È Made in Italy lo “Smart Botulino”, la Tecnica per Rendere Più Belli i Lineamenti Senza Chirurgia Estetica

È del Dottor Raffaele Rauso, chirurgo plastico ed estetico italiano l’invenzione della tecnica dello “Smart Botulino” che permette di migliorare i lineamenti senza intervento chirurgico. La tecnica rivoluzionaria è già applicata nelle Cliniche “Chirurgia della Bellezza” in Campania, Lazio, Lombardia e Toscana

unnamedNapoli, 13 maggio 2016 – Esiste un modo per rendere più belli i propri lineamenti senza un intervento chirurgico? Da oggi si grazie alla rivoluzionaria tecnica dello “Smart Botulino” messa a punto dal chirurgo plastico ed estetico Raffaele Rauso. Dopo l’invenzione dei filler e dell’uso della tossina botulinica nei trattamenti estetici, ecco arrivare dunque lo Smart Botulino, una  innovativa tecnica ideata dal dottor Raffaele Rauso ed eseguita solo da pochi chirurghi in tutta Italia, che permette di eliminare i brutti segni dell’età, gli inestetismi della fronte e della regione peri oculare senza dover ricorrere a un intervento chirurgico. Ma, vediamo nello specifico che cos’è e come funziona questa trattamento e soprattutto cosa lo renderà di sicuro il trattamento più richiesto dai pazienti con problemi di natura estetica nell’area frontale. Che cos’è lo Smart Botulino Lo Smart Botulino è una procedura che fonda le sue basi del trattamento tradizionale al botulino. A differenza delle normali infiltrazioni, consente di vedere subito gli effetti dell’intervento. In pratica, come afferma il dottor Rauso “il botulino viene ricostituito con anestetico locale”, piuttosto che con una normale soluzione fisiologica. Questa variante consente di ridurre il fastidio delle iniezioni e di avere un’anteprima dell’effetto finale del trattamento. I vantaggi e gli effetti sul paziente Con lo smart botulino, solo per circa due ore, il chirurgo ha la possibilità di vedere in real time quale sarà il risultato finale del trattamento e intervenire al momento in caso di asimmetrie o difetti legati ad ipertoni muscolari del paziente, senza dover ricorrere a infiltrazioni successive a distanza di 2 settimane. Poi l’effetto “magico” svanisce temporaneamente, in attesa dell’effetto definitivo che sarà di nuovo visibile dopo circa 3-4 giorni, quando il botulino come farmaco agirà. L’utilizzo di questa tecnica permette di avere ancor più certezza dei reali effetti di un trattamento al botulino. Evita al paziente di avere brutte sorprese e permette al chirurgo che sceglie di utilizzare questa tecnica di avere successo nel 100% dei casi. Infatti, con il botulino tradizionale, può accadere, a volte, che dopo qualche giorno si presentino asimmetrie o effetti non soddisfacenti che necessitano correzioni. Questa reazione è dovuta al fatto che la soluzione standard impiegata non ha azione immediata anche sui muscoli e quindi per ottenere il risultato finale bisogna aspettare necessariamente qualche giorno, per dare tempo al farmaco di agire. Il Dottor Rauso, che lavora nelle sedi di “Chirurgia della Bellezza” in Campania, Lazio, Lombardia e Toscana consiglia a “coloro che vogliono cambiare e rendere più interessanti i propri lineamenti prima di sottoporsi a degli interventi di informarsi sempre su tutte le alternative possibili per il proprio caso specifico, e di rivolgersi a cliniche o strutture mediche specializzate,affidandosi sempre ai consigli di chirurghi estetici professionali”.

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
redazione@thedailycases.com