Connect with us

Cinema & Teatro

Valnerina: torna la rassegna “La Voce della Terra”, tra musica, turismo, cultura e natura

Pubblicato

il

Tempo di lettura: 3 minuti

Dal 30 luglio al 4 agosto, torna con la sua terza edizione la rassegna “La Voce della Terra”, ideata dall’Associazione Visioninmusica e supportata dal Ministero della Cultura, la Regione Umbria e i comuni di Spoleto, Scheggino e Sant’Anatolia di Narco. In una cornice storicamente e naturalmente suggestiva, “La Voce della Terra” porta in scena spettacoli interdisciplinari che coniugano musica, turismo, cultura e natura.

di Giulia Di Felice

Giunge alla sua terza edizione consecutiva la rassegna LA VOCE DELLA TERRA, iniziativa ideata e organizzata nei borghi della Valnerina dall’Associazione Visioninmusica, con la direzione artistica di Silvia Alunni. Dal 30 luglio al 4 agosto, infatti, nella suggestiva cornice della Valnerina, i borghi di Scheggino, Sant’Anatolia di Narco, Spoleto, Castel San Felice e Vallo di Nera ospiteranno un programma ricco di stimoli che spazierà tra musica, turismo, cultura e natura.

Obiettivo della rassegna LA VOCE DELLA TERRA è quello di mantenere viva l’attenzione sui paesi della Valnerina colpiti dal terremoto, in un’ottica di sviluppo responsabile e turismo di qualità. Parallelamente ai concerti, infatti, sarà possibile scoprire da vicino e con i propri occhi i tesori di inestimabile valore artistico che questi borghi ci riservano, grazie anche a guide turistiche specializzate. L’Associazione Visioninmusica propone infatti, da oltre diciassette anni, progetti e spettacoli che si caratterizzano per il coinvolgimento di molteplici forme d’arte e la contaminazione tra vari generi artistici.

Il calendario dell’evento sarà dunque ricco di arte e di musica, con ospiti internazionali di altissimo livello che delizieranno il pubblico con la loro musica. Si parte 30 luglio in piazza Carlo Urbani a Scheggino con Salvador Sobral, straordinario talento del jazz di origini portoghesi vincitore dell’Eurovision Festival 2017. Seguirà, il 31 luglio, Pilar, che per due volte ha visto annullare il proprio concerto causa lockdown e che proporrà dal vivo il suo quarto album, “Luna in Ariete”. Il 4 agosto, la città di Spoleto ospiterà nel Cortile di Palazzo Collicola per l’ultima serata Mario Tozzi & Enzo Favata con il loro particolare film “Mediterraneo: le radici di un mito”. Si tratta infatti di un film senza immagini raccontato con le parole e i suoni, che dà voce a miti dimenticati, paesaggi arcaici e ricerca scientifica per andare insieme alla scoperta di una geografia antica, sepolta sotto la stratificazione delle ere geologiche.

In un percorso interdisciplinare a tutto tondo, tutti i pomeriggi per l’intera durata della rassegna, alle ore 17:15 le visite guidate porteranno gli spettatori ad esplorare i borghi di Castel San Felice, Scheggino, Vallo di Nera e Spoleto. Si avrà dunque modo di vedere con i propri occhi l’abbazia benedettina di Castel San Felice, il suggestivo borgo medievale di Scheggino, le torri di Vallo di Nera o il meraviglioso centro storico di una delle più belle gemme dell’Umbria, Spoleto. Tutte le visite saranno svolte con guide abilitate e nel rispetto di tutte le norme anti-Covid 19, con gruppi di massimo 20 persone, munite di mascherina per le visite in edifici al chiuso. Inoltre, ogni giorno, alle ore 16:00, sarà possibile sarà possibile visitare il Museo della Canapa di Sant’Anatolia di Narco. Un museo tessile in cui si incontrano diversi progetti che coniugano storia e didattica, promuovendo un turismo sempre più attivo e alla ricerca di particolari, in un viaggio all’interno della tradizione tessile.

L’ingresso ai concerti di Scheggino (30 e 31 luglio) è libero con prenotazione obbligatoria fino ad esaurimento posti (tel. 0744 432714 giorni feriali dalle 9 alle 12), quello al Cortile di Palazzo Collicola a Spoleto (4 agosto) è al costo di 10 euro. Per quanto riguarda le visite guidate, invece, La prenotazione è obbligatoria chiamando il numero 328 6864297 dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19. Il costo è di 15 euro a persona, ma l’ingresso è gratuito per i bambini sotto i 12 anni. Anche la visita guidata al museo, del costo di 2 euro, richiede una prenotazione obbligatoria chiamando il numero 0744 432714 dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 12.