Arte & Cultura

Tutto pronto per la settima edizione di SetUp Contemporary Art Fair, a Bologna.

By 29 Gennaio 2019 No Comments

Dal 31 gennaio al 3 febbraio ritornerà  la fiera dell’arte contemporanea emergente che vedrà come protagoniste le tre figure chiave del mondo dell’arte: artista, curatore e gallerista.

SetUp Contemporary Art Fair, la manifestazione di riferimento di tutto ciò che è attuale e di tendenza nel panorama nazionale e internazionale dell’arte contemporanea, per l’edizione 2019 proporrà un programma ricco di novità, anteprime, ed eventi collaterali.

La fiera d’arte, organizzata d Simona Gavioli,  vedrà come protagoniste 25 gallerie di cui 22 italiane e 3 straniere provenienti dagli Stati Uniti, dalla Francia e dalla Spagna. Gli espositori dovranno proporre un progetto curatoriale con un massimo di tre artisti, presentati da un testo critico di un curatore under 35.


Il tema di quest’anno sarà Itaca, l’isola di Ulisse dove il cammino diventa meta, in analogia con la manifestazione, meta appunto di artisti, galleristi, collezionisti e appassionati,  che confrontandosi, costruiranno insieme la memoria del futuro. Itaca è anche l’isola del Mediterraneo da cui è partito un migrante,  e la scelta di questo luogo consentirà di raccontare il mondo che ci circonda, fatto di viaggi, attese, speranze e donne dal cuore di ferro come Penelope.

Il Comitato Scientifico, costituito da Silvia Evangelisti (critica, storica d’arte, curatrice e figura di spicco nel mondo dell’arte contemporanea), Camilla e Giovanni Scarzella ( collezionisti e membri del Club Spazio GaMeC), Chiara Caliceti (Collezionista) e Rocco Guglielmo (collezionista e direttore artistico del Museo Marca e della Fondazione Rocco Guglielmo di Catanzaro), in collaborazione con il Comitato Direttivo, assegnerà il Premio SetUp 2019 alla migliore rappresentazione del tema di Itaca.

Nel corso della manifestazione saranno assegnati altri due premi: il Premio Tiziano Campolmi, promosso dall’Associazione Tiziano Campolmi che acquisterà l’opera dell’artista vincitore e il Premio A.T. Cross Company per l’arte  per l’artista che avrà realizzato la migliore opera sulla carta del marchio SMLT.

Il programma dell’evento prevederà una serie di tavole rotonde presentate dalla Fondazione Rocco Guglielmo e dal Museo Marca di Catanzaro, a cura di  Simona Caramia, in cui esperti e personalità di spicco tratteranno la questione dei confini, analizzando molteplici prospettive attraverso un approccio interdisciplinare.

I visitatori potranno partecipare ai Curator-tour, guidati tra gli stand da giovani artisti e alle visite guidate del Palazzo Pallavicini, condotte dallo storico dell’arte Nicola Zanotti.

Lascia un commento