Ambiente & TurismoItaliaPrimo piano

Terremoto, forte scossa nelle Marche: magnitudo 4.4

By 22 Agosto 2013 No Comments

terremoto marcheIl sisma ha provocato il distacco di un grosso blocco di calcare dal Monte Conero, precipitato fra la spiaggia Gigli e i Lavi di Sirolo. Nessun ferito. 

Ancona, 22 agosto – Una forte scossa di terremoto, di magnitudo 4.4, è stata avvertita alle 8.44 ad Ancona e lungo la costa marchigiana. Il sisma ha provocato il distacco di un grosso blocco di calcare dal Monte Conero, precipitato fra la spiaggia Gigli e i Lavi di Sirolo, una zona già interdetta alla balneazione perchè la falesia è a rischio di frane. “Non ci sono stati feriti – ha spiegato il sindaco Moreno Misiti – ma stiamo monitorando la situazione con verifiche in tutta l’area”.
L’epicentro del sisma si trova vicino Numana. La profondità, registrata dall’Ingv, è di 7.9 km. La stessa area, al largo di Ancona, è stata colpita da un terremoto il 21 luglio scorso.  Paura tra le gente che è uscita in strada e tante le chiamate ai Vigili del Fuoco e alla Protezione civile. Alla scossa delle 8,44, secondo quanto riporta il sito del Corriere Adriatico, ne è succeduta un’altra alle 8,52, sempre al largo di Ancona di magnitudo 2,30, questa volta senza essere avvertita dalla popolazione. Al momento, sempre secondo il qutidiano, non si segnalano danni anche se i centralini di forze dell’ordine e operatori del soccorso stanno ricevendo molte chiamate, soprattutto dalla zona di Sirolo, Numana e Porto Recanati. I Vigili del Fuoco di Ancona segnalano qualche cornicione caduto in zona Flaminia e un controllo nel palazzo dalla Prefettura, dove si è verificato un micro distacco da un cornicione. E’ stato evacuato per 40 minuti il palazzo dell’Inps in via Ruggeri, ma dopo il sopralluogo dei Vigili del Fuoco, del tutto rassicurante, i dipendenti hanno potuto fare rientro al lavoro.

Lascia un commento