Il vino doc è un affare da vip

By 21 giugno 2014Arte & Cultura

Vino(5)L’enologia a cinque stelle è una passione coltivata da personaggi famosi


di Francesca Rossetti

Roma, 21 giugno – Chi per diletto, chi come passatempo o come nuovo impiego post ritiro dalle scene, nei ristoranti ed enoteche italiane girano sempre più frequentemente i vini dei volti famosi del piccolo e grande schermo, dello sport e della cultura. Il primo ad occuparsi di è stato Mick Hucknall, leader e fondatore del gruppo pop inglese dei Simply Red, che in quel di Sant’Alfio di Catania ha fondato l’azienda denominata, neanche a farlo apposta, “Il Cantante”, e che produce ben tre tipologie già andate a ruba per le prime due edizioni: il Nero d’Avola(venduto attraverso il Banco di Sicilia), l’Etna Rosso e il Bianco . In tempi più recenti ecco arrivare Leonardo Tumiotto dall’Isola dei Famosi, che in provincia di Treviso, presso l’azienda “Antiche Vigne”, produce ben tre vini bianchi e tre rossi, l’ideale per pasti a base di carne e pesce. Altri vignaioli del mondo dello sport sono Nicola Legrottaglie, difensore della Juventus e campione del mondo, Daniele Tombolini, ex arbitro e commentatore sportivo ora dedito alla campagna a Loreto (An), Carlo Liedholm, figlio dello scomparso Nils, che porta avanti l’azienda fondata dal padre vicino ad Alessandria, Francesco Moser, produttore in provincia di Trento, l’ex terzino azzurro Paolo Rossi ad Arezzo, il campione di apnea mondiale Gianluca Genoni e i due fuoriclasse della Formula Uno Jean Alesi e Jarno Trulli di Pescara. Altri due calciatori hanno da poco debuttato come enologi: il primo è Leo Messi, attaccante del Barcellona I vini sono prodotti a Mendoza(Argentina), loro Paese natale, e si chiamano Leo Torrontés, Leo Malbec, Leo Malbec Premium ed Extra Brut (Chardonnay e Pinot nero). Anche il nazionale , centrocampista della Juve è produttore a Flero (Brescia), aiutato dal padre Luigi nella tenuta di Cipriano del Colle dove già il nonno produceva rosso. Entro il 2014 sorgerà un agriturismo e al momento la famiglia Pirlo produce 40mila bottiglie l’anno e si dedica alla coltura biologica; i vini prodotti sono il Nitor, bianco a base di uve Trebbiano, il rosato Eos a base di Sangiovese, il Barbera, il Marzemino e il Merlot. Ultima variante nata da poco è il rosso Redeo mentre il rosso di punta si chiama Arduo. Nel mondo del cinema la regista Lina Wertmuller produce un eccellente spumante a Rodendo Saiano, in Franciacorta, mentre Ornella Muti gestisce un’azienda a Lerma (Alessandria) e il suo Dolcetto d’Ovada è presente in tutti gli autogrill sul’autostrada Voltri – Sempione. Stefania Sandrelli e Giovanni Soldati, nella zona di Siena, producono il Chianti doc “Acino d’uva”, vicino ad Adriano Celentano e Claudia Mori, diventati vignaioli provetti. L’attore americano si è invece cimentato nel Brunello di Montalcino con una propria linea esclusiva del famoso rosso toscano denominata “Le Lucere”, raffinato cru annata 2007 prodotto dalla Tenuta San Filippo di Montalcino e che sarà spedito negli Usa come “private label”, ossia vino a marchio privato.  L’attrice francese Carole Bouquet invece è sull’isola di Pantelleria, e il suo “Sangue d’oro” è fra i vini maggiormente apprezzati in Sicilia; Diego Abatantuono produce il “Rosso Abatantuono” in provincia di Lucca, mentre Christopher Lambert, nella regione del Rodano, ha realizzato il “Cotes du Rhone” già presente nei ristoranti parigini di lusso. Il primo della lista è stato il regista americano Francis Ford Coppola, oltre 20 anni fa, e il suo vino è l’eccellenza presente sulle tavole di Hollywood. Albano Carrisi, nel mondo della musica, nella sua tenuta di Cellino San Marco (Brindisi) produce un bianco Sauvignon e Chardonnay denominato “Felicità” e un rosso da invecchiamento, “Nostalgia”, dai nomi di due suoi grandi successi, mentre Ron, originario di Pavia, produce un rosso ed un bianco Igt proprio in questa zona e li ha battezzati “Fracent’anni”. Sting vive da sempre vicino a Firenze e produce un Chianti che va per la maggiore anche in Inghilterra, mentre oltreoceano la cantante Madonna già da tempo si dedica all’enologia e sotto l’etichetta “Confessions”, dal nome di un suo recente tour, racchiude ben 4 diverse tipologie di vino: Cabernet Sauvignon, Unwine, Barbera del Piemonte e Pinot Grigio. Gianna Nannini, senese doc, ha acquistato la sua tenuta “La Certosa” sulle colline della città del Palio per la produzione di Sangiovese.  Dalla musica alla moda italiana: lo stilista Ottavio Missoni produce un Barolo Doc di alta qualità, mentre Mila Schon e suo marito Giorgio, uomo immagine della Ferrari, hanno messo in commercio un vino bianco, “Mimosa” ed uno rosso, “Palo Alto”, prodotti nella tenuta Colle Manora a Quargnento(Al). Richard-Gere-vino-di-lussoAnche Donato Lanati, uno dei massimi enologi del mondo, abita lì vicino, mentre Renzo Rosso della Diesel ha invece realizzato “Bianco di Rosso”, già salito alle ribalte internazionali e prodotto a Marostica (Vc), seguito a ruota da Vittorio Giulini della Liolà spa, specializzata nella produzione di abbigliamento femminile in jersey, che nella sua tenuta “La Marchesa” a Novi Ligure produce un bianco d’eccezione, il “Gavi” DOCG, esportato in tutta Europa e presente nella ristorazione Vip e in 190 punti vendita nel mondo. Di recente si sono aggiunti il Gavi etichetta nera, il Monferrato rosso DOC e lo Chardonnay Brut Piemonte DOC, oltre ad una seconda sede a Frascati (Roma) denominata “Tenuta di Pietra Porzia” per la produzione del Regillo etichetta bianca ed etichetta nera. Cavalli Tenuta degli Dei è un marchio Roberto Cavalli che si occupa della produzione e della distribuzione di vino, nato a fine anni ’90. Il vino Tenuta degli Dei è realizzato nelle cantine di Pieve di SanLeolino, nei pressi di Panzano in Chianti(Fi). Il brand è associato oltre che a Roberto Cavalli, anche al figlio Tommaso. Ultima in ordine di tempo ma non per importanza Elenoire Casalegno che produce vino nelle campagne ravennati, sua zona d’origine, mentre Massimo D’Alema starebbe cercando un vigneto nelle campagne romane per dare sfogo alla sua creatività enologica.  Gad Lerner e la moglie Umberta, già produttori da tempo, hanno ottenuto un prestigioso risultato per coloro che si occupano di vino: i tre bicchieri del Gambero Rosso per la barbera Barabba del 2004, il tutto dalla loro tenuta nel Monferrato. Paolo Panerai, l’editore di Milano Finanza e Class, considera la vigna il suo hobby preferito e passa molto tempo fra le viti di Castellare di Castellina, nel Chianti, e a Frassinello in Maremma, con Rotschild – Chateau Lafite e cascina disegnata da Renzo Piano, per la serie “i vini a 5 stelle”.  Nel mondo dell’enologia internazionale non possiamo dimenticare il “Brunello di Montalcino” che figura fra i tre vini italiani premiati di recente al “Dream wines” assieme a Sassicaia e Barbaresco Gaja, in compagnia di cinque vini francesi: Chateau Petrus, Chateau Margaux, Romane e-Conti, Dom Perignon e Chateau D’Yquem, reputati i migliori in assoluto come modelli imprescindibili di riferimento. foto-pirloPer quanto riguarda i territori di produzione, ecco i premiati: Barolo, Montalcino, Bordeaux, Champagne, Chianti Classico, mentre sono stati esclusi California, Australia, Cile e Sudafrica, reputati Paesi con una troppo breve esperienza alle spalle.  Il Brunello di Montalcino Biondi Santi Tenuta Grappo è considerato il capostipite di tutti i Brunelli ed è nato alla fine del 1800 grazie alle geniali intuizioni di Ferruccio Biondi Santi: non a caso il Wine Spectator, “Bibbia” del vino Usa, ha eletto come unico vino italiano fra i 12 maggiori del novecento proprio il Brunello di Montalcino 1955 prodotto presso la Biondi Santi Tenuta Grappo, questo a sottolineare il posto d’onore che l’Italia occupa nel panorama dell’enologia mondiale. Presso il castello di Potentino, a Saggiano(Gr) l’ex ballerina e fotografa inglese Sally Green, nipote acquisita del celebre commediografo Graham, e la figlia Charlotte hanno trasformato l’antico maniero in un moderno relais con annessa azienda agricola dove si producono olio e vino sangiovese denominato Piropo e premiato al Vinitaly. La padrona di casa è molto soddisfatta: “Vengono giovani da tutto il mondo, visitano il castello e lavorano alla raccolta e pigiatura dell’uva e delle olive e in falegnameria, poi alla sera ci ritroviamo tutti insieme per un’allegra tavolata. Il mio obiettivo principale è quello di far conoscere i prodotti tipici dei monti Amiata e le antiche tradizioni contadine”.   Ultimi della serie l’attore Johnny Depp, che vive da tempo in Provenza e produce già da tempo un bel rosso per la sua famiglia che a breve sarà disponibile sul mercato, e la ballerina Sara Di Vaira, insegnante a “Ballando con le Stelle” che a Bolgheri(Li) gestisce l’azienda agricola di famiglia nella quale si producono circa 8000 bottiglie di olio e 10.000 di vino fra rosso, bianco e rosé all’anno. L’attrice americana Drew ha recentemente firmato un vino proveniente dai vigneti ai piedi delle Alpi. Il Pinot Grigio Delle Venezie I.G.T. “” è prodotto dall’uva del 2011 nel territorio del Triveneto e distribuito dall’azienda californiana Wilson Daniels.Barrymore2 Il bianco è fatto fermentare e affinare in botti di acciaio inox ed è stato pensato a immagine e somiglianza della sua musa: colore chiaro, sapore fruttato, e gusto fresco e vivace. Drew ha scelto un Pinot Grigio e il Nord est italiano, dato che i vigneti si trovano ai piedi delle Alpi orientali. “Il vino ha sempre a che fare con il viaggio – recita la didascalia di presentazione del Pinot Grigio Barrymore -. Ogni amante del vino sarà d’accordo. La scoperta di nuovi vini, nuove regioni e nuove vendemmie è ciò che rende il vino emozionante tanto per i principianti quanto per gli appassionati. Amante dei vini freschi, fruttati e bianchi, la Barrymore ha creato un vino che rispecchia il suo stile e la sua personalità: fresca, frizzante e divertente. antonio_banderas_vinoLa regione di produzione è l’angolo nord-est d’Italia, l’area del Triveneto, composta da tre regioni: Friuli Venezia Giulia, Trentino Alto Adige e Veneto. Queste regioni si trovano appena sotto le Alpi e sono note per la produzione di vini freschi, frizzanti e bianchi”. Il Pinot Barrymore ha un colore paglierino, con note di agrumi freschi e sapori di albicocca. Nella produzione di ottimo vino anche i musicisti Dave Matthews, che produce un prelibato vino a Charlottsville, in Virginia, dal gruppo AC/DC che ha realizzato 4 tipologie di vino diverse in Australia, e i Train di San Francisco che hanno appena realizzato “California 37”, un Cabernet Sauvignon L’attore Dan Aykroyd  si occupa di vini e tequila in Canada e Antonio ha inaugurato la tenuta “Anta ” con sede nella Ribera del Duero, vicino a Madrid.  Ultimi in ordine di tempo il chitarrista Carlos Santana che ha da poco realizzato “Supernatural”, vino rosé con uve della California, il cantante Bob Dylan che produce “Planet Waves” nella fattoria Le Terrazze di Numana (An) e l’imprenditore della ristorazione Joseph Bastianich che possiede 35 ettari di vigneti sui colli orientali del Friuli Venezia Giulia.

Lascia un commento