UNICEF: Shakira e Angélique Kidjo, voci a sostegno di una nuova era di sviluppo per i bambini

Le due cantanti con Papa Francesco, Malala e alcuni bambini di tutto il mondo In una speciale cerimonia per l’adozione degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile 

Shakira-and-Angélique-Kidjo-performing-e144320327922427 settembre 2015 – Le Goodwill Ambassador dell’UNICEF Shakira e Angélique Kidjo hanno celebrato l’adozione oggi degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile con una importante performance pubblica in occasione dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite con oltre 130 capi di Stato e di governo. Dopo il discorso di Sua Santità Papa Francesco, Shakira è salita sul palco per cantare “Imagine”, inno iconico di John Lennon di amore e di pace.”Viviamo in un mondo in cui molti di coloro che sono nati poveri moriranno poveri. Spetta a noi di essere la prima società a sradicare la povertà e portare la giustizia e l’uguaglianza alle persone più diseredate della terra, ha detto Shakira, appassionata sostenitrice dei diritti dei bambini, ai leader mondiali riuniti prima della sua performance. “I nostri figli hanno il diritto alle pari opportunità; di vivere in prosperità, di essere felici, in salute e al sicuro”. Angélique Kidjo, Goodwill Ambassador dell’UNICEF dal 2002, ha cantato una commovente versione di ‘Afirika’ – il suo inno al continente che chiama casa. “L’Africa e i bambini hanno molto da guadagnare dagli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile, ma hanno anche più da perdere se i nostri leader non si impegnano pienamente per questa nuova agenda per la pace e la prosperità”, ha detto Kidjo. “Come artista voglio utilizzare la mia voce per fare in modo che le persone in tutto il mondo comprendano i nuovi obiettivi globali e perché sono importanti, in modo che essi possano ritenere i loro leader responsabili per il loro successo o il fallimento”. Affiancata da un gruppo di giovani provenienti da tutto il mondo, Malala Yousafzai ha poi consegnato un messaggio di speranza per i bambini di oggi prima che gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile sono stati ratificati dai leader mondiali. Gli Obiettivi di sviluppo sostenibile rappresentano un ambizioso piano d’azione che mira ad eliminare la povertà estrema e la fame, garantire l’istruzione permanente di qualità per tutti, proteggere il pianeta e promuovere società pacifiche e inclusive. Questi nuovi obiettivi globali offrono una opportunità storica per dare ai bambini il giusto inizio alla vita che meritano; l’UNICEF ha avvertito che questa opportunità sarà sprecata se il mondo non metterà al centro gli sforzi e gli investimenti sui bambini più svantaggiati e vulnerabili.

 

UNICEF e Shakira: appello ai leader del mondo sull’importanza dello sviluppo della prima infanzia

Oltre 100 milioni di bambini non vanno a scuola e 159 milioni sotto i cinque anni presentano ritardi

UNI4896622 settembre 2015 – Shakira, Goodwill Ambassador dell’UNICEF, chiede ai leader del mondo di investire fortemente nello sviluppo della prima infanzia, sulla base delle nuove scoperte che stanno generando un cambiamento rivoluzionario nella comprensione degli effetti durevoli delle deprivazioni  e de lo stress sullo sviluppo celebrale dei bambini piccoli. “Oltre 100 milioni di bambini non vanno a scuola e 159 milioni sotto i cinque anni hanno ritardi sia al livello fisico, che nello sviluppo cognitivo a causa della mancanza di cure e nutrizione adeguate. Per ogni anno che passa senza investimenti significativi nello sviluppo della prima infanzia e su iniziative mirate riguardanti queste problematiche, milioni di bambini continueranno a nascere in questo stesso ciclo di povertà e mancanza di opportunità. Io e l’UNICEF uniamo le nostre forze e siamo qui oggi perché investire nella prima infanzia è una questione importante e non c’è altro tempo da perdere,” ha dichiarato Shakira. Lo sviluppo celebrale è più intenso durante l’infanzia, con circa 1.000 connessioni neurali al secondo. Queste prime connessioni sinaptiche sono alla base della salute e del benessere di un bambino e comprendono la capacità di apprendere durante tutta la vita, di adattarsi ai cambiamenti e affrontare le avversità. Già circa un terzo di tutti i bambini sotto i 5 anni nei paesi a basso e medio reddito stanno crescendo in ambienti e situazioni che possono interferire con questo periodo di rapida crescita e sviluppo. Nuove ricerche scientifiche mostrano che lo sviluppo del cervello dei bambini più piccoli è esposto sia ai fattori ambientali sia ai fattori genetici. Una nutrizione non adeguata, la mancanza di stimoli e l’esposizione a una qualche forma di violenza possono avere conseguenze negative sullo sviluppo del cervello. Ma mostrano anche che interventi economici e concreti – come incoraggiare l’allattamento al seno,  o leggere e giocare con i bambini piccoli, così come i programmi di istruzione formale – supportano uno sviluppo sano del cervello. Queste scoperte hanno significative implicazioni per i bambini che crescono in condizioni di povertà estrema, esposti a violenza domestica o in paesi colpiti da conflitti o altre crisi. “Quello che apprendiamo su tutti gli elementi che riguardano il cervello di un bambino – se il suo corpo è ben nutrito, se la sua mente è stimolata, se è protetto dalle violenze – deve cambiare il nostro modo di pensare allo sviluppo della prima infanzia e quello che dobbiamo fare”, ha dichiarato Anthony Lake, Direttore generale dell’UNICEF. “Per dare ad ogni bambino le giuste possibilità nella vita, dobbiamo investire presto, investire in maniera equa e investire con intelligenza – non solo nell’istruzione, ma anche nella salute, nella nutrizione e nella protezione.” Abbiamo sempre maggiori dimostrazioni secondo le quali investire nella prima infanzia è uno dei modi più efficaci ed economici per raggiungere uno sviluppo sostenibile: per ogni dollaro speso su un miglior sviluppo della prima infanzia, il ritorno può essere in media di 4 o 5 volte l’investimento, e in qualche caso, molto più alto. Shakira ha partecipato con Ban Ki Moon, Segretario generale delle Nazioni Unite, Anthony Lake, Direttore generale dell’UNICEF, Jack P. Shonkoff, Direttore del Centro per lo Sviluppo Infantile dell’Università di Harvard ed i leader del settore economico ad un evento sullo sviluppo della prima infanzia alle Nazioni Unite a New York.

UNICEF: Shakira e Gerard Piqué lanciano un “Baby Shower virtuale” per aiutare i bambini

La celebre coppia festeggia l’arrivo del secondo figlio creano un baby shower che possa durare nel tempo coinvolgendo altre coppie in attesa

 

shakiragerard_Credit_Jaume_de_la_Iguana (3)Roma 19 gennaio  – La cantautrice e Goodwill Ambassador dell’UNICEF Shakira e la stella del calcio del Barcellona FC Gerard Piqué celebrano l’arrivo del loro secondo figlio con un Baby Shower Mondiale (la tradizionale festa con i doni per il bambino che deve ancora nascere) in favore dell’UNICEF e dei bambini più vulnerabili. Dopo il successo del baby shower dell’UNICEF per il loro primo figlio, Milan, Shakira e Gerard hanno deciso di dare il via ad uno shower disponibile per tutti e per le madri in attesa, per sollecitare altri baby shower a sostegno dei bambini e delle madri che hanno urgente bisogno di aiuto. “Adesso che stiamo per dare il benvenuto al nostro secondo figlio vogliamo aiutare altri bambini nel mondo e contribuire a garantire soluzioni di lunga durata per dare ai bambini che vivono in condizioni di povertà estrema il sostegno di cui necessitano”, ha dichiarato Shakira. “Desideriamo che anche altri genitori si sentano motivati a fare lo stesso”, ha aggiunto Shakira. “Vista la grande diffusione dei social media, le celebrità non sono le uniche persone che hanno piattaforme che possano raggiungere un vasto pubblico. Per questo vogliamo che ci sia un movimento che vada avanti anche dopo che il nostro baby shower sarà terminato; invitiamo questi genitori a condividere anche i loro baby shower con l’UNICEF”. I fan della coppia saranno invitati a condividere l’evento visitando uno speciale sitoweb in collaborazione con “Inspired Gifts”/Regali per la vita* che andrà a diretto beneficio del lavoro dell’UNICEF per i bambini che vivono in alcuni dei paesi più poveri e remoti del pianeta. In un post esclusivo sulla sua pagina Facebook, Shakira ha rivelato cosa la ispirava creando una piattaforma dove ogni donna in attesa può aiutare a salvare e migliorare la vita dei bambini nel mondo. “Ogni donna in attesa ha il potere di usare la benedizione della nascita del suo bambino per salvare altre vite, quelle dei bambini meno fortunati nel mondo. Se ogni mamma in attesa che vuole organizzare un baby shower decidesse di includere tra i regali alcuni di questi “Inspired gifts” dell’UNICEFe, potremmo insieme salvare le vite di centinaia di migliaia di bambini in tutto il mondo”. Attraverso il post, i fan possono usare l’appello dell’UNICEF su Facebook cliccando su “Dona Ora” per avere maggiori informazioni e acquistare un Ispired Gift per il baby shower. Tra 10 Inspired Gifts, i fan possono acquistare kit ostetrici e attrezzature mediche con consegna sicura per 50 bambini, vaccini contro morbillo e polio, coperte, bilance per bambini. Altri regali comprendono palloni da calcio – visto il potere dello sport e del gioco che generano felicità e danno vita ad un’infanzia sana – e un libro per promuovere l’amore per la lettura e l’apprendimento. Attraverso il profilo twitter di Shakira, i fan potranno acquistare uno speciale biglietto di ringraziamento da parte di Shakira e Gerard. I fondi raccolti tramite i biglietti saranno destinati ai vaccini salvavita contro il morbillo. Shakira e Gerard chiedono ad altri genitori in attesa di ospitare il proprio baby shower virtuale e coinvolgere le proprie famiglie, amici e follower per supportare il lavoro dell’UNICEF. Basta visitare: www.worldbabyshower.org I baby shower sono popolari in molti paesi per celebrare l’arrivo o la nascita di un bambino con regali alla madre. Il primo Baby Shower mondiale virtuale della celebre coppia per l’UNICEF si è svolto tra il 16 gennaio e il 15 febbraio 2013, per festeggiare la nascita del primo figlio, Milan. Come risultato, oltre 80.000 bambini sono stati vaccinati contro la polio, circa 4 tonnellate di alimenti terapeutici hanno aiutato bambini che soffrivano di malnutrizione; sono state distribuite circa 1.000 zanzariere per la malaria e circa 200.000 sali per la reidratazione orale. I regali del Baby Shower Mondiale possono salvare la vita di madri e bambini. Nonostante i grandi progressi nella riduzione del tasso di mortalità infantile, ogni anno 6,3 milioni di bambini sotto i 5 anni muoiono ancora per causa prevenibili. Tra questi, 2,9 milioni di neonati muoiono nel primo mese di vita. Ogni giorno, milioni di madri partoriscono senza attrezzature mediche adeguate, medicine o servizi di sostegno.

*Regali per la vita/Inspired Gifts: sono un programma innovativo che dà alle persone l’opportunità di acquistare strumenti salvavita che vengono spediti direttamente dal Magazzino centrale dell’UNICEF di Copenaghen o da uno dei molti fornitori locali dell’UNICEF in uno degli oltre 150 paesi/territori dove l’UNICEF lavora.

 

 

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
redazione@thedailycases.com