Epson, JoinPad e Sketchin: insieme per aiutare le aziende a sfruttare le potenzialità della Realtà Aumentata

Bata, British Telecom, Terna, Unicredit e Whirlpool sfruttano il design thinking e la realtà aumentata per progettare nuovi servizi B2B.

Image converted using ifftoanyMilano, 4 marzo 2016 – Si è svolta a Milano presso D Loft, uno spazio B2B allestito con le migliori tecnologie per la comunicazione digitale, la seconda edizione di Smartglasses, Business e Realtà Aumentata – Progettare nuovi servizi B2B con gli Epson Moverio”, un format frutto della partnership tra Epson, JoinPad e Sketchin per permettere alle aziende di sfruttare la Realtà Aumentata e le potenzialità dei nuovi Epson Moverio BT-300 – appena annunciati a Barcellona – per migliorare i processi aziendali, riprogettare i servizi interni o individuare nuove opportunità di business. Bata, British Telecom, Terna, Unicredit e Whirlpool hanno dato vita al secondo appuntamento – il primo si è tenuto a Lugano il 26 novembre scorso – di una serie di workshop B2B itineranti ed esclusivi, che coinvolge il top management di un ristretto numero di aziende e che mette a disposizione dei partecipanti tutta la tecnologia e l’esperienza possedute dai tre partner che hanno dato vita al progetto. Si prevedono successive edizioni del workshop. Per candidare la propria azienda a partecipare occorre scrivere a hello@sketchin.ch. “La Realtà Aumentata – ha affermato Mauro Rubin, presidente di JoinPad – offre agli utenti, nuove modalità di interazione per fruire di dati complessi con vantaggi e benefici immediatamente riscontrabili. Per ottenerli, però, serve non solo una tecnologia di base solida, sicura e affidabile come gli occhiali Epson Moverio, ma anche tutta la grande esperienza progettuale di Sketchin (nella messa a punto dell’interfaccia e nella gestione della user experience), oltre che uno strumento di sviluppo potente e facile da usare come il nostro kit Arrakis. La nostra partnership funziona e produce risultati che soddisfano le aziende, perché abbiamo competenze complementari che insieme formano un pacchetto unico e realmente utile per arrivare a dei risultati.” “La partnership tra Epson, JoinPad e Sketchin – ha chiarito Luca Mascaro, CEO di Sketchin – nasce per far comprendere alle aziende come la tecnologia e il design possano lavorare in sinergia per migliorare i processi aziendali, il lavoro quotidiano e portare benefici tangibili. Abbiamo sviluppato un format capace di sfruttare gli strumenti del design thinking e di coinvolgere in prima persona i partecipanti in un processo generativo di co-progettazione dei nuovi processi e servizi. il focus è preciso: scoprire come la Realtà Aumentata possa migliorare l’esperienza dei lavoratori e rendere le aziende più efficienti”.

 Come sfruttare le potenzialità della Realtà Aumentata per trovare soluzioni che aiutino davvero le aziende.

Uno dei punti di forza del format è la sinergia di tre realtà complementari: JoinPad, l’azienda italiana specializzata nel settore dell’Augmented Reality, mette a disposizione dei partecipanti il software e la sua conoscenza della tecnologia, mentre Sketchin, studio di progettazione per l’esperienza, è detentore del metodo di lavoro, dell’usabilità e della user experience. Il workshop è reso possibile dagli occhiali intelligenti Moverio di Epson, l’unico dispositivo oggi in regolare commercio capace di permettere una vera esperienza di Realtà Aumentata, che i partecipanti potranno utilizzare e di cui potranno sperimentare le potenzialità. Le aziende (Bata, British Telecom, Terna, Unicredit) hanno partecipato all’evento con un team multidisciplinare e, a conclusione del workshop, ciascuna ha presentato il prototipo per un utilizzo concreto dei Moverio all’interno della propria realtà. Per arrivare a questo risultato, ogni gruppo è stato guidato da un experience designer di Sketchin con il supporto dello staff di JoinPad, per individuare le caratteristiche dell’utente al quale è rivolta l’applicazione e tracciare l’experience journey map con l’obiettivo di identificare le parti più complesse del processo analizzato e la principale criticità su cui lavorare. Dopo una prima fase di brainstorming per trovare le possibili soluzioni, si è passati al lavoro di progettazione con lo scopo di risolvere il problema entro la fine della giornata.

Le opinioni dei partecipanti

“Con i Moverio si potrebbe avere la possibilità di riconoscere immediatamente un cliente che entra nel punto vendita – ha affermato Valentino Turato di Bata Calzature – richiamando in automatico i suoi comportamenti d’acquisto precedenti e la calzata, così da permettere al personale di offrire suggerimenti in base all’effettiva disponibilità di merce nel negozio o di indirizzarlo verso un altro punto vendita vicino o invitarlo a scegliere la soluzione di home delivery.” “La realtà aumentata e le tecnologie indossabili – ha dichiarato Salvatore Limongiello di British Telecom Italia sono la punta dell’iceberg di soluzioni complesse e integrate che richiedono un interlocutore come noi, in grado di fornire in tutto il mondo servizi complessi quali cloud e IoT con livelli di servizio al top di categoria. Oggi abbiamo provato disegnare una soluzione concreta da esporre nel nostro showcase di Milano  e che possa essere fruita dagli innumerevoli ospiti che abbiamo ogni giorno e possa dimostrare i nostri vantaggi.” “Una delle nostre maggiori criticità – ha spiegato Marco Bitetti di Terna – è il taglio della vegetazione lungo gli elettrodotti. Crescendo, le piante possono avvicinarsi e provocare scariche elettriche, incendi boschivi o rischi per l’incolumità delle persone. Abbiamo quindi lavorato su un progetto che permetta all’operatore di visualizzare sui Moverio la potenziale crescita verificando con appositi allarmi il superamento delle soglie di distanza ammesse. Ora ci resta da verificare la fattibilità di tradurre il prototipo di oggi in una soluzione da rendere disponibile e supportare sul territorio.” “Per noi la customer experience è molto importante – ha detto Giuseppina La Motta di Unicredit – e dedichiamo parecchie risorse per migliorarla continuamente. Oggi abbiamo provato a coniugare il mondo dei mutui con i servizi immobiliari, disegnando una soluzione che permette al cliente finale o al consulente immobiliare di visionare sui Moverio l’immobile con la relativa proposta di mutuo. E che potremmo anche trasformare velocemente in un progetto pilota da provare qui a Milano.”

Come funziona la realtà aumentata?

La realtà aumentata permette di sovrapporre a ciò che si vede una serie di immagini o di informazioni in real time che arricchiscono la conoscenza. Gli occhiali intelligenti Epson Moverio sono dotati di caratteristiche e funzionalità (tra cui visione binoculare, fotocamera frontale, giroscopio, GPS, bussola e accelerometro) che si adattano perfettamente alle applicazioni industriali, perché in grado di rilevare con precisione l’ambiente circostante e i movimenti di chi li indossa.

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
redazione@thedailycases.com