Abitare bene, abitare sicuri

[AdSense-A]

 

Del Medico Fasano: “Sono 25 anni che mi occupo di bioedilizia In questi anni abbiamo realizzato circa 22mila edifici di diverse dimensioni.”

Di Romolo Martelloni
 
Senza-titolo-31
“Sono 25 anni che mi occupo di bioedilizia: ci siamo spostati in Friuli Venezia Giulia dopo il terremoto. In questi anni abbiamo realizzato circa 22mila edifici di diverse dimensioni. “La nostra unita’ abitativa -ricorda Del Medico Fasano che e’ anche presidente dell’associazione La Scuola Ecologica – va avanti per un anno, estate e inverno, con un litro e mezzo di gasolio in tutto per riscaldare e rinfrescare gli ambienti”. I vantaggi di questo genere di edificio sono diversi. Tra i principali, l’assenza di umidità’, dal momento che i materiali usati per la costruzione sono perfettamente asciutti. Inoltre, non ci sono infiltrazioni di radon, dal momento che i materiali utilizzati, per loro natura, non trasportano questo gas velenoso dal terreno in superficie. Assente anche la formaldeide: i legnami e i vari trattamenti di protezione e gli eventuali collanti, nonché’ le pitture finali, sono di origine naturale e privi di qualsiasi agente tossico, a differenza dei legnami chimicamente impregnati presenti sul mercato. “L’antisismicita’ – rimarca Claudio Del Medico Fasano – e’ un altro punto critico: la struttura viene progettata e collaudata contro i terremoti ed e’ ancorata e assemblata con bulloneria passante zincata. Per la casa ecologica, niente scariche elettrostatiche: la sua ‘scocca’, interamente costruita in materiale ligneo, protetto con idoneo trattamento ecologico contro il fuoco, l’acqua e tutti i parassiti del legno, non riflette le onde elettromagnetiche prodotte dagli elettrodomestici di casa come normalmente accade nell’edilizia convenzionale. Un altro punto fondamentale, l’isolamento termico e acustico: serramenti di grosso spessore, vetrocamera con liquido isolante e particolare conformazione delle pareti garantiscono una barriera contro le stagioni e i rumori”.

Scuola: presentato a Roma “Eco – School Original Project”

Claudio Del Medico Fasano:”Eco-School Original Project è l’unico strumento in grado di risolvere definitivamente l’annoso problema degli edifici scolastici italiani”
Di Romolo Martelloni
scuola_piccolo-351x185Roma, 5 marzo – si e’ svolto oggi a Roma un incontro organizzato dall’Associazione la Scuola Ecologica in collaborazione con il Centro Studi Criticalia e il CNSA (Comitato Nazionale Salubrità’ dell’Aria) dove e’ stato presentato ufficialmente “Eco-School Original Project”, “l’unico strumento in grado di risolvere definitivamente l’annoso problema degli edifici scolastici italiani, nella maggior parte strutturalmente sismici, insicuri e fortemente inquinati da Gas Radon, formaldeide, ecc. ma soprattutto costruiti con materiali scadenti e privi di alcun requisito salutistico”‘, come ha sottolineato il dott. Claudio Del Medico Fasano che dal 1976,  anno del terribile terremoto che ha colpito il FVG,  ha avviato vari studi e ricerche per creare edifici in grado di soddisfare i criteri di sicurezza, benessere e rispetto ambientale al fine di ottenere, come ha spiegato il relatore  “il massimo rendimento energetico dalle risorse presenti in natura, vento, sole, legno ed acqua, il cui mix rende un edificio unico ed innovativo riducendo i costi di costruzione utilizzando primariamente materiali di provenienza autoctona ma soprattutto azzerando, quasi totalmente, i pesanti costi gestionali di riscaldamento e raffrescamento degli edifici”.  Durante i lavori e’ stato sottolineato un plauso particolare alla Presidenza del Consiglio  e alla Struttura di Missione coordinata dall’Arch. Laura Galimberti.  “La  “spinta” del Governo Renzi verso la riqualificazione e ricostruzione di edifici scolastici ecologici modulari – ha evidenziato Del Medico Fasano – e gli importanti “fondi” a bilancio destinati dimostra, ancora una volta, la sensibilità del nostro governo: “Chiederemo un incontro ufficiale con l’Arch. Gallimberti per illustrare il nostro “Eco-School Original Project” il quale potrebbe definire le linee guida per realizzare  edifici a “costo calmierato”, antisismici ai massimi livelli e salutari con pareti aventi il PH 5,5 quanto la pelle umana, in grado di eliminare totalmente le emissioni di PM10 nell’aria. Edifici del Terzo Millennio”. Il convegno e’ stato sostenuto anche dalla LIPU il cui presidente Fulvio Mamone Capria, nel messaggio di auguri inviato agli organizzatori ha detto che la LIPU “guarda con attenzione il progetto che si inserisce appieno nelle strategie sull’educazione e la formazione ambientale e per la cultura ecologica”.

Crollo al Flaminio: Del Medico Fasano (CNSA), cedimenti annunciati

Claudio Del Medico Fasano: “Il nostro Paese a elevatissimo rischio terremoto non può tollerare oltre l’indifferenza della politica su questo tema”

di Romolo Martelloni

134233097-8d1fb599-5cb6-41ee-8f12-565d29ae274eROMA, 23 gennaio – “Il recente crollo strutturale nel quartiere Flaminio a Roma con la sfiorata strage di ignari cittadini di fatto è una situazione emulabile nella totalità della nostra penisola considerato la vetustà e l’inadeguatezza della maggior parte degli edifici esistenti. Solamente nel 1976, in occasione del devastante terremoto del Friuli Venezia Giulia, viene legiferato in materia di sicurezza oggettiva delle nuove costruzioni e varato un piano operativo inerente la staticità delle strutture in cemento”. Lo afferma il Presidente del Comitato Nazionale Salubrità’ dell’Aria e dell’associazione La Scuola Ecologica, Claudio Del Medico Fasano secondo il quale, spesso “L’applicazione della norma avviene però con molta approssimazione, pochi controlli in fase progettuale, sui cantieri e dei materiali. La realtà – fa presente Del Medico Fasano – ci presenta un parco edifici residenziali, sociali, ma in particolar modo le scuole,  insalubre, vecchio e destinato a crollare, come ci dimostra la cronaca. Il nostro Paese a elevatissimo rischio terremoto non può tollerare oltre l’indifferenza della politica su questo tema”. “Ci sono stati centinaia di episodi riguardanti crolli di edifici o porzioni di essi – ricorda Fasano appellandosi a Renzi – con persone ferite o decedute (San Giuliano di Puglia dove un intera classe è stata cancellata per sempre da una piccola scossa di terremoto). La sicurezza passiva di un edificio dovrebbe essere alla base di una scelta progettuale, difficilmente ottenibile con il cemento armato se equiparato al sistema costruttivo modulare ecologico, privilegiando quest’ultimo realizzato con materiali “nobili” come il lamellare o l’acciaio puro in grado di garantire sicurezza ai massimi livelli, perfezione millimetrica, salubrità ed ecologia costruttiva, benessere di utilizzo”. Ecco perché, conclude “Diciamo SI ai restauri di edifici storici, diciamo BASTA ad inutili e costose  ristrutturazioni di edifici anni 20, 30 e successivi che risultano forse ben fatte ma in realtà molte volte finiscono come la palazzina del Lungotevere. In ogni caso “rottamare” i vecchi edifici malati e insicuri sostituendoli con altri ecologici modulari di ultima generazione sarebbe la scelta più opportuna in un Italia fortemente sismica e invasa da gas radon”.

Scuola: appello a Renzi, sostenga e promuova le scuole ecologiche

E’ Claudio Del Medico Fasano promotore dell’associazione La Scuola Ecologica e presidente del Comitato nazionale per la salubrità’ dell’aria che in un appello al premier Renzi  chiede di inserire nel decreto “la buona scuola” forti incentivi per i comuni che realizzano edifici scolastici nuovi totalmente ecologici

di Romolo Martelloni

scuola_piccoloRoma, 27 dic ) – La ‘scuola ecologica’ e’ una costruzione “ad alto risparmio energetico che utilizza in massima parte materiali riciclabili e rinnovabili reperibili in natura, che non necessitano di discariche per rifiuti inerti o radioattivi, in quanto interamente riutilizzabili”. A spiegarlo e’ Claudio Del Medico Fasano, promotore dell’associazione La Scuola Ecologica e presidente del Comitato nazionale per la salubrità’ dell’aria in un appello al premier Renzi in cui si chiede di inserire nel decreto “la buona scuola” prorogato con il ‘milleproroghe’ forti incentivi per i comuni che realizzano edifici scolastici nuovi totalmente ecologici. “La scuola ecologica  o edifici simili hanno molti vantaggi – sostiene Fasano – Tra i principali, l’assenza di umidita’, dal momento che i materiali usati per la costruzione sono perfettamente asciutti. Inoltre, non ci sono infiltrazioni di radon, dal momento che i materiali utilizzati, per loro natura, non trasportano questo gas velenoso dal terreno in superficie. Assente anche la formaldeide: i legnami e i vari trattamenti di protezione e gli eventuali collanti, nonche’ le pitture finali, sono di origine naturale e privi di qualsiasi agente tossico, a differenza dei legnami chimicamente impregnati presenti sul mercato. Per non parlare dell’antisismicita'”. Nell’appello, Fasano fa riferimento anche ai pericoli del gas radon: “questo silent killer, come viene descritto nei paesi anglosassoni e’ spesso presente  nelle strutture costruite tra il 1928 e il 1980; in molte scuole del nord-est e del centro italia è stata registrata una concentrazione di gas elevatissima, ben più alta dei limiti che l’ue considera come soglia di pericolo e a lungo Ignorata dagli enti locali, dall’opinione pubblica e dai media”. Infine, Fasano ha annunciato ” un piano di sensibilizzazione verso le istituzioni e le grandi aziende per poter costruire nidi aziendali con il sistema della bioedilizia, i cosiddetti ”eco-nidi”, già sperimentati negli stati Uniti, in Germania, Francia, Austria e regno unito.

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
redazione@thedailycases.com