Connect with us

Diritti umani

UNICEF/Siria su uccisione di 19 bambini ad Aleppo

Published

on

Tempo di lettura: 2 minuti

Dichiarazione di Hanaa Singer, Rappresentante UNICEF in Siria

strage-bambini-aleppo-siria-5804417 settembre 2015 – “L’UNICEF condanna, il più duramente possibile, gli attacchi di mortaio di due giorni fa sui civili nell’area di Aleppo in cui sono morti almeno 19 bambini, compresi 6 che si trovavano in uno degli Spazi a Misura di Bambino sostenuto dall’UNICEF”. “Questi Spazi danno ai bambini la possibilità di giocare e di riappropriarsi nuovamente della propria infanzia, dimenticando, anche se per un brevissimo tempo, gli orrori della guerra. Non dovrebbero mai essere obiettivi. Questo attacco orrendo ci dimostra che anche il semplice atto di giocare, rappresenta un grave pericolo per i bambini in Siria”. “Nelle ultime settimane, sono stati registrati diversi attacchi nelle aree popolate da civili che hanno causato morte e ferimenti di bambini. Questi attacchi dimostrano che le leggi internazionali vengono ampiamente ignorate. Sono un duro monito per cui nessun posto in Siria è sicuro per i bambini”. “L’UNICEF chiede a tutte le parti coinvolte nel conflitto in Siria di interrompere subito questi attacchi e fare tutto il possibile per proteggere i civili e le infrastrutture civili come scuole, strutture mediche ed idriche, secondo il diritto umanitario internazionale. Tutti i civili,  compresi i bambini dovrebbero sempre ricevere protezione”.

Sostieni la campagna UNICEF “Non è un viaggio. E’ una fuga. AIUTA I BAMBINI IN PERICOLO” con donazioni su www.unicef.it/bambininpericolo

 

E’ possibile donare  anche tramite:

– bollettino di c/c postale numero 745.000, intestato a UNICEF Italia,

– telefonando al Numero Verde UNICEF 800 745 000

– bonifico bancario sul conto corrente intestato a UNICEF Italia su Banca Popolare Etica: IBAN IT51 R050 1803 2000 0000 0510 051.

Print Friendly, PDF & Email