Vernissage “Semenze” di Laura Niola

Dal 22 Aprile  al 14 Maggio 2016 Sala Carceri di Castel dell’Ovo, Napoli

di Marina d’Angerio di Sant’Adjutore

13087081_102346776843220_3303680707059826814_o

Napoli 7 Maggio-

 1) CARA LAURA NIOLA PARLAMI DI TE, COME NASCE LA TUA PASSIONE PER L’ARTE?

 1) Parlare di me stessa in maniera generica provo disorientamento, perché non so esattamente cosa mi si chiede o cosa si vuol sentire che io dica. Forse è solo perché non so ancora chi sono veramente. Provo di volta in volta a scoprirlo attraverso ciò che creo, ad aggiungere un tassello a quella che sono. E ciò che sono solo il tempo lo dirà. La passione per l’arte é quando la si gode da fruitore, ma quando la si produce diventa un’esigenza, un modo di essere e di esprimersi. Non saprei dire come sia nata la mia esigenza di fare arte , so solo che c’è.

2)COME NASCE LA TUA PRIMA PERSONALE “SEMENZE” IN MOSTRA A CASTEL DELL’OVO DI NAPOLI?

2) Semenze è un lavoro che si è delineato da solo .  È  come se lui già sapesse, fin dall’inizio, cosa dire e come dirlo, io sono stata semplicemente guidata, sia con le mani che con il cuore.  E ciò che ho realmente fatto, ne ho avuta la piena consapevolezza, solo a lavoro compiuto. Non ho mai voluto fare prima di oggi, una personale , perché non mi sentivo pronta. Sapevo di dover aspettare il lavoro giusto. E questo lo è stato. Un lavoro modulare, grande, che mi rappresenta pienamente e che ha trovato la giusta collocazione e la sua massima espressione lì, nella sala delle prigioni.

3)QUANTO è IMPORTANTE PER UN ARTISTA SENSIBILIZZARE L’UMANITà E CONDURLA PER MANO VERSO L’AMORE PER LA MADRE TERRA?

3) Sensibilizzare per un artista credo che equivalga ad un urlo in sordina. Il mio laboratorio si trova in una casa colonica , appartenuta prima ai miei nonni, poi a mio padre. Ora Terra dei fuochi. Ho trascorso tutta la mia infanzia in quella terra.  So quanto sia vera..la Terra.

Allora mi chiedo.. se non amiamo lei, cos’è che dovremmo amare veramente?

4) QUALI SONO LE LEGGI CHE GOVERNANO IL MONDO E CHE SONO INCISE SULLE TAVOLETTE DELLA TUA PRIMA “SEMENZE”, E QUANTE E QUALI SONO LE IMMAGINI?

4) Tutto è iniziato semplicemente con l’acquisto e la lettura di un saggio dello statunitense Michael Guillen, “le 5 equazioni che hanno cambiato il mondo “. Le prime leggi fisiche, ad essere incise nel cemento ancora fresco , sono state proprio queste,  parlo delle equazioni fondamentali di Newton, Bernoulli, Faraday, Clasius ed Einstein. Leggi dunque, che parlano della gravitazione , della meccanica , dei fluidi, del magnetismo ottico e così via. Dopodiché il passaggio successivo è stato quello di affiancare a queste leggi,  matematiche, fisiche e chimiche, i primi segni dell’uomo preistorico, i primi esempi di scrittura e dunque simbologie antiche e linee della natura. Sovrapponendo a queste incisioni, disegni e colori di quei popoli vissuti , e i pochi ancora rimasti, che vivono in perfetta sintonia e armonia con la loro Terra.

5) QUAL’è IL SEME PIù BELLO CHE UN ARTISTA DEVE PIANTARE NEL SUO PASSAGGIO TERRENO?

5)  La bellezza. L’artista ha il dovere di trasmettere e seminare bellezza.  Perché solo la bellezza ci salverà.

Grazie di cuore Laura per avermi rilasciato questa intervista . Le tue parole e la tua arte giungono alla nostra anima, nella camera più segreta di ognuno di noi . Dobbiamo uscire da ogni “prigione” e ritornando alla ‘Madre Terra’ ritrovare noi stessi e riscoprire la bellezza del Creato.

 

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]