Connect with us

Ambiente & Turismo

Verona, successo per la festa della vendemmia alla cantina Ederle

Pubblicato

il

Tempo di lettura: 2 minuti

“Cantine Aperte in Vendemmia”, un grande evento per gli enoturisti tra tradizione e innovazione, usanze e costumi popolari

pigiatura modRoma, 17 settembre – Domenica 14 settembre  alla Cantina Giovanni Ederle, sulle Torricelle a Verona, numerosi enoturisti si sono riuniti per festeggiare l’inizio della nuova vendemmia. Il clima era ottimale: cielo limpido e azzurro, sole caldo e splendente accompagnato da una leggera brezza rinfrescante. Il gruppo di curiosi, guidato dall’enologa Silvia Baratella coetanea di Giovanni Ederle (27 anni, ndr.), ha accolto con entusiasmo l’opportunità di visitare e conoscere la piccola azienda veronese. Gli ospiti si sono lasciati condurre in un viaggio tra innovazione e tradizione: passando attraverso il vigneto e la fattoria, sono stati accompagnati fino in cantina dove, una volta spiegati i processi produttivi e la filosofia dei vini “Giovanni Ederle”, si sono accomodati nell’aia della casa padronale, trasformata per l’occasione in una grande pista da ballo.  Profondo e coinvolgente il momento di preghiera quando Don Luciano, parroco di San Mattia, ha letto delle preghiere e ha concluso con la benedizione del raccolto e della cantina.  A seguire il Gruppo Ricerca Danze Popolari di Verona ha animato la festa con un’esibizione resa ancora più speciale dalla pigiatura delle uve con i piedi, proprio come un tempo, ad opera di tre giovani collaboratrici dell’azienda. Ma non finisce qui! Coinvolti dallo spirito agreste e festaiolo, ospiti di tutte le età si sono messi in gioco: in un attimo la pista si è riempita di gente, chi provava a pigiare l’uva, chi imparava nuovi passi, chi riscopriva la propria anima bucolica e ballerina. Carne alla brace e ovviamente vino hanno concluso in bellezza questa domenica di festa, lasciando un ricordo speciale nei cuori dei partecipanti e degli organizzatori.