellness di Starpool – azienda trentina da oltre 40 anni specializzata in servizi, progettazione e realizzazione di centri benessere e spa – con le ricerche sperimentali svolte unendo la millenaria tradizione meditativa a studi scientifici e testi neurologici da Neocogita – società trentina di servizi personalizzati per il brain wellness – è nato Nu Rèlax® & Zerobody®. Un progetto multi-piattaforma che unisce wellness e neuroscienze per un efficace allenamento mentale. Gli effetti della dry floating experience su lettino Zerobody, si sommano a quelli di un vero e proprio “personal brainer”, un programma di sei percorsi meditativi guidati e scientificamente testati, disponibili su App Nu Rèlax.  Nato da una idea del Ceo Starpool, Riccardo Turri, e sviluppata anche grazie alla collaborazione con Mida – società di consulenza diempowerment – Nu Rèlax & Zerobody è destinato a ridefinire l’idea stessa di benessere a partire da solide basi scientifiche. Il cervello, essendo un organo plastico, capace quindi di rispondere ai cambiamenti ambientali e alle attività che svolge, migliora o regredisce a seconda di quanto lo si mantiene attivo: ecco perché per farlo funzionare meglio occorre esercitarlo. Da un lato la meditazione, attivando importanti aree cerebrali, agisce anche sulla loro struttura fisica, rendendole più spesse. Dall’altro, la dry floating experience induce uno stato cognitivo favorevole alla meditazione, la accompagna e ne amplifica l’efficacia. «Nu Rèlax & Zerobody nasce da quella che credo sia ormai una necessità:  e cioè realizzare un ponte tra il mondo della ricerca scientifica e il mondo delle imprese, dello sport e della vita di tutti i giorni perché per stare bene dobbiamo riappropriarci della migliore condizione mentale»: ha commentato Riccardo Turri. Nu Rèlax è la tecnologia che asseconda i tempi dell’uomo, traendo ispirazione dalle più accreditate tecniche tradizionali o moderne di relax, come lo yoga, il training autogeno, il rilassamento progressivo di Jacobson, il biofeedback, la mindfulness e il floating. In casa, sul lavoro, in vacanza o in treno, in ogni momento la mente può essere allenata grazie a un semplice smartphone. Nell’app Nu Rèlax tutti i percorsi in audioguida si basano su protocolli scientifici nell’ambito del benessere mentale con effetti positivi e verificabili. Zerobody è il lettino per il dry floating di ultima generazione e di design (Cristiano Mino) che offre i benefici delle vasche a immersione,annullando il peso corporeo, senza la necessità di doversi bagnare, aprendo quindi le porte a un uso sempre più facile e allargato. Zerobody avvolge il corpo nel materasso ad acqua riscaldato dando la sensazione di essere sospesi e fluttuare su di una nuvola. Durante la floating experience l’organismo smette di regolare la temperatura corporea e l’assetto gravitazionale. Il corpo è a questo punto libero di produrre endorfine, gli ormoni neurotrasmettitori del benessere. In assenza di gravità non è più la mente a comandare, ma il corpo, che lentamente si riappropria dello spazio. In seguito la percezione dei confini corporei si annulla quasi totalmente, il controllo volontario si assopisce e lascia il posto a una generale sensazione di benessere. La app Nu Rèlax è di serie su ogni lettino Zerobody. «Gli elementi neuroscientifici centrali a sostegno del neuroempowerment sono la neuroplasticità, la neurogenesi e la life long plasticity – spiega Nicola De Pisapia, fondatore e responsabile scientifico di Neocogita, e ricercatore al Dipartimento di Psicologia e Scienze Cognitive all’Università di Trento –. La ricerca scientifica mostra come il floating stimoli una risposta fisiologica che opera nella direzione opposta della risposta da stress. Si attiva maggiormente la risposta del sistema nervoso parasimpatico, che porta a un recupero delle risorse consumate dal sistema simpatico, con effetti duraturi di miglioramento della performance mentale e del brain wellness in generale». «Si tratta di argomenti di estremo interesse, soprattutto per le aziende di oggi – aggiunge Marco Poggi di Mida -, caratterizzate da grandi sfide in contesti fortemente instabili in cui il presidio del brain wellness diventa davvero cruciale».


Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
redazione@thedailycases.com