La Lidu sul caso Shalabayeva: disattesi i diritti umani per interessi economici di lobby contrapposte

liduUna lettera ad Emma Bonino a firma dell’Associazione denuncia: lo Stato in crisi di sovranità mette a rischio i diritti umani a favore di potentati economici transnazionali.

Roma, 18 luglio – Mentre la mozione di sfiducia presentata dal M5S al Senato contro l’operato di Angelino Alfano sul caso di espulsione a danno di Alma Shalabanieva, la kazaka moglie del dissidente Mukhtar Ablyazov rimpatriata il 30 maggio scorso con la figlia Alua di soli sei anni, mette a rischio l’attuale Governo, la Lidu (Lega italiana diritti dell’uomo) solleva una questione di principio legata al significato più profondo della tutela dei diritti umani, intesi come cardine portante delle odierne democrazie. Non ci sta la Lidu e lo fa con una lettera rivolta ad Emma Bonino, ministro degli Esteri, e a Giorgio Napolitano, presidente della Repubblica. “La Lidu rileva quanto, nell’attuale età globale, gli Stati nazionali non siano più in grado di garantire i diritti fondamentali che li connotano quali Stati liberi quando siano in gioco gli interessi d’assetti imprenditoriali transnazionali che dominano scenari più estesi dei territori sottoposti alla loro sovranità”, si legge nella lettera . Continue Reading

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
redazione@thedailycases.com