Lidu onlus, la poesia che salva il mondo con ‘Siamo tutti Di…Versi’

Comitato Insieme per l’Arte e Ipathia associazione, patrocinate dalla Lega Italiana Diritti dell’Uomo in un evento che, tra poesia, scultura e cinema, racconta le diversità come fonti inesauribili di voglia e capacità di vivere insieme  

 

liduRoma, 22 marzo –   “La diversità raccontata dalla poesia e dal cinema realizza in pieno la mission del comitato costituito da una concertazione di poeti, attori e artisti vari che insieme appunto utilizzano il loro estro per scuotere coscienze su disagi sociali, per sensibilizzare e catalizzare attenzione e perché vogliono credere che l’arte possa salvare il mondo.” È  questo il commento di Ella Clafiria Grimaldi, presidente del Comitato Insieme per l’Arte, che in collaborazione con Lidu(Lega Italiana Diritti Umani) e Ipathia associazione,  venerdì 20 marzo presso la sede nazionale della Lidu onlus in piazza d’Ara Coeli n.12, ha organizzato un reading poetico dedicato al tema delle diversità. Le liriche tutte tratte dall’antologia “SIAMO TUTTI DI… VERSI realizzata da autori vari, curata da Maria Pompea Carrabba, pubblicata da RosaAnna Pironti Editore, sono  state recitate dagli attori Valerio Cappelli, Caterina Taccone e Matteo Fasanella. rosaOspite d’eccezione l’attrice Rosa Pianeta con una lettura inedita di un testo autografo. Ad aprire l’evento il presidente nazionale della Lega Italiana Diritti dell’Uomo, l’onorevole Alfredo Arpaia, che insieme alla responsabile commissione donne della stessa onlus Maricia Bagnato Belfiore, ha voluto sottolineare il valore aggiunto che qualsiasi diversità porta al tessuto sociale: “La diversità è una risorsa. –Ha spiegato Arpaia- In tema di diritti dell’uomo ogni essere umano ha diritto che venga rispettata la sua dignità e ha indubbiamente qualcosa di particolare e di unico da offrire al prossimo. Da anni la Lidu si batte affinché ogni essere umano trovi la sua collocazione in mezzo agli altri uomini, considerando ognuno portatore di preziosi valori ed esperienze di vita.”  A significare il senso della serata è stata esposta anche una bellissima scultura di Antonio Petronzi dal titolo “L’incontro”. lidu 2Lo scultore, che da sempre riplasma materiali di scarto raccolti per strada, tra cui legno e pietra, ha voluto così suggellare lo sforzo delle associazioni presenti nel voler riassumere temi importanti attraverso l’espressività artistica. Ed in effetti in questa occasione la Lidu, che ha ospitato il Comitato Insieme per l’Arte e l’associazione Ipathia, presidente Tiziana Primozich, ha voluto rinnovare la possibilità per qualsiasi associazione di considerare la Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo come il luogo ideale, laico e senza alcun colore politico, dove chiedere supporto per la difesa di qualsivoglia diritto umano. Tra le associazioni ospiti anche Sara Iannone, presidente associazione culturale “Alba del terzo millenio” che si ricollega all’associazione “Villaggio del Cuore” di Idalia Trevisan. Quest’ultima in particolare da anni lotta per l’adeguamento dei tariffari ministeriali in tema di protesi e tutori per persone disabili, affinchè gli stessi, fermi nei prezzi a quattordici anni fa, vengano adeguati ai prezzi correnti. Arte sociale dunque per un grande messaggio: nel confronto si genera conoscenza e arricchimento. Durante l’evento anche la proiezione, in anteprima nazionale, del cortometraggio a tema: “I minuti che contano” per la regia di Sara Condizi, con Valerio Cappelli, Luigi Mastronardi e Alberto Mosca, prodotto da Visual Studio,  un coraggioso messaggio rivolto a chi non si arrende mai e soprattutto a chi continua a credere che questa vita vada vissuta al massimo. Al termine della serata un assaggio di vini offerto dall’azienda vinicola Vinaria con rossi di Cole di Luna gentilmente offerti dall’imprenditore vinicolo marchigiano Alessandro Paolucci

Puglia, San Paolo di Civitate colora l’estate con ‘Siamo tutti di..versi’

Un evento culturale patrocinato dal Comune e organizzato dal Comitato Culturale “Insieme per l’arte”,  per celebrare le diversità come valore aggiunto dell’umanità

 Di Maria Pompea Carrabba

10603018_10152661577699282_1926856307_nRoma, 16 agosto – In un clima di festosa partecipazione, si è svolta la IV rassegna poetica “Siamo tutti di..versi”,  evento culturale  organizzato dal Comitato Culturale “Insieme per l’arte”, attivo sul territorio dal 2012. Hanno aderito all’iniziativa l’ASH, Ass. Superamento Handicap, ANPANA, Ass. Protezione animali natura ambiente, Ass. Spazio Donna Onlus Caserta, Funzione Pubblica CGIL di Foggia, Ass. Art Village. L’evento è stato patrocinato dal Comune di San Paolo di Civitate, presenti quella sera il sindaco Generoso Perna  e il Presidente del Consiglio Comunale con delega alla Cultura Mariarita Cordone. Il sindaco ha encomiato l’attività svolta dal Comitato Insieme per l’arte, a favore dell’arte e della cultura, auspicando un prosieguo di quanto iniziato due anni fa perché “davvero questo progetto può diventare  risorsa per la comunità come fonte di arricchimento personale e spunto di sviluppo sociale”. Le letture poetiche, accompagnate dalle melodie sonore del maestro Nicola Giordano, sono state ispirate ai temi della diversità, disabilità ed ogni forma di disagio sociale. A declamare le poesie alcuni lettori e i poeti giunti nella cittadina sanpaolese, tra cui il poeta pugliese Francesco De Francesco, la poetessa Anna Ursula Giuliani di San Severo, Felice Zinno,  la giovanissima Chiara Serafina Campolattano di Caserta, Michele Mandunzio, Antonio Bellino, Maria Rosa Di Donna, Antonella Gentile, Maria Luisa Iesu, Gina Palmieri, Enzo Zampino, Ella Grimaldi, Maria Pompea Carrabba e Luigi Napoleone. Una sorta di “percorso di riflessione e conoscenza”, che muovendo dalla Poesia, ha attraversato l’Arte, quella della Pittrice Annarita Bellini di ArteBellini, che ha esposto alcune sue opere sul palco del nuovo Anfiteatro e per l’occasione ha donato la sua opera Acrilico su tela “Non c’è diversità nel battito del cuore”  al Comitato Insieme per l’Arte; la musica quella del soprano Gina Palmieri che si è esibita in alcuni pezzi del suo repertorio accompagnata al piano dal Maestro e Direttore d’orchestra Nazario La Piscopia. Alchimie di luci e colori sapientemente dirette dal maestro Antonio Carretta, che da anni svolge la sua attività concertistica nell’ambito di prestigiosi festival in tutta Europa, hanno reso magica l’atmosfera della straordinaria location del nuovo Anfiteatro della Villa Comunale. In scena anche i ragazzi de “Le Giovanili di ANPANA” che hanno accompagnato l’interpretazione di alcune poesie con il  linguaggio particolare della Lingua dei Segni Italiani in acronimo LIS, utilizzata dalla Comunità Sorda Italiana. I ragazzi hanno realizzato gli addobbi floreali per abbellire il palco,  fiori green realizzati con materiale di recupero secondo l’idea di Arte e Design a impatto zero. Il ricavato di questi lavori viene utilizzato per altri materiali con i quali realizzare successivi lavori ma soprattutto per l’acquisto di cibo e altro che serve per la cura di animali  che vengono trovati.. La sera dell’evento i fiori sono stati messi a disposizione di quanti hanno voluto dare un piccolo contributo da devolvere ad AGAPE: Associazione Genitori e Amici Piccoli Emopatici, un’associazione di genitori di bambini affetti da leucemie e tumori, curati presso il reparto di Onco-Ematoogia Pediatrica  del poliambulatorio Giovanni Paolo II di San Giovanni Rotondo (Foggia). Toccanti le loro testimonianze sul palco di Insieme per l’Arte. Hervè Papalatyr Faye, responsabile di Casa  Sankara coop “l’albero del pane” per accoglienza migranti e progetto “ghetto out” ha letto un brano dell’autrice Maria Pompea Carrabba dal titolo “Ultimo barcone” dedicata ai migranti e rifugiati. foto ellaAttraverso la proiezione di immagini Hervè ha parlato delle condizioni  di estrema precarietà e marginalizzazione in cui si ritrovano stranieri ormai diventati stanziali e che vivono nelle campagne pugliesi durante tutto l’anno. Al grido di “Nessun essere umano è illegale” Hervè Papalatyr Faye ha voluto lanciare una grande lezione di umanità e di necessità di integrazione. Significativa e ricca di fantasia la perfomance dei  ragazzi e collaboratori di ASH (associazione Superamento handicap onlus San Paolo di Civitate),  che hanno dato vita a momenti di spettacolo  molto apprezzati. Mascotte della serata la dolcissima  Iris Capitano, 9 anni, già protagonista in numerose fiction con Veronica Pivetti, e inoltre nel film”Posti in piedi in Paradiso”, con Carlo Verdone. Abbiamo assistito ad una danza di sentimenti, di bellezza, di emozione, tutto era in movimento…Questo è il movimento della vita, che muove dalla bellezza della diversità, dalla ricchezza della dignità di ogni individuo e persona. Nutritissimo il pubblico, l’atmosfera è stata  quella delle grandi occasioni. Un progetto d’amore che è stato possibile realizzare  grazie all’azione e attività del presidente Ella Grimaldi e dei suoi collaboratori Maria Pompea Carrabba, Enrico Candela, Enrico Zampino, Antonio Bellino e tanti altri che a vario titolo hanno aderito alla iniziativa, Insieme si può, insieme possiamo!

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
redazione@thedailycases.com