Giro d’Italia all’Alpe di Siusi: numeri da record

Domenica 22 maggio all’ombra dello Sciliar, 25.000 persone hanno assistito a bordo strada alla durissima cronoscalata da Castelrotto all’Alpe di Siusi, quindicesima tappa del Giro d’Italia 2016. Una grande festa per tutto l’altopiano che si è conclusa con la premiazione della maglia rosa Steven Kruijswijk da parte dell’enfant du pais Peter Fill, l’azzurro di discesa libera.

Senza-titolo-9

Roma, 28 Maggio – Nel cuore delle Dolomiti Patrimonio dell’Umanità UNESCO e all’ombra dello Sciliar, i grandi campioni del Giro d’Italia hanno affrontato una delle tappe decisive della 99esima edizione: la cronoscalata da Castelrotto all’Alpe di Siusi. Un pubblico entusiasta e numeroso ha fatto da cornice all’evento: ben 25.000 persone presenti lungo i dieci chilometri dell’ascesa si sono goduti la passerella dei grandi campioni incitandoli lungo tutto il percorso. Praticamente tre persone ogni due metri di salita!

Una salita al cardiopalma

Sulla distanza di 10,8 chilometri di cui 9 circa di pura salita con una pendenza media dell’8.3 %, fino a punte dell’11 %. A segnare il miglior tempo il russo Alexander Foliforov, giovane ciclista e già con i segni della specializzazione nelle prove contro il tempo in salita per aver vinto altre gare simili anche quando era dilettante. All’Alpe di Siusi non è mancato lo spettacolo, tantissimi i turisti ed i tifosi richiamati dalla corsa che già dai giorni precedenti hanno riempito gli alberghi e le aree campeggio attrezzate per l’arrivo dei girini. L’evento è stato di forte richiamo sia a livello nazionale che internazionale, la tappa infatti è stata trasmessa in diretta da 24 reti televisive: oltre RAI Sport 1 che cura la produzione le immagini dell’Alpe di Siusi sono state trasmesse da Eurosport in oltre 50 paesi tra Europa, Asia e area del Pacifico. Nei cinque continenti sono giunte le immagini di gara attraverso le emittenti Bein Sports (Francia), VRT Sporza (Belgio), TV 2 (Danimarca), TVE (Spagna), Super Sport (Africa Subsahariana), RDS (Canada), ESPN SUR (Sud America), ESPN Brazil (Brasile), J Sports (Giappone), FPT Telecom (Vietnam), NOW 26 (Thailandia), LETV (Cina), SBS (Australia), FOX Sport (Australia) e SKY Sport (Nuova Zelanda). E nonostante fosse domenica e con una bella giornata di sole in tutto lo stivale, il finale di tappa in Italia è stato seguito da quasi un milione di persone (Auditel ha registrato 938.000 spettatori) con uno share dell’8.33%.

Molti i VIP presenti
Il Giro d’Italia è l’occasione per incontrare anche atleti di altre discipline, come nel caso della Castelrotto – Alpe di Siusi che ha visto la presenza di personaggi dello sport altoatesino come Denise Karbon, Armin Zoeggler, Peter Runggaldier, Patrick Pigneter e Verena Gasslitter. Fra tutti però, è spiccata la presenza di Peter Fill, fresco vincitore della Coppa del Mondo di discesa libera, che ha fatto gli onori di casa essendo lui originario di Castelrotto. Durante la premiazione, l’uomo jet dello sci italiano ha avuto l’onore di consegnare la maglia rosa al leader della classifica generale, l’olandese Steven Kruijswijk. È salito sul palco delle premiazioni anche Arno Kompatscher, presidente della Provincia Autonoma di Bolzano.

Senza-titolo-10Un pubblico numeroso e caloroso
Strategici sono stati i maxi schermi posizionati nelle due cittadine permettendo agli appassionati di seguire la tappa in ogni suo aspetto. Molti spettatori hanno anche approfittato della funivia potendo così vedere sia la partenza che l’arrivo di tappa. «Siamo estremamente soddisfatti dell’esito organizzativo della tappa – ha commentato Eduard Tröbinger Scherlin, presidente Alpe di Siusi Marketing– abbiamo stimato la presenza di 25.000 persone che si sono godute la splendida giornata di sole insieme al grande spettacolo della cronoscalata». Le associazioni locali si sono prodigate mettendo a disposizione degli organizzatori di RCS Sport oltre 250 volontari a supporto della manifestazione rosa. Ma è l’ampia visibilità ottenuta dal comprensorio che è al centro delle attenzioni dei dirigenti turistici dell’Alpe di Siusi. «Certamente la cronoscalata è stata entusiasmante e la portata mediatica dell’evento è stata molto alta. Possiamo definirla una giornata perfetta a tutti gli effetti”.

La stagione è appena incominciata
La quindicesima tappa del Giro d’Italia 2016 ha così dato il via alla stagione estiva dell’area ai piedi dello Sciliar che vedrà il calendario arricchirsi di una manifestazione che sta crescendo di anno in anno, la quarta edizione della Mezza Maratona dell’Alpe di Siusi in programma domenica 3 luglio e che vedrà al via 700 runner lungo i 21 chilometri ricavati nell’alpeggio più grande d’Europa.

Tabbla Toò, il menu open air al cospetto dello Sciliar

Il 19 giugno 2016 lungo le rive del laghetto vicino al Punta d’Oro nell’area vacanze Alpe di Siusi (SeiserAlm/Südtirol), un team di giovani cuochi prepara piatti speciali con lo sguardo a 360° sulle Dolomiti.

image006Roma, 1 Maggio – Giovani cuochi cucinano piatti d’autore sotto il cielo alpino, mentre le Dolomiti(Patrimonio Mondiale UNESCO) stanno a guardare. Gli ospiti si accomodano seduti sulla lunga tavolata che costeggia il lago vicino al Punta d’Oro – all’Alpe di Siusi (Seiser Alm/Südtirol) – e che si affaccia come se fosse su un balcone naturale sul paesaggio di Sassolungo e Sassopiatto, che si divertono a riflettere le loro immagini nell’acqua. Un panorama fatto di praterie verdissime e rocce maestose si apre a 360° nel luogo prescelto per il Tabbla Toò, l’evento dedicato ai buongustai che il 19 giugno 2016 attira gli amanti della cucina tra le vette dell’altipiano più vasto d’Europa. A preparare gli 8 piatti del menu, probabilmente il team gastronomico più giovane dell’Alto Adige, gli Junge Alpler, i quali vestiti con gli abiti della tradizione alpina creano deliziose ricette in una cucina a legna da campo. Il nome dato alla manifestazione Tabbla Toò fa riferimento all’espressione dialettale che corrisponde al francese “table d’hôte”, che significa menu fisso con poche alternative. I giovani cuochi altoatesini l’hanno reinterpretato, regalando ai “commensali” un’esperienza gastronomica originale, immersi nel regno naturale dell’Alpe di Siusi.

All’Alpe di Siusi si torna in pista!

Il 4 dicembre 2015 apre la nuova stagione invernale e sabato 5 c’è il primo Festival invernale per bambini con la Strega Nix.

image006Bolzano, 9 novembre – L’attesa è finita. Il primo weekend di dicembre tra lo Sciliar e il Catinaccio si scia. Le Dolomiti (Patrimonio Mondiale UNESCO) da venerdì 4 dicembre 2015 sono pronte ad accogliere nell’area vacanze Alpe di Siusi (Seiser Alm/Südtirol) amanti degli sport sulla neve grandi e piccoli con uno speciale inizio stagione. Sabato 5 dicembre, in occasione dell’apertura degli impianti c’è per la prima volta il Festival invernale per bambini con la Strega Nix, la divertente mascotte dell’area vacanze Alpe di Siusi pronta a trasportare i mini sciatori in tante avventure su e giù per i monti, tra cacce al tesoro, angoli di bricolage, musica e un mondo di sorprese. La streghetta dispenserà ai piccoli tanti consigli utili per scivolare tra le vette dolomitiche in totale sicurezza, accompagnati da mamma e papà in giochi ed escursioni. Sul più grande altipiano d’Europa si può arrivare direttamente con gli sci ai piedi, perché a disposizione dei bimbi per tutta la giornata ci saranno i maestri da sci. Inoltre i bambini potranno indossare gli sci con gli animali vincitori del concorso “Tutti in pista! Disegna gli sci per bambini per l’Alpe di Siusi”, prodotti da “Atomic” e a disposizione nei negozi e nelle locali stazioni di noleggio. Il design di questi sci è stato progettato a partire dall’estate 2014 da grandi e piccoli appassionati, sono stati poi selezionati dagli alunni della scuola elementare ed in seguito sottoposti a votazione pubblica. Dunque dal 4 dicembre i 60 km di piste di discesa che si snodano sull’altipiano più grande d’Europa tornano a brillare sotto il sole, fra 80 km di tracciati di sci da fondo, 11 piste di slittino, il Laghetto di Fié ghiacciato, 60 km di sentieri invernali da percorrere a piedi e con le ciaspole, le 70 strutture dell’Alpe di Siusi Snowpark, vincitore degli Skipass Awards 2014 e 2015 come Best Park. Per partecipare all’inaugurazione della nuova stagione invernale dell’area vacanze Alpe di Siusi, l’appuntamento è il 5 dicembre, dalle ore 10.00 alle 15.00, a Compaccio, presso la stazione a monte della funivia Siusi-Alpe di Siusi. L’evento è gratuito.

Apre agli ambiziosi buongustai… la Dispensa di Fiè!

Tra le Dolomiti dell’area vacanze Alpe di Siusi dal 1° al 31 ottobre 2015 la 38esima edizione della manifestazione gastronomica che delizia con piatti antichi e menu speciali.

image006Bolzano, 25 settembre, 2015- Quando le foglie degli alberi sorprendono la vista con uno spettacolo di sfumature ambrate è il tempo ideale per esplorare le Dolomiti. Non solo per la scoperta delle leggendarie vette (Patrimonio Mondiale UNESCO), ma soprattutto per vivere un viaggio nei sapori più vivi ed autentici della cucina locale. Tra le eleganti linee rocciose dello Sciliar e del Catinaccio che disegnano l’area vacanze Alpe di Siusi (Seiser Alm/Südtirol), l’aria frizzante d’autunno fa danzare i profumi di piatti antichi appena sfornati e rigenerare i gusti di golose tradizioni, che ad ottobre esprimono al meglio le doti ammaliatrici nei confronti dei più ambiziosi buongustai. Piatti insoliti e recuperati da ricette del passato sono sfornati da abili chef dal 1° al 31 ottobre 2015 per la 38esima edizione della Dispensa di Fiè. Ristoranti e cuochi dell’area vacanze Alpe di Siusi preparano il meglio delle prelibatezze gastronomiche locali con menu speciali che nascono dalla reinterpretazione di saperi culinari tramandati da generazioni secondo i gusti più moderni. Dal 1978 la Dispensa di Fiè apre le sue pietanze a commensali di tutto il mondo, ogni anno con sorprese a prova di forchetta. Tra le altre ricette da provare: i Gröstel di patate, con filetto di vitello ed erbe locali, i tipici canederli di speck, zuppa di orzo, e poi i dolci tra cui strudel di mele, biscotti Spitzbuben e i Buchteln, morbidi fagottini caldi e vanigliati.

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
redazione@thedailycases.com