Al via la settima edizione dei corsi della scuola italiana di potatura della vite

Da novembre in 15 sedi: new entry Forlì e Cagliari

Scuola di PotaturaRoma, 6 ottobre- Sono aperte le iscrizioni ai corsi della Scuola Italiana di Potatura della Vite, che Simonit&Sirch Preparatori d’Uva terranno in 15 sedi da novembre 2015 a febbraio 2016. Unica nel suo genere a livello internazionale, la Scuola – le cui lezioni sono tenute dal team di specialisti dei Preparatori d’Uva – consolida in questa settima edizione la sua presenza nei territori di pregio della viticultura italiana, con 15 sedi permanenti nelle principali aree vitivinicole della penisola e con collaborazioni con importanti Università e Istituti di Ricerca che contribuiscono al progetto con lezioni di approfondimenti di fisiologie e patologia della vite. Novità di questa edizione è l’apertura delle due sedi di Forli e di Serdiana, in provincia di Cagliari, in collaborazione con l’Università degli Studi di Sassari. I corsi si terranno in Piemonte, Alto Adige, Lombardia, Veneto (nelle due sedi di Conegliano e della Valpolicella), Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna (nelle due sedi di Tebano e Forlì), Toscana (nelle due sedi in Chianti e in Maremma), Lazio, Campania, Puglia, Sicilia, Sardegna. Le lezioni si terranno tra novembre 2015 e febbraio 2016 per la potatura invernale e in aprile e maggio 2016 per la potatura verde. Come per le scorse edizioni, sono aperte a tutti (addetti ai lavori, tecnici, studenti o anche semplici appassionati del verde) e si articoleranno in 4 giorni di lezione per un totale di 32 ore formative. I primi 3 giorni si terranno in inverno, con 24 ore di corso focalizzate su teoria e pratica della potatura ramificata sulle forme di allevamento a taglio corto e lungo. Saranno date nozioni di anatomia, morfologia e patologia della vite. Alla parte teorica si affiancherà quella pratica, in vigneti dove il team Simonit&Sirch applica già da tempo il Metodo, con dimostrazione di potatura da parte dei tutor (in cui verranno evidenziate manualità e postura corrette) e esercitazioni individuali di potatura per i partecipanti. Il quarto giorno si terrà nella primavera2016 per la gestione dei lavori in verde. A chi frequenterà sia le lezioni invernali che quella primaverile e supererà i test finali, sarà rilasciato un attestato di frequenza. Date e programmi dettagliati si trovano sul sito www.simonitesirch.it, dove si possono anche fare le iscrizioni online. Il costo è di 400 € e comprende anche il “Manuele di potatura – Guyot “scritto da Marco Simonit. Il costo del corso per gli studenti delle Università ed Istituti partner è di 200 €. L’obiettivo della Scuola è insegnare le basi del Metodo Simonit&Sirch di potatura ramificata della vite, ormai adottato da oltre 130 fra le principali cantine italiane ed europee. In sintesi, il Metodo Simonit&Sirch si fonda su 4 regole base che possono essere applicate universalmente: permettere alla pianta di crescere con l’età, di occupare spazio col fusto e con i rami; garantire la continuità del flusso linfatico; eseguire tagli di piccole dimensioni sul legno giovane, poco invasivi; utilizzare la cosiddetta tecnica “del legno di rispetto” per allontanare il disseccamento dal flusso principale della linfa.

Nomination di Simonit & Sirch Preparatori d’Uva al Wine Enthusiast’s 2015 Wine Star Award

Candidati, unici italiani, nella sezione “Innovator/Executive of the Year”

Logo Wine EnthusiastRoma, 4 settembre, 2015- Nomination per Simonit & Sirch Preparatori d’Uva alla prossima edizione del “Wine Enthusiast’s 2015 Wine Star Award”. Tra i più prestigiosi premi del mondo del vino, viene assegnato ogni anno dalla celebre rivista americana Wine Enthusiast’s, riferimento assoluto del settore, alle eccellenze internazionali del mondo del vino. 14 le categorie dei premiati, che hanno conquistato altissimi meriti nel mondo del vino e delle bevande: i Preparatori d’Uva sono candidati, unici italiani, come “Innovator/Executive of the Year”.“Marco Simonit e Pierpaolo Sirch – recita la motivazione della nomination – hanno lavorato con produttori famosi in tutta Italia, in Francia e altrove. Hanno sviluppato tecniche rivoluzionarie per ottimizzare la qualità dell’uva e la longevità della vite, il che conduce alla produzione di vini eccezionali”Di primissimo piano gli altri personaggi in lizza con loro per aggiudicarsi il riconoscimento di “Innovator/Executive of the Year”:  Florence Cathiard, presidente del Consiglio Nazionale del Turismo del Vino in Francia e proprietario tra gli altri di Château Smith Haut Lafitte;  Rowan Gormley, fondatore del fenomeno NakedWines.com; Aurelio Montes, uno dei più importanti esponenti della viticoltura in Cile; Mike Ratcliffe, managing director di Warwick Estate in Sud Africa, cofondatore di Vilafonté, la prima joint-venture enologica tra Usa e Sudafrica, e di AfrAsia Bank Cape Wine Auction, che solo nel 2015 ha già raccolto oltre 800.000 dollari da devolvere in beneficenza. Fra gli italiani candidati da Wine Enthusiast in altre categorie: Marisa Allegrini in lizza come personaggio dell’anno, la Cantina Ferrari di Trento come miglior cantina d’Europa, la Sicilia come regione del vino dell’anno e Campari per la sezione Spirit Brand of the Year. I vincitori saranno annunciati nel numero speciale di Wine Enthusiast “Best of Year” e saranno premiati nel corso di una serata di gala a New York City il 25 gennaio 2016.

 

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
redazione@thedailycases.com