Connect with us

Salute

Uzbekistan. Avicenna e le innovazioni nella moderna farmaceutica

Pubblicato

il

Tempo di lettura: 2 minuti

A Tashkent, in Uzbekistan, la quinta edizione della Conferenza scientifica e pratica internazionale “Abu Ali ibn Sino e innovazioni nei prodotti farmaceutici moderni” che prende il nome dal famoso filosofo, matematico, fisico e medico Abu Ali ibn Sino, noto in Occidente come Avicenna.

di Gisella Peana

Si è tenuta di recente a Tashkent, in Uzbekistan, la quinta edizione della tradizionale Conferenza scientifica e pratica internazionale “Abu Ali ibn Sino e innovazioni nei prodotti farmaceutici moderni”.  La conferenza prende il nome dal famoso filosofo, matematico, fisico e medico Abu Ali ibn Sino, noto in Occidente come Avicenna.

Il meeting è stato organizzato dal Ministero della Salute dell’Uzbekistan, dal Tashkent Pharmaceutical Institute e dalla Ibn Sino Public Foundation.

Più di 300 scienziati uzbeki, esperti, medici, farmacisti, chimici, biologi, pubblico, media, nonché specialisti stranieri provenienti da Germania, Israele, India, Iran, Kazakistan, Cina, Corea, Malesia, Russia e Turchia, hanno discusso questioni di approfondimento e ampia promozione del ricco patrimonio scientifico lasciato all’umanità da Abu Ali ibn Sino.

 

È noto che Avicenna (vissuto tra il X e l’XI secolo) è considerato uno dei più significativi medici, astronomi, filosofi e scrittori islamici e il padre della medicina antica. Ha dato un contributo inestimabile alla medicina e alla farmacologia mondiale, attivando le riforme della cultura sanitaria e stimolando la ricerca scientifica. La sua enciclopedia medica in cinque volumi “Il canone della medicina” è stata utilizzata come libro di testo medico standard nel mondo islamico e in Europa fino al XVIII secolo.

LEGGI ANCHE

 Lo Sport Equestre unisce Uzbekistan e Italia

Print Friendly, PDF & Email