Decretati i vincitori della prima edizione di ‘Filari di Bolle’selezione di spumanti in Friuli Venezia Giulia

Grande vetrina per Filari di Bolle, la prima Selezione dedicata agli Spumanti del Friuli Venezia Giulia: in concomitanza con l’inaugurazione della 67^ Sagra del Vino sono stati proclamati il 25 aprile i vini giudicati migliori dalla qualificata giuria della Selezione, presieduta da Venanzio Francescutti delle Città del Vino e composta da sommelier, enologi e giornalisti esperti del settore.

 

Filari-Di-Bolle-864x400_cTrieste, 27 aprile – Sono state 85 le aziende vinicole partecipanti, provenienti da tutte le zone DOC del Friuli Venezia Giulia, le quali hanno presentato in concorso 150 vini nelle quattro categorie Metodo Charmat Prosecco DOC, Metodo Charmat Spumante monovarietale, Metodo Charmat Cuvée e Metodo Classico (condizione per partecipare era che le uve fossero state coltivate in Friuli Venezia Giulia e che l’azienda abbia sede o un’unità operativa nella stessa regione). Tra questi sono stati selezionati 65 vini finalisti. Il premio per il Metodo Charmat Prosecco DOC (sponsorizzato da Juliagraf) è stato assegnato al Vino Prosecco Spumante Extra Dry presentato dall’azienda vinicola Fondazione De Claricini. Il premio per il Metodo Charmat Spumante monovarietale (sponsorizzato da Icas) è stato assegnato al Vino Ribolla Gialla Spumante Brut presentato dall’azienda Poggiobello – Genagricola S.p.A. Il premio per il Metodo Charmat Cuvée (sponsorizzato da Ds Smith) è stato assegnato al Vino Rivus Spumante Extra Dry presentato dall’Azienda agricola Ferrin. Il premio per il Metodo Classico (sponsorizzato da Amorim) è stato assegnato al Vino Spumante Talento Pittaro Brut etichetta oro presentato dall’azienda Vigneti Pittaro. Ai vincitori come premio è stata donata un’opera originale del grande fotografo casarsese Elio Ciol. Presente alla premiazione, tra le varie autorità, il vicepresidente della Regione autonoma Friuli Venezia Giulia Sergio Bolzonello. “Il successo di questa prima edizione – ha commentato Antonio Tesolin, presidente della Pro Casarsa della Delizia, organizzatrice della Sagra e della Selezione – conferma l’intuizione che abbiamo avuto in fase di istituzione della Selezione: mancava una “vetrina” per la produzione spumantistica regionale. Ora questo spazio che premia l’eccellenza delle bollicine del Friuli Venezia Giulia c’è e soprattutto abbiamo i numeri di questo settore in crescita. Un punto di partenza da cui iniziare a ragionare con dati alla mano sulle possibilità di produzione e, soprattutto, di vendita che si aprono per i prodotti trainati dal marchio Friuli, il quale, a detta degli stessi illustri giurati, rappresenta il valore aggiunto fondamentale quale garanzia di qualità per i consumatori: questi sono infatti spumanti che sanno soddisfare e attrarre il mercato. Tra l’altro da giornalisti ed esperti del settore è giunto un suggerimento condivisibile: tutelare quanto di importante c’è già nella regione in campo spumantistico, come la ribolla gialla spumante, ma soprattutto anche cercare di individuare uno spumante friulano in grado di affiancare, nelle preferenze del pubblico, il prosecco”.Filari di Bolle, come detto, proseguirà ora durante la Sagra del Vino con una serie di degustazioni dei vini finalisti nell’Enoteca Salone dei Vini allestita in piazza Cavour, gestita dalla Pro Casarsa insieme ai sommelier dell’AIS del Friuli Venezia Giulia, oltre che nei bar e locali pubblici abbinati a prelibatezze gastronomiche realizzate per l’occasione. Organizzazione a cura della Pro Casarsa della Delizia e Città di Casarsa della Delizia, in collaborazione con Associazione italiana sommelier FVG, Assoenologi FVG, Onav FVG, Slow Wine FVG e Associazione Città del Vino. Con il patrocinio e supporto dell’Ersa (Agenzia regionale per lo sviluppo rurale del Friuli Venezia Giulia), il patrocinio della Provincia di Pordenone e Consorzio delle Doc Fvg. Con il sostegno di Amorim, Juliagraf, Icas, DS Smith, Friulovest Banca, Consorzio tra le Pro Loco del Sanvitese e del Sil e Comitato Regionale del Friuli Venezia Giulia dell’Unione nazionale tra le Pro Loco d’Italia.

 

 

 

“Filari di Bolle”, prima selezione di vini spumanti del Friuli

Al via “Filari di Bolle”, la prima selezione di vini spumanti del Friuli Venezia Giulia che valorizza la produzione spumantistica regionale, con la sua qualità ed eleganza sempre più apprezzata nel mercato italiano ed internazionale. Gli esiti della selezione verranno resi noti sabato 25 aprile durante l’inaugurazione della 67^ Sagra del Vino a Casarsa della Delizia (Pn).

 

Vino_Friuli_turismo1Pordenone, 23 marzo – Far conoscere ed apprezzare agli operatori del settore vitivinicolo e ai consumatori la qualità e l’eleganza dei vini spumanti del Friuli Venezia Giulia. È questo l’obiettivo che ha spinto la Pro Casarsa della Delizia ad istituire la prima selezione “Filari di Bolle”. Sabato 25 aprile a Casarsa della Delizia (Pn) verranno resi noti i nomi dei migliori spumanti prodotti in Friuli Venezia Giulia durante la cerimonia inaugurale della 67^ Sagra del Vino, la tradizionale festa di primavera dedicata alla cultura del vino e alla promozione dei prodotti tipici locali in programma fino al 4 maggio. La selezione gode del patrocinio e sostegno dell’Ersa, l’Agenzia regionale per lo sviluppo rurale. “Si tratta di un riconoscimento – ha dichiarato il vicepresidente e assessore alle attività produttive, commercio, cooperazione, risorse agricole e forestali del Friuli Venezia Giulia Sergio Bolzonello – importante per la produzione di vini spumanti del Friuli Venezia Giulia: un’opportunità per promuoverli veicolando la conoscenza del loro intrinseco livello qualitativo. Una produzione significativa, quella della spumantistica regionale, che incide fortemente nelle esportazioni del nostro comparto vinicolo”. Una giuria di esperti del settore vitivinicolo decreterà attraverso una degustazione alla cieca i migliori vini spumanti del Friuli Venezia Giulia, suddivisi nelle categorie: a) Metodo Charmat Prosecco Doc, b) Metodo Charmat Spumanti monovarietali, c) Metodo Charmat Cuvée e d) Metodo Classico, che devono essere ottenuti da uve prodotte in Friuli Venezia Giulia, spumantizzate nelle regioni Friuli Venezia Giulia, Veneto e Trentino Alto Adige e commercializzate da aziende che hanno la sede legale o che possiedono unità operative in Friuli Venezia Giulia. La collaborazione con l’Associazione Italiana Sommelier, a cui sono affidate le degustazioni tecniche, qualifica maggiormente la manifestazione eleggendola a vetrina dei migliori spumanti della regione Friuli Venezia Giulia. I vini finalisti della selezione saranno posti in degustazione in uno spazio riservato nell’Enoteca del Friuli Venezia Giulia, all’interno della stessa Sagra del Vino di Casarsa della Delizia, e saranno poi presenti al banco di assaggio durante la manifestazione nazionale organizzata dall’Associazione Italiana Sommelier a Roma nel mese di luglio. La selezione “Filari di Bolle”, che si avvale della collaborazione della Città di Casarsa della Delizia, del Consorzio delle DOC-FVG, AIS FVG, Assoenologi, Onav FVG e Slowine, mira a valorizzare ancor più il legame tra territorio friulano, vocazione enologica, tradizioni e realtà vitivinicole locali. La produzione spumantistica del Friuli Venezia Giulia si è affermata grazie all’estensione della Doc interregionale “Prosecco” a quattro provincie della regione Friuli Venezia Giulia, che conta oggi 3.750 ettari vitati a Prosecco pari ad una produzione di 675.000 qli, circa 470.000 hl di Prosecco a cui si aggiungono spumanti da vitigni autoctoni come il Ribolla Gialla. Un comparto, quello spumantistico friulano, sicuramente in crescita anche grazie all’aumento della domanda e al successo che stanno avendo i vini spumanti friulani sui mercati sia nazionali che esteri. Le aziende che desiderano partecipare alla selezione “Filari di Bolle” possono iscriversi entro mercoledì 9 aprile 2015 contattando la segreteria della Pro Casarsa della Delizia (Tel. 0434 871031 e-mail: segreteria@procasarsa.org). Con la collaborazione di: Associazione Pro Casarsa della Delizia, Città di Casarsa della Delizia, Ais, Assoenologi, Onav, Slow Wine, Associazione Nazionale Città del Vino, Provincia di Pordenone, Ersa Agenzia regionale per lo sviluppo rurale, Consorzio delle DOC – FVG, Amorim, Juliagraf, Icas, DS Smith, Friulovest Banca, Consorzio tra le Pro Loco del Sanvitese e del Sil e Comitato Regionale del Friuli Venezia Giulia dell’Unione Nazionale delle Pro Loco d’Italia.

Scuola, la Calabria promuove il merito con la selezione”Eccellenze Scolastiche Calabresi”

_assessore-caligiuri_marioAl via la quarta edizione del concorso che premia le migliori classi delle scuole calabresi. L’assessore Caligiuri indica i criteri di selezione: una scuola che premia il merito includendo i più deboli

Roma, 1 giugno -L’assessorato alla Cultura della Regione Calabria, d’intesa con l’Ufficio Scolastico Regionale, ha promosso la quarta edizione delle “Eccellenze scolastiche calabresi”. “Una scuola di qualità – ha scritto l’assessore Mario Caligiuri ai dirigenti scolastici – da un lato include i più deboli e dall’altro premia il merito”, avviando la selezione dei premiati in un’iniziativa che nel 2013 ha avuto l’adesione del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.
Le candidature possono essere formalizzate dal 1 giugno esclusivamente Continue Reading

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
redazione@thedailycases.com