Siena, Residenza d’Epoca diventa Relais degli Angeli

[AdSense-A]

 

Il palazzo ha sempre mantenuto una posizione di assoluta centralità nelle vicende storiche della città

Senza-titolo-20

Il turismo in Italia è spesso l’occasione per riportare all’antico splendore edifici di straordinario valore. E’ il caso dell’apertura in un antico palazzo di Siena, posto all’interno della cinta muraria lungo la direttrice che da Firenze portava i pellegrini in città attraverso Porta Camollia, di una nuova struttura ricettiva, la Relais degli Angeli Residenza d’Epoca. Il palazzo ha sempre mantenuto una posizione di assoluta centralità nelle vicende storiche della città, compreso fra Via Montanini da un lato e La Lizza dall’altra, area adibita a tornei ed esercitazioni equestri fin dal ‘500 e trasformata in giardino pubblico per il passeggio dei senesi nel 1779. Una stampa dell’epoca, La mostra de’ Sig. Genilhuomini d’arme a Siena quando solennemente si rappresentano nella Lizza, incisione su rame di Bernardino Capitelli del 1625 mostra, accanto al profilo dell’incompiuto palazzo Francesconi Mocenni, l’architettura dell’edificio che ospita oggi il Relais degli Angeli; vi si riconosce il terrazzo che oggi offre una vista sulla Chiesa di San Domenico e sulla Fortezza agli ospiti del nuovo boutique hotel. Il palazzo è stato successivamente acquistato dalla famiglia Stasi, proprietaria del gruppo Siena Inns che comprende, oltre al Relais degli Angeli, anche l’Hotel Garden, l’Hotel Italia e Villa Agostoli. Ed è stato lo stesso palazzo che ospita oggi il Relais degli Angeli a dare i natali al fondatore del gruppo, Umberto. Gli interni, arredati con mobili originali del ‘700 appartenuti alla collezione di famiglia, grazie ad una sapiente ristrutturazione completata con il patrocinio della Soprintendenza alle Belle arti hanno saputo conservare il fascino del passato e creare al tempo stesso una struttura ricettiva dotata dei confort più moderni. Per ulteriori informazioni sul Relais visitare il sito internet www.relaisdegliangeli.com.

Siena in Scena, concerto lirico i 3 Tenori

Giovedì 12 Maggio ore 21.00, Tartarugone – Siena

11182203_575025019305734_6648432724030116415_nRoma, 10 Maggio – Continua la ricca programmazione di Siena in Scena, la manifestazione ricca di eventi, che farà da compagnia fino a dicembre,  ai senesi e ai numerosi turisti che visiteranno questa splendida e suggestiva città.   Dopo aver trascorso una giornata immersi nel magnifico centro storico, conosciuto per il suo ingente patrimonio storico, artistico, paesaggistico e per la sua sostanziale unità stilistica dell’arredo urbano medievale,  tanto  da essere inserito dall’UNESCO nel Patrimonio dell’Umanità,  c’è  l’opportunità, da non perdere,  di terminare in bellezza la giornata con le  più belle opere del repertorio operistico Pucciniano interpretato dalle  splendide voci di:

Angelo Fiore

Simone Mugnaini

Paolo Bartolucci

che hanno  l’onore di essere affiancati da tre grandi tenori senesi:

Alberto Mensi

Umberto Ceccherini

Samuele Simoncini

Il tutto arricchito dalla dolce presenza femminile della pianista Laura Pasqualetti.

TARTARUGONE  – ore 21,00

Ingresso Euro 20,00

Ridotti  e residenti Euro 16,00

Rassegna in abbonamento Euro 70,00

Boxoffice Toscana – Siena in Scena

www.boxofficetoscana.it/eventi/festival/3300-siena-in-scena-2016

 Punti vendita a Siena:

Coop Siena (mappa)

Strada del paradiso, 1 – Siena
0577-334889

Corsini Dischi (mappa)
Piazza Matteotti, 5 – Siena
0577-280545

 

Coop Colle Val D’Elsa (mappa)
Via Diaz, 31 – Colle Val D’Elsa ( SI )
0577-926698
Coop Poggibonsi (mappa)
Via Salceto, 137/143 – Poggibonsi ( SI )
0577-987499

Discoshop (mappa)

Largo Campidoglio, 30 – Poggibonsi ( SI )
0577-933311

Pro Loco San Gimignano (mappa)

Piazza Duomo, 1 – San Gimignano ( SI )

Letric Travel (mappa)
Viale Mazzini, 23 – Torrita di Siena ( SI )
0577-684095

Si ricorda sconto ai soci Coop 10% e grazie alla collaborazione con la Pubblica Assistenza di Siena accesso facilitato per i disabili.

“Il Bivio. Sogni e speranze dei giovani italiani in tempo di crisi” di Angelo Bruscino vince il Premio Letterario Il Molinello 2016. Oggi a Siena la cerimonia

Il presidente nazionale dei Giovani Imprenditori di Confapi riceve il riconoscimento per il libro edito da Mondadori
11350856_10206468176483794_5203873670942518084_nRoma, 5 Marzo – Sarà all’insegna del ricordo del grande poeta Mario Luzi la ventesima edizione del Premio Letterario Internazionale “Il Molinello”, Medaglia del Presidente del Senato, organizzato dall’Associazione Culturale Il Molinello. La Cerimonia di premiazione si svolgerà oggi sabato 5 marzo 2016 alle 16 a Siena al Grand Hotel Apogeo di Bettolle -Sinalunga  e sarà condotta dal giornalista RAI Massimo Lucchesi. La Giuria del “Molinello”, composta dall’ideatrice del Premio e Presidente Nicla Morletti, dai giornalisti e critici letterari Giulio Panzani e Marco Delpino e dal docente di lettere e critico letterario Giovanbattista Alfano, ha reso noti i nomi dei vincitori della ventesima edizione. E il Premio Speciale della Giuria per la saggistica va all’imprenditore napoletano e Presidente nazionale dei Giovani Imprenditori di Confapi Angelo Bruscino per il libro “Il bivio – Sogni e speranze dei giovani italiani in tempo di crisi” edito da Mondadori. “Sono onorato di essere stato scelto per la sezione speciale del Premio Molinello, dichiara Bruscino, un riconoscimento così longevo e prestigioso, sono felice perchè ricevere questo premio ha un significato che va oltre il riconoscimento al mio lavoro personale: vuol dire che l’argomento di cui tratta, cioè i giovani e la loro attuale situazione lavorativa e sociale in Italia diventa di interesse nazionale e questo mi fa ben sperare nel cambio della cultura di sistema. Riscontro con piacere – continua Bruscino- nel ricevere questo premio che c’è una presa di coscienza, che la situazione attuale non è più accettabile, che deve cambiare, che le logiche e la visione che abbiamo applicato fino ad oggi a questo paradigma devono essere aggiornate ai tempi in cui viviamo. Questo evento è guidato quindi dalla sensibilità verso i giovani e dall’interesse e l’apertura verso il cambiamento.”

Il volume
Riuscirà l’Italia a valorizzare i suoi giovani e a renderli protagonisti della ripresa economica?  Questo uno degli interrogativi che ha dato vita a “Il Bivio, sogni e speranze dei giovani italiani in tempo di crisi” (Mondadori): il nuovo libro dell’imprenditore della green economy e Presidente Nazionale dei Giovani di Confapi Angelo Bruscino.   “L’Italia riparte, è ferma, ripartirà ? – si chiede Bruscino nel volume – Non bastano i dati Istat per decretare il futuro del nostro paese, ma questa domanda va rivolta alla nostra più importante risorsa strategica i “Giovani” che nell’ultimo periodo fanno notizia, non solo per la fuga di cervelli, ma per la loro creatività e coraggio che sembra aver dato una scossa importante alla natalità di giovani imprese e startup.   Questo sentimento è lo stesso che ho cercato di trascrivere nelle pagine del mio libro  e che spero possa essere interpretato anche dai decisori politici, all’alba di una competizione elettorale che coinvolge le nostre maggiori Metropoli e che stenta ad interpretare i sogni ed i bisogni dei nostri giovani. Stiamo sottovalutando la nostra risorsa più preziosa e l’unica capace di ereditare e costruire un domani migliore, questo Saggio cerca di dare un contributo positivo alla rinascita della nostra nazione attraverso il racconto di un’Italia difficile, ma anche eccezionale e capace di salire alla ribalta con le sue giovani imprese, le sue espressioni creative ed innovative “. Questo saggio è infatti un’istantanea di storie, sogni e speranze dei giovani italiani, che oggi vivono e si barcamenano tra numerose incertezze, tra crisi economica e sociale, tassi di disoccupazione soprattutto giovanile mai toccati prima e una visione del futuro che sembra più nera del passato e che, nonostante tutto, testimonia anche la forza di una meglio gioventù che con il suo lavoro ed impegno sta trasformando la nostra nazione in un luogo dove è ancora possibile sognarsi e vincere la sfida con il resto del mondo.

Festa della Donna “in Bellezza” a San Gimignano

Un’idea elegante viene da Irispa, Centro Benessere del resort Villasanpaolo che propone di trascorrere una giornata in Spa

ImageProxy (2)Siena, 26 febbraio 2016 – La Festa della Donna si avvicina e come ogni anno si moltiplicano le proposte per le donne che vogliono trascorrere la serata in maniera divertente. Un’idea elegante viene da Irispa, Centro Benessere del resort Villasanpaolo che propone di trascorrere una giornata in Spa, nel suggestivo contesto delle colline intorno a San Gimignano (Siena). Una celebrazione tutta al femminile e all’insegna del relax: sono previste, infatti, ben tre offerte diverse per chi sceglierà di trascorrere l’8 Marzo nella piscina riscaldata di Irispa, pensate per soddisfare ogni tipo di esigenza. Due percorsi diurni consentiranno di fruire, oltre che dei trattamenti previsti dal centro benessere, della bellezza del paesaggio della campagna toscana: – Beautiful Day, un percorso benessere di mezza giornata che prevede un trattamento viso personalizzato da 25 minuti; – Pelle di seta, un percorso benessere di mezza giornata che include anche un trattamento esfoliante corpo in Hammam da 25 minuti. L’offerta Beautiful Night prevede invece un percorso benessere serale dalle 19 alle 24, in abbinamento a una cena con menù a tema al ristorante interno del Resort Losteria. Il ristorante è aperto dalle 19 alle 22 e gli ospiti potranno scegliere in totale libertà come organizzare la propria serata e quando procedere alla degustazione dell’originale piatto unico “Orchidea e Dolce Mimosa”, campione di assaggi dalla fantasia dello chef.

Per informazioni e prenotazioni è possibile contattare Irispa – Centro Benessere & Spa in Toscana (www.irispa.it), allo 0577 955021 o scrivere all’indirizzo irispa@villasanpaolo.com.

ONAV: degustare il vino è un’arte

L’arte dell’assaggio, tra scienza e filosofia. Sabato 14 novembre, ore 15.00 – Palazzo Chigi, San Quirico d’Orcia

1435217176-0-vino-al-via-da-oggi-a-pantelleria-le-giornate-degli-assaggiatori-onav-focus-sui-passitiSiena, 23 ottobre- L’approccio al consumo, gli aspetti che guidano la scelta di un vino, il valore del patrimonio culturale enologico. Saranno queste le tematiche portanti del Congresso Scientifico organizzato da ONAV che si svolgerà sabato 14 novembre, alle ore 15.00, a San Quirico d’Orcia (Si). Presso la sede di Palazzo Chigi, relatori e ricercatori di alto livello si incontreranno per discutere sul tema “Obiettivi della valutazione dei Vini”,argomento di rilievo per il settore degli Assaggiatori di vino. Capire quali sono i fattori che portano alla scelta di un vino, come evolve l’approccio al consumo, come la percezione del gusto interviene nella valutazione, sono infatti le basi per chi si fa portavoce dell’arte della degustazione. Questi aspetti fondamentali per gli assaggiatori ONAV saranno dunque oggetto del primo Congresso Scientifico organizzato sotto la presidenza Vito Intini: “L’attenzione al mondo scientifico ed il relativo collegamento formativo è il vero punto distintivo della nostra politica culturale e didattica – spiega Intini, presidente nazionale – la conoscenza tecnica di un professionista dell’assaggio deve infatti tradursi in formazione continua. E per la figura del degustatore ONAV è fondamentale capire anche le implicazioni storiche, filosofiche e psicologiche che intervengono in occasione di una scelta nient’affatto banale come la valutazione di un calice di vino”.“L’obiettivo del Congresso – prosegue il prof. Vincenzo Gerbi, presidente del Comitato Scientifico ONAV – è quello di esaminare l’approccio all’assaggio per riscoprirne le vere motivazioni, facendo riflettere i degustatori sulle potenzialità del loro ruolo. La finalità di un assaggiatore ONAV rimane infatti quella di essere uno “strumento” di corretta comunicazione del vino, legando la realtà con quello che del vino si racconta”. Alla tavola rotonda interverranno: Vito Intini, presidente nazionale ONAV, Daniele Cernilli,  giornalista, Osvaldo Failla, Università degli studi di Milano, Vincenzo Gerbi, Università degli Studi di Torino, Luigi Moio, Università degli Studi di Napoli Federico II, e Francesco Iacono, enologo. Il Congresso Scientifico ONAV si inserisce nel programma della Giornata dell’Assaggiatore momento di incontro, confronto e crescita che l’Associazione dedica a tutti i soci ONAV. Nella giornata di domenica 15 novembre, alle ore 10.00 nella sede di Palazzo Chigi, si svolgeranno infatti le degustazioni guidate di prestigiosi vini della provincia di Siena a cura di Alessandra Ruggi, Vito Intini e Daniele Cernilli.

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
redazione@thedailycases.com