Meraviglie di Persia

Ad Agosto le prossime date della programmazione GOASIA per partecipare a un viaggio memorabile

GoAsia_logoCMYKMilano, 18 luglio- 04, 13 e 20 Agosto sono le prossime date della programmazione GOASIA per partecipare ad un viaggio memorabile in una terra dove convivono l’eredità di un passato millenario e una storia recente problematica e contraddittoria. Parliamo dell’Iran, terra leggendaria che occupa da sempre una posizione strategica, privilegiato luogo di incontro tra Oriente e Occidente, e che è stata la culla di uno dei più grandi e duraturi imperi della storia umana: l’antica Persia. Ma perché questo paese merita una visita? ..scopriamolo insieme. Da quando il presidente Hassan Rouhani è stato eletto, circa un anno e mezzo fa, il turismo dall’Europa è aumentato del 240%. Il Paese nell’ultimo anno è stato visitato da circa 1,49 milioni di turisti, un numero superiore a quello degli iraniani che si sono recati all’estero (1,4 milioni). È la prima volta che succede negli ultimi 35 anni, ossia dalla rivoluzione islamica iraniana. Così l’Iran, con i suoi gioielli architettonici e le sue affascinanti atmosfere, è tornato a essere protagonista nelle pagine dedicate ai viaggi dei grandi quotidiani internazionali. Pochi luoghi al mondo possono equiparare la bellezza degli itinerari persiani. L’Iran possiede circa 17 luoghi e architetture dichiarate dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità. Le città più visitate sono la capitale Teheran, con le sue moschee e i palazzi dello Shah, e la città di Esfahan, che offre al visitatore la grandissima Piazza Imam Khomeini. I luoghi da visitare, però, sono davvero tanti e diversissimi tra loro: Shiraz, Persepoli, Pasargade, Isfhan, senza tralasciare gli straordinari paesaggi montuosi e desertici, le vestigia delle città di Ciro il Grande, Dario I, Serse, Artaserse e Alessandro Magno, seguendo le tracce del fecondo scontro tra la cultura iranica pre-islamica e il mondo greco. Dai monumenti zoroastriani antichissimi alle moschee, bazaar e cittadelle fortificate medievali, l’Iran si rivela un bacino inesauribile di arte di grande bellezza e importanza per la comprensione del mondo antico e di quello contemporaneo. La dolce Persia dei poeti raffinati, dei giardini profumati, della maestosità delle montagne finirà per sedurvi dalla gentilezza, dolcezza e ospitalità degli abitanti. Il viaggio richiede un buono spirito di adattamento soprattutto per quanto riguarda l’abbigliamento, in particolare le donne dovranno avere sempre il capo coperto da un foulard che potranno togliere solo nelle proprie stanze di hotel. Non sono permessi abiti attillati e bisogna avere sempre braccia e gambe coperte.

 

 

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
redazione@thedailycases.com