Rendez Vous – Nuovo Cinema Francese, VI Edizione

Dal 6 all’ 11 aprile a ROMA, dal 7 aprile all’ 8 maggio a:  Bologna | Palermo | Torino | Napoli | Bergamo| Firenze | Lecce | Milano

mister_chocolat_3Roma, 31 Marzo – Torna a Roma, dal 6 all’11 aprile, il RendezVous con il nuovo cinema francese. Alla sua sesta edizione, il festival dedicato al nuovissimo cinema d’Oltralpe, parte dalla Capitale per poi toccare, con focus e invitati speciali, le città di Bologna, Napoli, Palermo, Torino, Milano, Lecce, e da quest’anno: Firenze e Bergamo. Iniziativa dell’Ambasciata di Francia in Italia, la manifestazione è realizzata dall’Institut français Italia con il sostegno di Unifrance, e la collaborazione del Centre Saint-Louis e l’Accademia di Francia a Roma – Villa Medici. BNL Gruppo BNP Paribas, per il sesto anno consecutivo, è main sponsor della rassegna. Il festival beneficia anche del sostegno della Fondazione Nuovi Mecenati – fondazione franco-italiana per la creazione contemporanea, di Brioni, dell’Hotel Sofitel Rome – Villa Borghese, di L’Oreal Professionnel e di Groupama Assicurazioni. Air France è il vettore ufficiale. Un progetto ampio e articolato che coinvolge artisti e professionisti italiani e francesi e che si realizza sotto la direzione di Dragoslav Zachariev, responsabile dell’audiovisivo dell’Ambasciata di Francia, e di Vanessa Tonnini cui è affidata la direzione artistica. Un programma fortemente voluto dall’Ambasciatrice Catherine Colonna e dal Consigliere Culturale Eric Tallon. Più di trenta i titoli di questa edizione, vetrina esclusiva che racconta le storie e i volti del cinema francese contemporaneo con una programmazione diversificata nei generi come nei contenuti, che propone accanto al cinema d’autore e indipendente, la produzione popolare dai grandi incassi. A Roma sono quattro le sedi che ospiteranno la manifestazione: il Cinema Fiamma per la Sezione Novità e Anteprime, panoramica completata dalla trilogia dedicata ai temi della famiglia all’Institut français Centre Saint-Louis e un omaggio alla regista Solveigh Anspach presso l’Accademia di Francia a Roma – Villa Medici. Alla Casa del Cinema invece spazio a masterclass e incontri professionali.

I film, proiettati in versione originale, sottotitolati in italiano, sono presentati da autori e interpreti che saranno i protagonisti assoluti del festival.

mister_chocolat_1Il successo del cinema francese in cifre

Per il terzo anno consecutivo, nel 2015, il cinema francese celebra i suoi migliori risultati all’estero degli ultimi venti anni, superiori persino a quelli riscossi all’interno delle frontiere nazionali. Ad assicurarsi il primato per il 2015 sono gli spettatori dell’emisfero orientale, con l’Asia prima zona d’esportazione (28,9 milioni di entrate), seguita dall’Europa occidentale (25,6 milioni di entrate), l’America latina e l’America del Nord. L’Italia al top con 5,2 milioni di spettatori. Questi i numeri del successo: 100 milioni di spettatori oltre confine, 600 milioni di biglietti nelle sale straniere, il 20% delle entrate grazie al cinema di animazione, settore di punta del mondo audiovisivo. Non dobbiamo dimenticare che l’école des Gobelins è considerata a oggi la migliore scuola d’animazione al mondo, e altre 3 scuole di animazione francesi sono inserite nella top ten del 2015 dall’ACR (Animation Career Review). Dal Piccolo Principe, migliore successo d’animazione degli ultimi venti anni, a Taken 3, passando per La Famille Bélier, Qu’est-ce qu’on a fait au bon Dieu e Samba, è il trionfo del savoir-faire della creazione francese che si basa sull’offerta diversificata, la capacità di innovarsi e sperimentare, pur mantenendo una forte identità.

Chiara Mastroianni | la madrina

Madrina della VI edizione di RendeVous, una delle protagoniste più intense del cinema francese degli ultimi anni, interprete misteriosa e commovente, che incarna alla perfezione storie di perdite e rigenerazioni, sempre in bilico tra dramma e commedia, disincanto e leggerezza. Carte Blanche di tre titoli. Si parte dai maestri con Racconto di Natale (2008) di Arnaud Desplechin e 3 Cuori (2014) di Benoît Jacquot per arrivare all’anteprima di Good Luck Algeria (2015), opera prima, co-prodotta dai fratelli Dardenne, dell’attore Farid Bentoumi che con ironia ed emozione racconta una storia vera.

Film di apertura | Mister Chocolat di Roschdy Zem

L’attore e regista Roschdy Zem presenta, in anteprima a Roma, il suo ultimo film Mister Chocolat –  distribuito da Videa – ritratto del clown Chocolat, interpretato dall’intenso Omar Sy, affiancato dal talento di James Thierrée. Un tributo all’incredibile destino del primo artista nero di Francia, appassionato omaggio al mondo dello spettacolo della Parigi della Belle Époque. Premio Rendez Vous France 24.

Anteprime, focus, omaggi 

Sul fronte talenti emergenti, approda a Roma BANG GANG (une histoire d’amour moderne) – distribuito da Good Films – opera prima di Éva Husson, film scandalo di Cannes 2015,  dedicata a un’adolescenza “iperconnessa”, posta di fronte alla “prima volta” e ansiosa di superare i limiti. Ancora da Cannes, sezione Un Certain Regard, arriva MARYLAND – distribuito da Movies Inspired – di Alice Winocour, la regista di Augustine, questa volta alle prese con un thriller mozzafiato e originale, sullo sfondo di un mondo popolato da trafficanti d’armi e politici corrotti. Torna anche il cinema di Thomas Lilti, dopo l’ottimo esordio del racconto autobiografico di Hippocrate, con MÉDECIN DE CAMPAGNE, cronaca di un medico di provincia affidato alla maestria di François Cluzet. Ancora anteprima italiana per UN DÉBUT PROMETTEUR, commedia solare e poetica, giocata sugli opposti, firmata da Emma Luchini che dirige un cast in stato di grazia e lo stesso formidabile padre Fabrice… Mentre su un registro malinconico si posiziona Mikhaël Hers, alla sua seconda regia, con CE SENTIMENT DE L’ÉTÉ: un racconto tra Berlino, Parigi e New York, che esplora il dolore dell’assenza e l’emozione della vita che ritorna. Sceglie invece i toni della commedia l’attore e comico di origine iraniana Kheiron che, per la sua opera prima NOUS TROIS OU RIEN, rilegge la storia di famiglia e di un pezzo di storia iraniana con ironia ed emozione (Premio Reset 2016). Fitta la presenza di grandi autori nella manifestazione. In diretta dalla Berlinale 2016, anteprima italiana di SAINT AMOUR – distribuito da Movies Inspired – del duo iconoclasta Gustave Kervern e Benoît Delépine alla guida di un altro scatenato duo: Gérard Depardieu e Benoît Poelvoorde, in una commedia on the road sulle strade del vino, divertente, poetica e immensamente umana. Ancora dall’ultima berlinale arriva DES NOUVELLES DE LA PLANÈTE MARS – distribuito da Good Films – la commedia “malincomica” che il regista Dominik Moll affida ad un altro duo comico eccezionale:  François Damiens e Vincent Macaigne. Non poteva mancare sul filone di cinema di forte autorialità e di rinvenzione fantastica, la poetica unica del cinema di Michel Gondry che con MICROBE ET GASOIL – distribuito da Movies Inspired – sigla il suo inno all’amicizia, all’infanzia e alla libertà. Ancora un racconto di libertà, ma affidato alle forme di un cinema classico e storico, e alle cure della musica del maestro Ennio Morricone, il film di Christian Carion EN MAI FAIS CE QU’IL TE PLAIT, ispirato alle memorie sul gigantesco esodo che mise sulle strade otto milioni di francesi durante l’invasione tedesca. Sul fronte Focus una schiera di grandi autori che, dopo la presentazione nella Capitale, viaggeranno da sud a nord la penisola. Si parte da Benoît Jacquot, intellettuale serio e brillante insieme, dalla varia e ricca filmografia, maestro di un cinema depistante, indagatore dell’animo femminile, esploratore delle geometrie dell’amore e delle odissee dell’inconscio … Dopo la masterclass a Roma, al fianco di Chiara Mastroianni, incontrerà il pubblico alla Cineteca di Bologna per un focus a lui dedicato. Reduce da tre premi César, presenta a Roma il pluripremiato FATIMA, il regista Philippe Faucon, ospite anche di un focus a Palermo. Un incontro con il cineasta che, con una visione vibrante e tesa, depurata da spettacolarizzazione e stereotipi, ha saputo meglio raccontare i più variegati aspetti dell’emigrazione maghrebina in Francia, l’estremismo religioso e anche la forza dell’integrazione. Maestro della commedia agrodolce, regista di utopie e fantasmi, cantore ironico e dal tocco lieve dei capricci del desiderio e degli autoinganni, apprezzato dal pubblico italiano, Emmanuel Mouret presenta a Roma e a Napoli la commedia romantica CAPRICE. Dopo i successi di Molière in bicicletta e Le donne del 6° piano, torna in Italia il poliedrico regista Philippe Le Guay che, prima a Roma poi a Bergamo, presenterà il suo ultimo film FLORIDE – distribuito da Academy Two – una commedia dolce-amara sull’avanzare dell’età e l’intermittenza della memoria che vede nel cast uno strepitoso Jean Rochefort e una bravissima Sandrine Kiberlain. Non poteva mancare un omaggio Sólveig Anspach, la regista franco-islandese recentemente scomparsa, autrice di favole tragicomiche che esplorano turbamenti e spaesamenti intimi, spostamenti fisici e di senso, di personaggi alla ricerca di una seconda possibilità.

Arriveranno a Roma | LA DELEGAZIONE FRANCESE DI RDV 2016

Roschdy Zem, Chiara Mastroianni, Eva Husson, Emmanuel Mouret, Virginie Efira, Benoit Delépine, Gustave Kervern, Philippe Faucon, Philippe Le Guay, Dominik Moll, Christian Carion. Ad accompagnare il festival: la delegazione di UniFrance con la Direttrice Generale, Isabelle Giordano, il Presidente: Jean Paul Salomé, Gilles Renouard (Vice Direttore generale) e Maria Manthoulis (Responsabile dei festival e degli artisti).

bang-gang-une-histoire-d-amour-moderne_1I PREMI

NOVITÀ 2016 | PREMIO FRENCH CINEMA AWARD

Il 6 aprile, in occasione della serata di apertura della VI edizione di Rendez-vous, presso l’Ambasciata di Francia, sarà assegnato il French Cinema Award ad Andrea Occhipinti. Il premio sarà consegnato da Isabelle Giordano, direttrice generale di UniFrance e da Chiara Mastroianni, madrina della VI edizione del festival, durante la Serata di Gala sotto l’egida dell’Ambasciatrice di Francia, Catherine Colonna. UniFrance ha voluto così rendere omaggio ad una personalità dell’industria cinematografica italiana che ha contribuito alla promozione del cinema francese nel mondo. Andrea Occhipinti, attraverso Lucky Red, la società che ha fondato nel 1987, ha distribuito in Italia, fino ad oggi, più di 80 film francesi. Con la recente uscita de Il Piccolo Principe – film che Andrea Occhipinti ha anche coprodotto – che ha registrato più di 1 500 000 spettatori a oggi, la Lucky Red ottiene il suo maggior successo proprio con un titolo francese. Il premio, in cristallo, è stato realizzato dalla manifattura di Saint-Louis, fondata nel 1586, simbolo dell’eccellenza del savoir-faire francese.

 NOVITÀ 2016 | Premio RendezVous – FRANCE 24

France 24, il canale di informazione internazionale, celebra la sua missione di testata di informazione che sostiene la diversità e il confronto dei punti di vista, con un premio dedicato al cinema dell’impegno e delle storie, in collaborazione con il festival RendezVous. In occasione della proiezione di apertura, il Direttore della strategia e dello sviluppo della rete, Jean-Emmanuel Casalta, consegnerà al regista Roschdy Zem il premio France 24 “per aver regalato sullo schermo con limpidezza, passione e senso civile, la storia del clown Chocolat, prima artista nero della scena francese”.

 Premio Reset Dialogues 2016

Continua la collaborazione, per il quarto anno consecutivo, con l’associazione culturale internazionale Reset-Dialogues on Civilizations (www.resetdoc.org) che assegna un premio speciale all’autore capace di raccontare, grazie ad un uso personale del linguaggio filmico, un mondo plurale, che rinnova concetti quali: identità, diversità, dialogo, cittadinanza, dissenso, pluralismo. Il premio di questa edizione va a NOUS TROIS OU RIEN, opera prima dell’attore e comico Kheiron che reinventa la complicata e dolorosa storia personale della sua famiglia con ironia, emozione e fantasia. Il film sarà presentato a Roma e a Milano (dal 3 all’8 maggio) in occasione del Festival dei Diritti Umani (www.festivaldirittiumani.it), la nuova inziativa nata da Reset-Dialogues on Civilization.

EVENTI SPECIALI 2016

A moderare la masterclass del 6 aprile (Casa del Cinema, ore 17) con Benoit Jacquot e Chiara Mastroianni sarà Angela Prudenzi, critico, membro del comitato di selezione del Festival di Venezia. L‘incontro del 7 aprile (Centre Saint Louis, ore 19) con Chiara Mastroianni sarà moderato invece da Chiara Ugolini, giornalista de La Repubblica. Infine, sarà Carlo Verdone a presentare Ascensore per il patibolo di Louis Malle, l’11 aprile (Cinema Farnese Persol, ore 20.30), evento organizzato in collaborazione con la Cineteca di Bologna | Il cinema ritrovato.

 SPECIALE CINEMA RITROVATO – Ascenseur pour l’échafaud | Ascensore per il patibolo di Louis Malle

L’11 aprile presso il Cinema Farnese Persol, in collaborazione con la Cineteca di Bologna, viene presentato da un ospite d’eccezione Carlo Verdone il film: Ascenseur pour l’échafaud | Ascensore per il patibolo di Louis Malle, nella versione restaurata da Gaumont presso i Laboratoires Éclair a partire dal materiale originale conservato presso gli Archives Françaises du Film. L’elemento di partenza è stato il negativo camera di cui è stata effettuata una scansione 2K in immersione. Restauro sonoro eseguito da Diapason a partire dal negativo colonna 35mm. La tromba di Miles Davis non è mai stata più squillante…

 

Sito Ufficiale:

institutfrancais-italia.com

 

 

 

 

 

Al Teatro Spazio Uno di Trastevere “Polvere alla polvere”, di Robert Farquhar, per la regia di Gugliemo Guidi

Dal 16 marzo al 10 aprile da martedì a sabato ore 21 | domenica ore 18

Polvere alla polvere_Spazio Uno (1)Roma, 31 Marzo – Gli accadimenti di ogni singolo personaggio della pièce, si sviluppano in varie forme che si connettono tra loro simultaneamente, elaborando una molteplicità di significati e che permettono di rendere comprensibile, comunicabile e ricordabile il vissuto. La moderna drammaturgia, con questo nuovo “straniamento” dona alle emozioni un mezzo potente, suggestivo e più efficace d’espressione. Si “mette ordine”, si dà un senso attivo agli avvenimenti. Il “vissuto umano” dei personaggi diviene esprimibile, semplice e può essere, appunto ricordato.

Polvere alla polvere_Spazio Uno (2)La vicenda, una storia degli anni ’90, si sviluppa intorno al vissuto di tre non più giovani amici: “erano gli anni settanta”… Un’esistenza precaria, la loro, divenuta una “normale” condizione di vita. Tutto ha inizio per un “incidente”. Un episodio che nell’arco vitale dell’esistenza li costringe a fermarsi, a pensare; a portare in superficie determinati aspetti del carattere e della vita, destinati altrimenti a rimanere sepolti per sempre nella parte oscura della mente. Henry, Holly e Kevin, i protagonisti di “questa storia”, sono coinvolti emotivamente dalla morte di un loro comune amico, cercano spontaneamente di dare un significato, un senso a quello che gli è capitato. Ogni atto, ogni gesto che compiono diviene feedback, che rimanda ad un ricordo. Ognuno di loro è narratore e ascoltatore di se stesso. A prima vista non succede nulla, ma proprio come in un’opera di Pinter, la forza di questa pièce è la trama senza soluzione, apparentemente così lontana dalla vita reale di cui fa parte. Un mondo contemporaneo dove gli esseri umani sono costretti a combattere ogni giorno contro problemi sociali quali incomunicabilità, ingiustizia, violenza e si ritrovano rinchiusi nelle “stanze dell’oppressione”.

INFO E PRENOTAZIONI

Teatro Spazio Uno
vicolo dei Panieri, 3 – Roma
biglietto unico 10 euro

06 45540551 – 3498789634

Straordinaria apertura per il Melloblocco 2016 con il Reel Rock Film Tour

 I migliori film di avventura e arrampicata per il più grande raduno di arrampicata del mondo

Reel Rock al Melloblocco 2016Val Masino, 31 marzo 2016. Melloblocco 2016, il più grande raduno di bouldering e arrampicata del mondo, in programma in Val Masino dal 5 all’8 maggio, inizia a svelare il suo ricco programma. Partendo dal Reel Rock e dalla proiezione dei migliori film di avventura e arrampicata dell’anno: solo quattro gli appuntamenti in Italia e uno proprio in Val di Mello, giovedì  5 maggio alle ore 20:30, al Centro polifunzionale della montagna. Pareti immense, lavoro di precisione in montagna e storia dell’alpinismo: il Reel Rock Film Tour vi porta avventure entusiasmanti, piene di adrenalina e grandi momenti di arrampicata. Creato nel 2006 dai registi Josh Lowell (BIG UP Productions) e Peter Mortimer (Sender Films), tra i produttori più famosi al mondo, porta i migliori film di arrampicata a un pubblico live in tutto il pianeta.

I film in programma al Melloblocco 2016

A Line Across The Sky. La traversata del Fitz Roy è uno tra i traguardi più ambiti dell’alpinismo moderno. Un viaggio mozzafiato lungo sette cime diverse e quasi 4000 metri di arrampicata. Alex Honnold e Tommy Caldwell hanno anche capito che il tempo in Patagonia non è proprio come in California.

Dawn Wall: First Look. L’epico rush finale di Tommy Caldwell e Kevin Jorgeson per liberare il Dawn Wall ha fatto storia. Ha segnato la conquista arrampicatoria di una generazione e ha stregato il mondo intero, Reel Rock 10 vi presenta immagini esclusive dei momenti salienti durante il passo chiave della via.

Dean Potter Tribute. Dean Potter era l’avventuriero del verticale più iconico della sua generazione. Ha fatto parte delle famiglia del Reel Rock sin dal primo giorno, partecipando a film di culto come First Ascent, Fly or Die, The Nose e Valley Uprising. In seguito alla sua tragica morte lo scorso maggio, il tour gli renderà omaggio.

High and Mighty. High Ball Bouldering, dove una caduta potrebbe avere gravissime conseguenze, non è per i deboli di cuore. Aggiungete al tutto un altissimo livello di difficoltà e le cose potrebbero sfuggire di mano. Seguite la battaglia epica di Daniel Woods alla conquista della paura, mentre scala il blocco simbolo dell’High Ball, The Process.

Showdown at Horseshoe Hell. 24 ore di Horseshoe Hell (24HHH) è l’evento più selvaggio nel mondo dell’arrampicata, un mix di ultramaratona e Burning Man dove gli scalatori d’élite e novellini si sfidano sino all’ultimo in una lotta tra acido lattico e birra. Scherzi a parte, si tratta di una vera gara. Il team di Nic Berry e Mason Earle potrà reggere il confronto con il grandissimo Alex Honnold?

 

Intanto si conferma la vocazione internazionale del raduno in Val Masino, con oltre il 15% dei pre-iscritti stranieri, con Germania, Svizzera e Regno Unito a farla da padrone, mentre tra gli italiani i più numerosi sono milanesi, seguiti da romani e genovesi. E per tutti loro il Reel Rock sarà eccezionalmente gratuito. L’organizzazione rinnova l’invito per chi avesse anche solo l’intenzione di partecipare alla manifestazione di prescriversi su melloblocco.it/preiscrizione per potere preparare al meglio la logistica.

 

Dal 2004 il Melloblocco trasforma l’incantevole paesaggio della Val Masino e della Val di Mello in un luogo di aggregazione senza precedenti, grazie all’unione con la natura della Lombardia, regione a grande vocazione alpina, ad una organizzazione snella e alla formula non agonistica che offre a tutti la possibilità di arrampicare vicino ai campioni mondiali della disciplina. Arrampicata, musica, natura, stimolo alla conoscenza dei luoghi e divertimento in Valtellina per il più grande raduno internazionale di bouldering al mondo.   

Per ulteriori informazioni

[email protected]

www.melloblocco.it

www.facebook.com/melloblocco

http://twitter.com/MelloBlocco1

www.youtube.com/user/mellobloc

Erlebnis card: oltre 600 idee per le vacanze nella zona di Villach, nel cuore della Carinzia!

Per tutti gli ospiti della zona turistica di Villach – Lago di Faak – Lago di Ossiach un’occasione imperdibile per scoprire divertendosi e in piena libertà tutte le bellezze di questa regione della Carinzia

BIKE Region Villach Tourismus 2014-07-0731 Marzo – Con l’arrivo della tanto attesa bella stagione, la zona turistica di Villach – Lago di Faak – Lago di Ossiach, a sud della Carinzia, presenta un’offerta davvero unica, che permette di scoprire tutte le sue bellezze scegliendo tra centinaia di attività e iniziative per tutte le richieste. Stiamo parlando della nuova tessera Erlebnis CARD disponibile per tutti coloro che decideranno di passare le proprie vacanze in questo piccolo paradiso austriaco. Valida dal 2 maggio al 31 ottobre 2016, mette a disposizione per gli ospiti oltre 600 offerte e iniziative tra sport, natura e cultura. In omaggio gratuito a tutti coloro che soggiornano presso le strutture ricettive che aderiscono all’iniziativa, la tessera Erlebnis CARD prevede tre grandi programmi tematici: MAIRAD (maggio in bici), SOMMERAKTIV (estate attiva) e HERBSTGENUSS (delizie d’autunno).

copyright_Region Villach Tourismus_Faakersee_bikeESPERIENZE SENZA FRONTIERE SU DUE RUOTE

Nella zona turistica di Villach – Lago di Faak – Lago di Ossiach durante il mese di maggio tutto ruota intorno alla bicicletta. Si può pedalare in tutta sicurezza e piena libertà lungo le splendide piste ciclabili che si snodano lungo dolci colline attraversando un pittoresco paesaggio punteggiato da campi fioriti e laghi azzurri con il oro lidi balneari già aperti. Qui sarà davvero bellissimo fermarsi e sostare per riposarsi sotto i caldi raggi del sole, oppure osare un coraggioso tuffo nell’acqua ancora fresca (occorre aspettare l’estate per trovare temperature fino ai 28°!). Un’esperienza speciale sono le gite in bicicletta verso sud, ottima occasione per visitare le nazioni confinanti con la Carinzia. Uno degli itinerari più belli è sicuramente quello che parte da Tarvisio, a pochi chilometri da Villach, e raggiunge il lago di Ossiach. Un bus privato, con a bordo un “Radbutler” (il maggiordomo ciclistico di Villach che fornisce assistenza ai cicloturisti) porta gli ospiti oltre il confine. Da qui si segue pedalando il vecchio tracciato ferroviario della “Pontebbana”, dall’Italia, e si ritorna in Austria costeggiando i fiumi Gailitz (Silizza), Gail e Drava. Infine, passando ai piedi del castello di Landskron, si raggiunge la sponda occidentale del lago. Da maggio 2016 si potrà andare in bicicletta anche da Kranjska Gora (Slovenia) fino al Lago di Faak. Gli ospiti vengono accompagnati con il bus ciclistico (Radbus) in Slovenia, da dove, a seconda della propria  preparazione, possono ritornare al punto di partenza valicando la catena delle Caravanche oppure più tranquillamente passando per Tarvisio.

copyright_Region Villach Tourismus_Franz Gerdl_Naturpark DobraschA TU PER TU CON I CAMOSCI
Per gli amanti della natura, della montagna e dell’escursionismo, imperdibile è l’escursione nel Parco Naturale del Monte Dobratsch dove si possono osservare gli animali nel proprio habitat: un’avventura indimenticabile ideale per tutta la famiglia. Ci si ritrova al parcheggio Rosstratten da dove poi si parte al mattino presto accompagnati da un guardaparco. Si prosegue attraversando il vasto altopiano sommitale del monte di Villach per raggiungere la nuovissima piattaforma panoramica “Gams- und Gipfelblick”, da dove si gode un panorama mozzafiato che spazia dagli Alti Tauri alle Alpi Giulie. Una volta qui, non resta che alzare lo sguardo verso il cielo e ammirare il leggiadro volteggiare delle aquile reali. Ma non solo, con un po’ di fortuna si potranno avvistare il gallo cedrone, il gallo forcello e anche alcuni esemplari di camosci. La discesa passa infine lungo il sentiero geologico fino alla capanna 10er-Haus dove è possibile avere informazioni e curiosità sul parco naturale, oltre che gustare con un buon bicchiere di vino o di succo di mele del parco.

copyright_Region Villach Tourismus_Faakersee_ (3)QUANDO IL SILENZIO REGNA SUL LAGO
Il Lago di Faak con le sue acque color turchese e l’idillica isoletta è uno dei luoghi più belli della zona. Quando sulle sponde regna il silenzio, questo bellissimo lago sprigiona un fascino davvero unico: le canoe scivolano silenziose sull’acqua ferma e offrono l’occasione di scoprire il paesaggio incorniciato da possenti montagne; l’aria è solcata dai voli delle libellule, nell’acqua guizzano lucci e carpe che accompagnano le imbarcazioni mentre si pagaia esplorando il sinuoso sentiero che si snoda tra i canneti. Le escursioni in canoa possono essere fatte individualmente o accompagnati dalle guide del Kajak Center Faaker See, un’esperienza davvero suggestiva. Il programma estivo comprende corsi di kajak e stand-up paddling sia sul lago di Faak, sia sul lago di Ossiach.
ESPERIENZE CON TUTTI I SENSI

copyright_Region Villach Tourismus_Kinder  Arriach_1La nuova tessera Erlebnis CARD della zona turistica di Villach – Lago di Faak – Lago di Ossiach offre un programma molto vario sia per gli adulti che per tutta la famiglia. Per i bambini una delle esperienze più curiose e indimenticabili è sicuramente la giornata nel bosco: a piedi nudi o con gli occhi bendati, i bambini imparano a scoprire la natura che li circonda non solo con la vista ma anche con l’olfatto, l’udito, il tatto e il gusto. Un modo unico attraverso il quale si scoprirà un nuovo, affascinante mondo.  Chi lo desidera, può caricare sulla stessa tessera anche i servizi della Kärnten Card, relativa a tutta la Carinzia, assicurandosi così libero accesso anche a oltre 100 mete turistiche in tutta la Carinzia. La Kärnten Card, è valida dal 10 aprile al 26 ottobre 2016 per un periodo di una, due o cinque settimane.

Il programma completo della Erlebnis CARD  è disponibile al link:
https://issuu.com/regionvillach/docs/erlebnis_card_folder_it

Per informazioni: www.region-villach.at 

Alpe di Siusi Balance

A maggio e giugno 2016, l’altipiano più grande d’Europa diventa una palestra per ritrovare il contatto con la natura e l’equilibrio del corpo e dell’anima. Con tante attività tra le Dolomiti.

image00131 Marzo – L’aria è pura, i fiori decorano le praterie d’alta quota, i boschi si rinvigoriscono e cresce la voglia di stare all’aria aperta, abbandonare subito computer ed uffici e ritrovare il contatto con la natura, quell’equilibrio tra mente e corpo che fa stare tanto bene. Palestra di attività sotto il cielo delle Dolomiti (Patrimonio Mondiale UNESCO) è l’area vacanze Alpe di Siusi (Seiser Alm/Südtirol), universo per escursionisti e per amanti degli sport tra le vette per eccellenza, meta speciale del programma “Alto Adige Balance” con tante iniziative open air. I 20 tracciati del Running Park Alpe di Siusi invitano, infatti, ogni giorno a correre lungo 180 km toccando punti panoramici esclusivi, e tanti sono i percorsi per passeggiare, per praticare trekking o andare in mountain bike in totale libertà. Così dal 1° maggio al 26 giugno 2016, l’area vacanze Alpe di Siusi è all’insegna della ricerca dell’ equilibrio, con originali esperienze guidate Balance.

 LUNEDÌ

Gli amanti della corsa, tutti i lunedì di maggio e di giugno fino al 20, possono partecipare all’”Analisi ortopedica del piede e consigli dell’attrezzatura giusta” a Castelrotto, dove un coach darà consigli personalizzati sulle scarpe più adatte per correre, con la possibilità di fare test e di capire quali sono le calzature migliori per ognuno per praticare sport e sentirsi bene.

MERCOLEDÌ
Tutti i mercoledì dal 4 maggio al 22 giugno, si può prender parte ad un’emozionante“Corsa nel bosco”, con metodi di allenamento su terreni diversi. L’appuntamento è a Tires al Catinaccio. Da qui partirà la corsa tra gli odori e le essenze del Parco Naturale Sciliar-Catinaccio a seguito di un esperto, che darà i consigli giusti sui corretti metodi di allenamento di ognuno e sull’importante rapporto tra dinamicità e qualità della vita.

 GIOVEDÌ

Super rilassante, ma anche ideale per iniziare la giornata con energia, è il programma de“I cinque tibetani®”, una sequenza di 5 esercizi per ristabilire l’armonia del corpo e dello spirito, coordinando movimenti, respirazione, percezione dei muscoli. L’incontro è la mattina presto di ogni giovedì di maggio fino al 23 giugno aCastelrotto, per poi raggiungere il Monte Calvario immersi nei suoni della natura. Il prezzo è di 7 euro a persona. L’equilibrio del corpo va di pari passo con quello del palato. Per questo giovedì 26 maggio e per ogni giovedì fino al 23 giugno, a Castelrotto va in scena uno speciale “Corso di cucina” basato sull’alimentazione sana per sportivi. I cibi sani contribuiscono infatti a mantenersi in forma, bruciando i grassi e sviluppando i muscoli. Dopo aver ascoltato i consigli dell’esperto, uno chef preparerà con gli ospiti il pasto ideale, che potrà essere degustato in giardino o in una stube

 VENERDÌ

Il momento più rigenerante per correre all’aria aperta è senza dubbio alle prime luci dell’alba, che tra le Dolomiti offre uno spettacolo inestimabile. Si parte il venerdì (dal 6 maggio al 24 giugno) da Siusi allo Sciliar per respirare aria salubre e scoprire passo dopo passo il mondo naturale che si risveglia. Dopo la corsa, si fa ginnastica e poi colazione su un bellissimo punto panoramico.

 SABATO

Mens sana in corpore sano”. Il celebre detto latino si sperimenta sulla propria pelle ogni sabato di maggio fino al 25 giugno a Fié allo Sciliar, con una corsa su terreni diversi che insegna ad avere percezione del proprio corpo e a trovare la giusta coordinazione nel movimento. A partire dal paese, i partecipanti correranno a seguito di un trainer intorno alla collina S. Pietro su un percorso variegato. Tranne il corso di cucina e “I cinque tibetani®”, tutti gli appuntamenti per quanti prenotano scegliendo un hotel, agriturismo o B&B dell’area vacanze Alpe di Siusi che aderiscono a “Alto Adige Balance” sono gratuiti. L’elenco ed ulteriori informazioni si possono trovare qui: http://www.seiseralm.it/balance

Italia – Oman: videoconferenza per pmi con Ministro Guidi

All’incontro erano presenti numerosi  rappresentanti di imprese e associazioni di categoria affiancate da ICE, SACE, Simest, Unioncamere ed ENEA

oman_PMI_MiSERoma, 31 marzo 2016 – Creare nuove opportunità di business per le pmi italiane in Oman, un Paese con il quale i rapporti economici sono in forte e costante crescita (interscambio di 728 milioni di euro nel 2015 con un aumento del 58,3% rispetto al 2014): questo l’obiettivo della prima videoconferenza tra le piccole e medie aziende italiane e omanite aperta stamattina dal ministro dello Sviluppo economico Federica Guidi in collegamento con il  ministro del Commercio e dell’Industria del Sultanato, Ali bin Masoud Al Sunaidy che la stessa Guidi aveva incontrato nel corso della sua missione a Mascate nel novembre dell’anno scorso. All’incontro erano presenti numerosi  rappresentanti di imprese e associazioni di categoria affiancate da ICE, SACE, Simest, Unioncamere ed ENEA. Al centro della videoconferenza le possibilità di accordi tra aziende italiane e omanite nei settori del turismo e dei parchi di divertimento, della chimica industriale, dell’industria agroalimentare e ittica, dei macchinari (trasformazione e packaging), del settore minerario (compresi pietre e marmi), delle energie rinnovabili e della cosmetica. Il ministro Guidi ha ricordato nel suo intervento che in Italia ci sono 4,4 milioni di pmi che rappresentano il 99,9% delle imprese nazionali, l’80% dell’occupazione e il 67% del valore aggiunto prodotto ogni anno. La metà delle esportazioni italiane verso l’Oman è costituita da macchinari seguiti da tubi (12%) mentre le importazioni sono rappresentate per il 40% da materie prime e pere il 29% da prodotti in acciaio. Le aziende italiane operanti in Oman – ha ricordato il ministro – sono già impegnate in settori come la costruzione di strade, ospedali, aeroporti, porti, ferrovie, acquedotti e dighe. Particolarmente interessanti per le pmi italiane sono gli obiettivi del nono  Piano di sviluppo quinquennale dell’Oman che incoraggia lo sviluppo dell’industria manifatturiera, della logistica, del turismo, della pesca e dell’attività mineraria.

Progetto “Programma il futuro” Scuola di coding e informatica

Consiglio Giovani e Sportello Eurodesk informano

Progetto “Programma il futuro”Cori, 31 Marzo 2016 – Sono già 600.000 studenti, circa 30.000 classi, oltre 9.000 insegnanti e più di 3.000 scuole che stanno partecipando al secondo anno del progetto triennale “Programma il futuro”, pensato per fornire a studenti e insegnanti strumenti per l’introduzione strutturale nelle scuole dei concetti di base dell’informatica. Cifre raddoppiate rispetto allo scorso anno scolastico, con un’ampia partecipazione delle scuole primarie (53% del totale degli iscritti al progetto), un’adesione in crescita delle secondarie di I e II grado (rispettivamente 31% e 15%) e l’obiettivo di arrivare a coinvolgere entro la fine dell’anno scolastico 1 milione di studenti. E’ quanto emerge dal monitoraggio del secondo anno del progetto “Programma il Futuro”, effettuato tra settembre 2015 e gennaio 2016. La materia più insegnata dai docenti che hanno iscritto le proprie classi al progetto è matematica, col 53,9%, seguita da scienze (39,3%), informatica (35,3%) e tecnologia (31,3%). Nell’ambito di “Programma il Futuro” è inserito anche il concorso Codi-Amo, finalizzato a sensibilizzare gli studenti alla riflessione sullo sviluppo del pensiero computazionale, fornendo loro l’opportunità di cimentarsi con forme di espressione originali e stimolanti. Gli insegnanti, di scuole sia statali che paritarie, primarie e secondarie di I e II grado, hanno tempo fino al prossimo 3 aprile per iscrivere le proprie classi, scegliendo una delle due categorie previste per gli elaborati da presentare: tecnologica o tradizionale. I vincitori saranno premiati con supporti informatici per le attività didattiche e buoni scuola. Maggiori informazioni su http://www.corriereuniv.it/cms/2016/03/a-scuola-di-coding-e-informatica-oltre-600-mila-studenti-coinvolti-nel-progetto-programma-il-futuro/

Fonte: Eurodesk Italy – www.eurodesk.it

 

Cori, Progetto Piedibus: bando per la selezione di 6 volontari

Possono partecipare giovani disoccupati o studenti tra i 18 e i 35 anni e donne tra i 35 e i 50 anni disoccupate. Riceveranno un buono pasto/voucher di 4 euro per ogni giorno di attività. Domande entro il 15 Aprile.

 

PIEDIBUSCori, 31 Marzo 2016 – In vista della riattivazione del Progetto Piedibus, l’Amministrazione comunale di Cori – Assessorati all’Ambiente e alle Politiche Sociali – ha predisposto un bando per la selezione di 6 volontari (2 per il percorso di Giulianello, 2 per quello da Cori monte, 2 per l’altro da Cori valle) da impegnare la mattina, dal lunedì al venerdì, per una trentina di minuti, nell’accompagnamento a piedi dei bambini a scuola. Per questa attività di volontariato riceveranno ogni giorno un buono pasto/voucher dal valore di 4 euro da spendere nei supermercati del territorio. Possono presentare domanda i giovani disoccupati o studenti tra i 18 e i 35 anni e donne tra i 35 e i 50 anni disoccupate. In entrambi i casi è richiesto almeno un diploma di scuola superiore, preferibilmente di liceo psico-pedagogico e scienze umane. I moduli possono essere ritirati presso i Servizi Sociali del Comune di Cori e presso la Delegazione comunale di Giulianello, tutti i giorni, in orario d’ufficio. Dovranno poi essere riconsegnati presso il Protocollo generale del Comune di Cori entro e non oltre le ore 12:00 del 15 Aprile 2016, con allegata la documentazione richiesta. Il Piedibus, approvato dalla Giunta di Tommaso Conti già nel 2011, per iniziativa dell’allora Ass.re all’Ambiente Enrico Bernardini, è rivolto agli alunni della scuola primaria di Cori (Virgilio Laurienti) e Giulianello (Don Silvestro Radicchi). In collaborazione con l’Istituto Comprensivo Statale «Cesare Chiominto» si punta ad incentivare la mobilità sostenibile per una migliore qualità della vita. L’autobus che va a piedi parte ad orario da tre diversi capolinea (Giulianello, Cori monte, Cori valle) e arriva a scuola seguendo un percorso stabilito e protetto, facendo salire a bordo i passeggeri alle varie fermate lungo il tragitto. Due adulti, un autista e un controllore, guidano e chiudono la fila. Il bus umano consente di andare a scuola in modo sano, sicuro, divertente ed ecologico, promuovendo una buona prassi per rendere la città più vivibile, meno inquinata e pericolosa. Percorrendo a piedi le strade del paese aumenta l’autostima, si possono riscoprire i quartieri e diventare pedoni responsabili, favorendo il movimento fisico e la socializzazione tra gli studenti che arrivano a lezione svegli e pimpanti. Facilita l’apprendimento della corretta circolazione stradale e aiuta a decongestionare il traffico, con un piccolo ma significativo apporto alla riduzione dell’inquinamento atmosferico ed acustico.

Cori: corso di formazione per insegnanti sul tema dei ‘Disturbi dello spettro Autistico’

Vi partecipano i docenti delle scuole dell’infanzia, primaria e secondaria inferiore. Verranno forniti loro conoscenze e strumenti per rispondere alle specifiche esigenze educativo – didattiche degli alunni con autismo

GIORNATA AUTISMOCori, 31 Marzo 2016 – Sono iniziati gli incontri di formazione sul tema dei ‘Disturbi dello spettro Autistico’, il nuovo ciclo che vede impegnati ancora una volta l’Assessorato alle Politiche Sociali e i Servizi Sociali di Cori, insieme all’Istituto Comprensivo Statale ‘Cesare Chiominto’. Il corso, rivolto agli insegnanti dell’infanzia, della primaria e della secondaria inferiore di Cori e Giulianello, è tenuto dalla psicologa specializzata del Servizio di Integrazione Scolastica del Comune di Cori. Il progetto rientra nei momenti formativi rivolti ai docenti per l’aggiornamento e la conoscenza di alcune tematiche rilevanti per lo svolgimento del loro lavoro quotidiano. L’iniziativa si sta svolgendo a cavallo della Giornata Mondiale della Consapevolezza dell’Autismo, istituita dalle Nazioni Unite nel 2007 e che si celebra il 2 Aprile per sensibilizzare su questa disabilità, promuovere la ricerca e il miglioramento dei servizi e contrastare la discriminazione e l’isolamento. Le lezioni presso la ‘Virgilio Laurienti’ saranno occasione di approfondimento teorico/pratico sui Disturbi dello spettro Autistico. Ai partecipanti verranno forniti utili suggerimenti per lavorare in modo adeguato ed efficace sugli aspetti caratteristici degli alunni autistici, programmando ed attivando azioni concrete e rispondenti alle loro particolari esigenze educativo-didattiche. Un’ulteriore tappa del percorso di collaborazione tra l’Amministrazione comunale e la Scuola, al fine di costruire una rete operativa sinergica che abbia al centro il bambino intenso come cittadino e come studente al quale garantire la personalizzazione dell’insegnamento in base alle sue specifiche necessità, offrendo al corpo docente gli strumenti utili all’attuazione di questo principio/diritto sancito dalla legge. Secondo il Censis, infatti, l’Italia è tra i Paesi europei che investono meno nella protezione sociale delle persone con disabilità. La carenza di preparazione riguarda spesso scuole e terzo settore, impedendo alle persone autistiche di avere pari opportunità educative e di sviluppo professionale. Il Comune e la Scuola di Cori, dal confronto tra esperti ed educatori, puntano a far emergere strategie comuni d’insegnamento utili alla vita scolastica di ciascun alunno.

In Uscita “Il tuo viaggio è ora”, la Guida per la Scoperta di Noi Stessi e del Mondo

Giovedi 1 Aprile 2016 esce in tutt’Italia e online “IL TUO VIAGGIO E’ ORA”,  il libro di Raffaele Cammarota che vuole guidare ad una maggiore conoscenza di noi stessi, degli altri e del mondo in un percorso di continuo miglioramento

ImageProxyRoma, 31 marzo 2016 – Vivere nel momento presente e godersi la vita. Imparare ad acquisire consapevolezza, positività, coraggio e carisma. Sono questi gli ingredienti di “Il tuo viaggio è ora”, l’ultimo libro, in uscita l’1 di Aprile, di Raffaele Cammarota e affascinante capitolo conclusivo della vincente Trilogia del viaggio che ci riaccompagna nel magico mondo della conoscenza di noi stessi, degli altri e del mondo. Come di consueto Cammarota non propone “ricette” preconfezionate o “compiti a casa” ma illuminanti spunti di riflessione e chiavi fondamentali per poter intraprendere il proprio unico e irripetibile percorso di miglioramento personale verso l’espressione massima delle proprie potenzialità. Alternando sapientemente ironia e profondità di concetti, consigli pratici e linguaggio metaforico, “Il tuo viaggio è ora” lascia un segno indelebile nell’animo del lettore, e si offre come un vademecum essenziale per capire finalmente che siamo solo noi gli artefici della nostra felicità e i creatori del sogno della nostra vita. Per comprendere che l’importante non è la meta finale, ma ciò che proviamo durante il viaggio. Perché la felicità non è un sentimento o un’emozione, ma una decisione da prendere ogni giorno. L’AUTORE Raffaele Cammarota, lucano di nascita, vive tra Scalea (Cs) e Satriano di Lucania (Pz). Laureato in Economia. Comunicatore, scrittore, docente. Ideatore e direttore del progetto multimediale “Pianeta SUD, studia e approfondisce le conoscenze in materia di crescita personale, comunicazione strategica, Pnl, motivazione, autostima, scienza dell’alimentazione, biometereologia, filosofia Zen. Riconoscibile per il suo stile creativo, autoironico e anticonvenzionale, dopo il clamoroso successo dei primi due libri “Vuoi vivere o sopravvivere?”, tradotto anche in inglese, e “Autore della tua vita”. “Il tuo viaggio è ora” si propone come terzo e conclusivo capitolo della “Trilogia del viaggio”

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]