Guardia Costiera, effettuato un intervento di evacuazione medica nella notte del 26 dicembre

L’evacuazione è stata effettuata a favore di una giovane donna di nazionalità italiana in stato di gravidanza

downloadRoma, 27 dicembre – Nella notte del 26 dicembre u.s.l’elicottero “NEMO 11-05” del 2 nucleo aereo della Guardia Costiera di Catania, con a bordo un medico del Corpo Italiano di Soccorso dell’Ordine di Malta (CISOM)ha effettuato un intervento di evacuazione medica. L’evacuazione è stata effettuata a favore di una giovane donna, di 25 anni, di nazionalità italiana in stato di gravidanza, che si trovava a bordo della nave passeggeri Costa Mediterranea, partita da Palermo e diretta a Napoli, la quale lamentava un principio di emorragia addominale e fortissimi dolori. La richiesta di aiuto perveniva alla Centrale Operativa della Guardia Costiera di Roma, che interessava il Centro Italiano Radio Medico (CIRM) che richiedeva lo sbarco urgente della donna. Alle 4:00 del mattino, sotto il coordinamento della Direzione Marittima di Napoli, a circa 15 miglia dalla costa campana, l’elicottero della Guardia Costiera procedeva al trasbordo della giovane donna, che veniva accompagnata presso l’ospedale Caldarelli di Napoli, ove attualmente è ricoverata.

Guardia Costiera salva 1500 migranti durante la vigilia di Pasqua

Cinque i soccorsi effettuati solo due giorni fa dalla Guardia Costiera e dalla Marina Militare per un totale di circa 1500 migranti tratti in salvo e partiti dalle coste della Libia.

Roma, 7 aprile – Nuova ondata di partenze di migranti dalla Libia, cinque i soccorsi effettuati solo due giorni fa dalla Guardia Costiera e dalla Marina Militare per un totale di circa 1500 migranti tratti in salvo.
Le prime richieste di soccorso, pervenute il 4 di mattina al Centro Nazionale di Soccorso della Guardia Costiera di Roma, informavano,tramite telefoni satellitari, di tre barconi alla deriva a largo delle acque libiche. Dopo aver effettuato la localizzazione dei telefoni satellitari sono stati inviati Nave Dattilo CP940 e Nave Fiorillo CP904 entrambe della Guardia Costiera. Individuati i primi due barconi Nave Dattilo procedeva al trasbordo di 459 migranti mentre Nave Fiorillo ne recuperava 82. Successivamente CP940 mentre dirigeva sul terzo barcone per effettuare il trasbordo di altri 257 migranti ne individuava un quarto a poche miglia di distanza. Nel contempo perveniva un’altra segnalazione che informava della presenza di un quinto barcone sempre nella stessa area. Veniva quindi chiesto, dalla Centrale Operativa della Guardia Costiera di Roma, l’intervento di Nave Bettica della Marina Militare che navigava in zona. Nave Bettica dopo aver individuato il barcone ed aver effettuato il trasbordo di 349 migranti prendeva a bordo gli 82 migranti precedentemente salvati da Nave Fiorillo. Finite le operazioni di trasbordo Nave CP904 dirigeva verso NaveDattilo che nel frattempo era rimasta in assistenza al quinto barcone. Dopo averne salvati altri 332, Nave Fiorillo si è diretta verso il porto di Lampedusa mentre Nave Dattilo è arrivata nel tardo pomeriggio ad Augusta.

Guardia Costiera salva velista nell’Oceano Atlantico

Guardia Costiera da Roma coordina il soccorso del velista Matteo Miceli dopo che la sua imbarcazione a vela si è capovolta durante la navigazione nell’Oceano Atlantico, a circa 600 miglia nautiche dal Brasile

Soccorso MiceliRoma, 13 marzo – Nella giornata di oggi il Centro Nazionale di Soccorso della Guardia Costiera a Roma ha coordinato il soccorso a favore del velista Matteo Miceli dopo che la sua imbarcazione a vela si è capovolta durante la navigazione nell’Oceano Atlantico, a circa 600 miglia nautiche dal Brasile. La richiesta di soccorso è giunta alla Centrale Operativa della Guardia Costiera a Roma che, dopo aver localizzato l’unità, ha provveduto ad allertare le autorità marittime brasiliane competenti nell’area e a dirottare il mercantile Aranon, battente bandiera delle Marshall Islands, in navigazione nella zona, per prestare soccorso. All’arrivo del mercantile, il velista era a bordo della zattera di salvataggio, in buone condizioni di salute. L’uomo, partito il 19 ottobre scorso dal porto di Riva di Traiano in provincia di Roma, era impegnato in una traversata in solitaria a bordo della sua nuova barca Eco 40. Attualmente si trova a bordo del mercantile Aranon che dirige verso il porto di Salvador in Brasile, dove giungerà il prossimo 17 marzo.

Bergamo,donna schiacciata da auto mentre soccorre indiano accoltellato

eleonora-cantamessa-chiuduno-10-420x532Ginecologa 44enne interviene per salvare la vita ad un immigrato ferito durante una rissa. Muore insieme a lui  investita dall’auto degli aggressori. Arrestati i responsabili.

 Roma , 10 settembre – Si è trasformato in tragedia il tentativo di soccorso di una dottoressa a favore di un indiano riverso e sanguinante in mezzo alla strada a Chiuduno( Bg).  La donna, che si era fermata per prestare le prime cure all’immigrato, accoltellato durante una rissa tra romeni e indiani, è stata insieme a lui schiacciata da un auto, a bordo della quale c’erano gli aggressori, tornati indietro per ‘finire’ l’indiano. Il medico è Eleonora Cantamessa, 44 anni, e prestava servizio  come ginecologa alla clinica Sant’Anna di Brescia. Entrambi hanno perso la vita a seguito dell’impatto con il veicolo. L’episodio, oltre le due vittime dell’auto,  ha portato anche al ferimento  di  sei uomini di età compresa tra i 18 e i 43 anni e due donne di 21 e 30 anni, ricoverati poi negli ospedali della zona.  Continue Reading

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
redazione@thedailycases.com