Connect with us

Cinema & Teatro

Tante idee, buon cinema e la bellezza della Perla del Tirreno, al Mediterraneo Festival Corto 2021

Pubblicato

il

Tempo di lettura: 2 minuti

Tante idee, buon cinema e la bellezza della Perla del Tirreno, al Mediterraneo Festival Corto 2021

Il Festival trova la sua casa nella splendida Diamante (Calabria) perla del Tirreno, la città dal meraviglioso lungomare con spiagge dorate bagnate da un mare limpidissimo, la città dei murales, la città dalla storia antica e affascinante dove vive magica e misteriosa anche Cirella con i suoi ruderi abbandonati

di Antonio Martinelli Carraresi

Si è conclusa l’undicesima edizione del Mediterraneo Festival Corto, Diamante 2/5 settembre, una delle manifestazioni dedicate al cinema più interessanti e che più stimolano i giovani filmaker che, numerosi, da tutte le parti del pianeta, propongono i loro lavori: quest’anno il festival ha contato oltre trecento film da selezionare tra cortometraggi, documentari e clip musicali.

Il Festival trova la sua casa nella splendida Diamante (Calabria) perla del Tirreno, la città dal meraviglioso lungomare con spiagge dorate bagnate da un mare limpidissimo, la città dei murales, la città dalla storia antica e affascinante dove vive magica e misteriosa anche Cirella con i suoi ruderi abbandonati ma sempre cosi incredibilmente vivi, che fu colonia della Magna Grecia, poi meta di incursioni saracene, nel 1806 fu assediata dalle truppe napoleoniche e per questo in seguito attaccata e bombardata dalla marina britannica. — CONTINUA 

Diamante è tra le candidate ad essere Città della Cultura 2024 e proprio alla cultura guarda, come anche ha ribadito in occasione del saluto istituzionale al Mediterraneo Festival Corto, il sindaco di Diamante, il sentore Ernesto Magorno, da sempre molto attento e consapevole dell’importanza della cultura per la crescita sociale del territorio. Madrina della undicesima edizione è stata l’attrice Iaia Forte che, quest’anno si è divisa tra il Mediterraneo Festival Corto e il Lido di Venezia dove era attesa come interprete del film di Mario Martone in concorso alla Mostra del Cinema di Venezia.

Presidente di Giuria l’attrice e scrittrice Isabel Russinova che ha apprezzato la qualità e l’originalità dei lavori selezionati, ospiti d’onore i registi, Carlo Cotti, Alberto Negrin e gli attori Emanuele Vezzoli e Annalisa Insardà che di Diamante è anche cittadina onoraria. I vincitori dell’undicesima edizione del Mediterraneo Festival Corto sono: Miglior short film ‘Sola in Discesa’ di Claudia di Lasia e Michele Bizzi, miglior fotografia ‘Intolerance’ di Giuliano Giacomelli e Lorenzo Giovenga, a Cecilia Dazzi il premio come miglior attrice nel film ‘Ho tutto il tempo che vuoi’ di Francesco Falaschi, miglior colonna sonora a Tommaso del Pupo per ‘Belive in you’ di Emilio Mercanti, miglior documentario ‘Cracolice’ di Fabio Scarpa, miglior corto d’animazione l’intenso ‘La grande onda’ di Francesco Tortorella, miglior video clip il tedesco ‘Birthmark Breadcrumps’, la menzione straordinaria a ‘B 52’ di Flavio Nani e il premio stampa al film ‘Il gioco’ diretto da Alessandro Haber.

Impeccabile il lavoro del direttore artistico Francesco Presta e del direttore organizzativo Ferdinando Romito. Sono state anche annunciate, nel corso delle giornate del festival, novità, nuovi percorsi e gemellaggi interessanti con altri festival cinematografici, tra le novità l’originale sezione dedicata ai movie theatre, il nuovo genere che armonizza insieme la tecnica teatrale e quella cinematografica, l’iniziativa è frutto del gemellaggio con il festival TEIMIT. Appuntamento allora a Diamante per la prossima edizione del Mediterraneo Festival corto.