Ascoli Musiche, Febbraio/Maggio 2016

Con AMAT, Società Filarmonica Ascolana, Associazione Coro Ventidio Basso e Ascolipicenofestival

festival-ascoli-piceno5Ascoli Piceno, 27 gennaio – Ascoli Musiche è la nuova ricca, articolata e varia stagione musicale nata su iniziativa del Comune di Ascoli Piceno con AMAT, Società Filarmonica Ascolana, Associazione Coro Ventidio Basso e Ascolipicenofestival. I magnifici spazi della città – Auditorium Montevecchi, Auditorium Polo Culturale Sant’Agostino, Cattedrale Basilica di Sant’Emidio e Teatro Ventidio Basso – si offrono per accogliere i numerosi appuntamenti di diversa natura per un’offerta musicale a 360°. Riprende l’attività della Società Filarmonica Ascolana diretta da Gianluca Sulli con quattro importanti appuntamenti che aprono l’attività concertistica 2016 e che si svolgono tra i mesi di febbraio e aprile. Anche per quest’anno si rinnova il rapporto artistico con l’Istituzione Sinfonica Abruzzese e la Fondazione Orchestra Regionale delle Marche, due tra le dodici istituzioni concertistico-orchestrali riconosciute dallo Stato e che negli ultimi anni hanno anche realizzato, con il coordinamento della Società Filarmonica Ascolana, l’ambizioso progetto multiregionale della Filarmonica dell’Adriatico, con l’unione delle due orchestre per alcune produzioni che hanno visto Ascoli come sede di prove e debutto del primo concerto. L’Orchestra Sinfonica Abruzzese è protagonista del concerto di apertura il 10 febbraio al Teatro Ventidio Basso in un programma comprendente l’ouverture dal Don Giovanni di Mozart, le Variazioni Rococò per violoncello e orchestra di Čaikovskij e la Sinfonia n. 7 di Beethoven. Sul palco ci sarà la poco più che ventenne Nil Venditti, vincitrice nel 2015 del prestigioso concorso nazionale Claudio Abbado, mentre solista sarà l’ancor più giovane (classe 1999) Erica Piccotti, uno dei talenti più cristallini del concertismo italiano. Gli altri appuntamenti si svolgono all’Auditorium Montevecchi: il 1 marzo è la volta del Trio Metamorphosi, una delle più prestigiose formazioni cameristiche italiane; il 1 aprile dell’Ensemble d’archi dell’Orchestra Filarmonica Marchigiana, direttore e solista il violoncellista Umberto Clerici e il 29 aprile cocnludono la stagione gli Archi del Cherubino con il soprano Gemma Bertagnolli e la flautista Maria Fabiani. Inizio concerti ore 21. Informazioni su filarmonica-ascolana.blogspot.it.

Tre appuntamenti con la musica d’autore sono promossi dall’AMAT a partire dal 12 febbraio con due interpreti d’eccezione, l’attore Elio Germano e il musicista Teho Teardo che si esibiscono all’Auditorium Montevecchi con Viaggio al termine della notte di Louis-Ferdinand Cèline in una versione completamente rinnovata nelle musiche e nei testi. Avvalendosi della straordinaria sensibilità interpretativa di Elio Germano, Teardo ripercorre musicalmente alcuni frammenti del Viaggio restituendo, in una partitura inedita, la disperazione grottesca di questo capolavoro di scrittura che ritrova nuove dinamiche espressive nella combinazione di archi, chitarra e live electronics. Il 20 febbraio al Teatro Ventidio Basso è la volta dell’anteprima nazionale del nuovo disco Birth firmato dal compositore ascolano Dario Faini o meglio conosciuto come Dardust, nome del progetto solista di Dario Faini che negli ultimi anni è diventato uno dei “songwriter” più importanti del panorama italiano avendo firmato successi per artisti come Marco Mengoni, Francesco Renga, Cristiano De Andrè, Fiorella Mannoia, Emma Marrone e Noemi. A chiudere il trittico un’attesa novità di questa stagione, APP – Ascoli Piceno Present. Per la prima volta, infatti, la città di Ascoli Piceno offre al suo pubblico il 15 e 16 aprile un vero e proprio festival multidisciplinare delle arti sceniche contemporanee dal titolo suggestivo, importante punto di arrivo di una programmazione che da due anni offre uno sguardo sui nuovi linguaggi della scena. Una occasione privilegiata dunque per quanti amano confrontarsi con le espressioni più significative del panorama contemporaneo musicale. Realtà musicali ed artisti – la Form, Julia Kent, Mauro Ermanno Giovanardi_Trio, Persian Pelican e Sorge (Emidio Clementi e Marco Caldera) – si alterneranno in diverse suggestive location dal pomeriggio a notte fonda. Inizio concerti ore 21, APP orari da definire. Informazioni su amatmarche.net.

L’Associazione Coro Ventidio Basso di Ascoli Piceno diretta dal maestro Giovanni Farina propone il 22 marzo presso il suggestivo scenario della Cattedrale Basilica di Sant’Emidio la Messe de Requiem op.48 di Gabriel Faurè per soli, coro e orchestra. Il Requiem, Op. 48 non fu composto in memoria di una persona in particolare, ma come dicono le parole di Fauré, “solo per il piacere di farlo”. Fu eseguito per la prima volta nel 1888 in occasione dei funerali di un architetto francese. Molti lo descrivono come una ninna nanna della morte. Persino oggi, in molte zone d’Italia, il canto dell’In paradisum, segue la messa funebre e precede il pio ufficio della sepoltura. Il contrappunto vocale nel Requiem di Fauré è ben costruito e ricco di cromatismi, l’uso dell’organo deriva da Franck. I colori sono molto delicati e i forti emergono all’improvviso. Molti lo accostano all’Ein deutsches Requiem di Johannes Brahms. Il Requiem di Fauré è anche riconosciuto come fonte di ispirazione per un’opera simile di Maurice Duruflé. Inizio concero ore 21. Informazioni su coroventidiobasso.it.

In conclusione il 7 maggio all’Auditorium Montevecchi l’omaggio a Bruno Bettinelli dal titolo Il maestro dei maestri a cura dell’associazione culturale ascolipicenofestival, presieduta da Emanuela Antolini, nell’ambito delle sue attività annuali. Lo chiamano tutti il “maestro dei maestri”. E non poteva essere altrimenti perché, nella sua classe, hanno studiato e si sono formati mostri sacri della musica italiana e mondiale come Riccardo Muti, Claudio Abbado, Maurizio Pollini, Azio Corghi, Bruno Canino, Uto Ughi e tanti altri non solo nell’ambito della musica colta. Sua allieva è stata anche la cantautrice Gianna Nannini. Il maestro dei maestri è Bruno Bettinelli – milanese, scomparso a 91 anni nel 2014, titolare della classe di composizione nel conservatorio Giuseppe Verdi per oltre venti anni – al quale è dedicato questo omaggio speciale di una giornata intera: al mattino e nel pomeriggio con un incontro-studio rivolto ai musicisti, agli studenti ed agli appassionati di tutta Italia sulle tecniche compositive di Bettinelli desunte dall’analisi di alcuni dei suoi lavori; la sera il concerto vero e proprio alla presenza della signora Silvia Bianchera Bettinelli vedova del Maestro. Inizio concerto ore 21. Informazioni su ascolipicenofestival.org.

PREVENDITE

AMAT 071 2072439

amatmarche.net

 

BIGLIETTERIA DEL TEATRO VENTIDIO BASSO

0736 244970

dal martedì al sabato dalle ore 9.30 alle ore 12.30

e dalle ore 16.30 alle ore 19.30

ilteatroventidiobasso.it

 

BIGLIETTERIA DEL LUOGO DI RIFERIMENTO DELLO SPETTACOLO

il giorno di spettacolo dalle ore 20

 

CALL CENTER

071 2133600

 

BIGLIETTI

 

SOCIETÀ FILARMONICA ASCOLANA

posto unico numerato 10 euro

ridotto 5 euro soci Filarmonica Ascolana, abbonati stagione teatrale 15/16, giovani fino a 29 anni

 

AMAT

Elio Germano e Teho Teardo

posto unico non numerato 15 euro

ridotto 10 euro abbonati stagione teatrale 15/16, giovani fino a 29 anni

Dario Faini aka Dardust

posto unico numerato 10 euro

ridotto 8 euro abbonati stagione teatrale 15/16, giovani fino a 29 anni

APP –  I° Festival delle arti sceniche contemporanee / musica

in via di definizione nell’ambito del festival

 

ASSOCIAZIONE CORO VENTIDIO BASSO

ingresso gratuito

 

ASCOLIPICENOFESTIVAL

posto unico non numerato 15 euro

ridotto 10 euro

 

INIZIO SPETTACOLI

ore 21

APP in via di definizione nell’ambito del festival

 

INFORMAZIONI

 

amatmarche.net

filarmonica-ascolana.blogspot.it

coroventidiobasso.it

ascolipicenofestival.org

ilteatroventidiobasso.it

Società Filarmonica Ascolana

Riprende l’attività della Società Filarmonica Ascolana con quattro importanti appuntamenti che aprono l’attività concertistica 2016 dell’Associazione e che si svolgeranno tra i mesi di febbraio e di aprile.

NEWS_248580Ascoli Piceno, 27 gennaio – Anche per quest’anno si rinnova il rapporto artistico con l’Istituzione Sinfonica Abruzzese e la Fondazione Orchestra Regionale delle Marche, due tra le 12 Istituzioni Concertistico-Orchestrali riconosciute dallo Stato e che negli ultimi anni hanno anche realizzato, con il coordinamento della Società Filarmonica Ascolana, l’ambizioso progetto multiregionale della Filarmonica dell’Adriatico, con l’unione delle due orchestre per alcune produzioni che hanno visto Ascoli come sede di prove e debutto del primo concerto. L’Orchestra Sinfonica Abruzzese sarà protagonista del concerto di apertura programmato per mercoledì 10 febbraio al Teatro Ventidio Basso alle ore 21, in un programma comprendente l’Ouverture dal Don Giovanni di Mozart, le Variazioni Rococò per violoncello e orchestra di Čaikovskij e la Sinfonia n.7 di Beethoven. Sul podio ci sarà la poco più che ventenne Nil Venditti, vincitrice nel 2015 del prestigioso concorso nazionale Claudio Abbado, mentre solista sarà l’ancor più giovane (classe 1999) Erica Piccotti, uno dei talenti più cristallini del concertismo italiano che nel 2013 ha ottenuto dal Presidente Napolitano il riconoscimento di “Alfiere della Repubblica” per gli eccezionali risultati in campo musicale ottenuti in giovanissima età. Gli altri appuntamenti della stagione si svolgeranno all’Auditorium Montevecchi. Il 1 marzo si esibirà il Trio Metamorphosi (Mauro Loguercio, violino, Francesco Pepicelli, violoncello, Angelo Pepicelli, pianoforte), una delle più prestigiose formazioni cameristiche italiane, impegnata in un tour mondiale per la promozione del nuovo cd pubblicato dalla Decca con i Trii di Schumann. Il 1 aprile sarà la volta dell’Ensemble d’archi dell’Orchestra Filarmonica Marchigiana in un programma con musiche di Boccherini, Saint-Saëns e Schönberg. Direttore e solista sarà il violoncellista Umberto Clerici, concertista di fama internazionale e attualmente primo violoncello solista della Sydney Symphony Orchestra. Il 29 aprile sarà infine la volta degli Archi del Cherubino con il soprano Gemma Bertagnolli e la flautista Maria Fabiani nel programma che reca il titolo Passione barocca: Estasi e furia con musiche di Vivaldi, Händel e Pergolesi. Acclamata in tutto il mondo per le sue doti tecniche e interpretative, Gemma Bertagnolli è considerata tra le voci italiane di riferimento per la musica barocca. Per il 2016 la programmazione della Società Filarmonica Ascolana è confluita nel nuovo progetto “Ascoli Musiche” promosso dall’Amat che coordina le attività delle associazioni musicali attive nella città proponendo un unico cartellone di eventi musicali.

Nil Venditti

Nil Venditti

 

Erica Piccotti

Erica Piccotti

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
redazione@thedailycases.com