Tecnologia italiana e medici cubani per assistenza in zone impervie del mondo

By 8 Settembre 2018Salute & Benessere

Una tappa importante nel campo della solidarieta’ sanitaria internazionale: Italia e Cuba insieme per dare assistenza nelle zone piu’ impervie del mondo.

di Romolo Martelloni

Le società italiana Dimensione Spa e la Comercializadora dei Servizi Medici di Cuba, hanno firmato un accordo per fornire congiuntamente ospedali mobili e unità mediche prefabbricate, insieme al personale medico cubano, in luoghi remoti e di difficile accesso di qualsiasi regione del mondo dove ne hanno bisogno. E’ quanto si legge in una nota diramata a Roma dopo la firma dello ”storico” accordo che vede insieme l’alta tecnologia del Made in Italy e la indiscussa professionalità medica del paese caraibico.


“Il potenziale più importante che vedo in ciò che abbiamo appena firmato è che avremo la possibilità di raggiungere luoghi lontani, anche quando non ci sono strutture ospedaliere, e molte persone nel mondo che non usufruiscono di servizi medici oggi”, così il presidente della compagnia cubana, Miladys Orraca.

Nell’accordo, la parte europea fornirà le unità ospedaliere mobili e le hub mediche, per fornire assistenza ovunque nel mondo; in situazioni di disastro, emergenze sanitarie o altri servizi specifici come operazioni oftalmologiche, protesi ortopediche, cure preventive o screening delle malattie, tra le altre, ha spiegato Alina Pérez, responsabile della promozione dell’entità cubana.

Da parte sua, Diego Cerrone presidente della società Dimensione, ha dichiarato alla stampa che “Cuba è riconosciuta nel mondo come un paese con medici altamente professionali, e possiamo unire gli sforzi per dar vita a qualcosa di unico, un nuovo modo di fare sanità sostenibile e offrire un prodotto funzionale ai pazienti”. Per la società italiana, Mara Graneris, direttore generale del progetto e Claudio Majavacca, direttore tecnico del progetto hanno spiegato che l’obiettivo di questa “alleanza strategica”, è colmare le ineguaglianze dei servizi nelle zone più remote del pianeta, attuando un sistema sanitario accessibile a tutti.

Le unità medicali prefabbricate e mobili prodotte dall’azienda italiana Dimensione sono a basso costo di acquisizione, brevi tempi di costruzione e di esecuzione, moduli espandibili e riutilizzabili e trasferibili. L’unità tra le due società – ha sottolineato Orraca – favorirà uno dei programmi più importanti guidati dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, che è il diritto alla salute universale a cui le persone hanno diritto.

 

Lascia un commento