Connettiti con noi

Mondo

UNICEF, Ebola: 50.000 kit per la protezione delle case in Liberia

redazione

Pubblicato

il

I kit saranno distribuiti alle famiglie nei centri di cura istituiti per garantire a coloro che nelle famiglie danno assistenza per curare i malati di Ebola lontano dalle loro case nel modo più sicuro possibile.

1411266162-unicef-pack-ebola-household-protection-kits-for-liberia--denmark_5811354Roma, 26 settembre  – Con l’aumento dei casi di Ebola in Liberia – adesso arrivati ad oltre 3.500 – il primo carico UNICEF con nuovi kit per la protezione delle case è atterrato mercoledì nella capitale. Un cargo aereo con 9.000 kit  è arrivato e rappresenta il primo  di una serie di voli con complessivi 50.000 kit da distribuire. I finanziamenti per questi aiuti sono stati donati da USAID e  dalla US –based Paul G.Allen Family Foundation, che ha impegnato 3,6 milioni di dollari a supporto dei voli aerei. Ogni kit contiene: abiti di protezione, guanti e maschere, sapone, cloro e spray e istruzioni per un uso corretto dei materiali. I partner dell’UNICEF, coordinati con il Ministero della Salute e del Welfare Sociale e USAID, distribuiranno nelle prossime settimane i primi 9.000 kit nelle 5 contee con il più alto tasso di Ebola. I kit saranno distribuiti alle famiglie nei centri di cura l’Ebola, istituiti per garantire a coloro che nelle famiglie danno assistenza di curare i malati di Ebola lontano dalle loro case nel modo più sicuro possibile. I centri di assistenza per l’Ebola, ognuno con un numero limitato di letti, saranno localizzati principalmente nei pressi di strutture sanitarie indicate in tutta la Liberia. I centri offriranno formazione di base sull’assistenza ‘no-touch’ a coloro che nelle famiglie danno assistenza, usando strumenti protettivi e sanitari distribuiti con i kit, e informazioni per uno smaltimento sicuro dei rifiuti prodotti. I kit possono anche essere forniti alle famiglie per disinfettare le case dopo che un componente della famiglia malato sia stato isolato. “Questa è un epidemia senza precedenti e per combatterla è necessaria un’azione straordinaria”, ha detto Sheldon Yett, Rappresentante UNICEF in Liberia. “La priorità va data a più strutture dedicate al trattamento dell’Ebola e alla formazione dello staff, ma intanto dobbiamo sostenere le comunità nella cura di coloro che potrebbero essere malati e interrompere così il ciclo di trasmissione di questa malattia mortale”. Sotto la leadership del governo della Liberia, l’UNICEF sta supportando una campagna di mobilitazione di massa, con team di comunicatori tradizionali per diffondere messaggi di prevenzione, informazioni cartacee  e attraverso programmi radio per ampliare la consapevolezza pubblica sull’epidemia nelle comunità in Liberia. L’UNICEF sta anche sta provvedendo a fornire supporto psicologico e cure per i bambini colpiti dalla malattia, oltre che acqua, servizi igienico sanitari, cloro, spray e strumenti igienici per il controllo dell’infezione. L’UNICEF ha anche distribuito 300 tonnellate di materiali sanitari e dotazioni  per la protezione degli operatori sanitari.

“Emergenza Ebola”: è possibile effettuare donazioni tramite il sito: www.unicef.it.

 

Lascia un commento
Print Friendly, PDF & Email

Categorie