Sottosegretario Scalfarotto vicino a feriti e parenti vittime incidente ferroviario in Puglia

[AdSense-A]

 

Il sottosegretario si trova a Cuba alla guida di una missione imprenditoriale nel paese caraibico

Senza-titolo-14

Mi colpiscono dolorosamente le notizie sul gravissimo incidente ferroviario avvenuto stamane in Puglia”. Lo dichiara il Sottosegretario allo Sviluppo Economico e Commercio Internazionale Ivan Scalfarotto, che si trova a Cuba alla guida di una missione imprenditoriale nel paese caraibico. “Una tragedia le cui proporzioni, ancora non completamente definite, sono comunque immani” prosegue il Sottosegretario. “Esprimo partecipe vicinanza ai feriti e ai parenti delle vittime. Trasmetto altresì la mia solidarietà alla Regione Puglia, al Presidente Michele Emiliano, agli uomini della Protezione Civile, delle Forze dell’Ordine e delle Associazioni di volontariato impegnate nei soccorsi.” “Fatto tutto il necessario” conclude Scalfarotto “dovremo accertare con la massima celerità, come ha già dichiarato il presidente del Consiglio, le cause dell’accaduto. In questo momento, però, prevale il dolore”.

Sottosegretario Scalfarotto firma Protocollo d’Intesa per l’attrazione degli investimenti esteri

[AdSense-A]

Il Protocollo d’Intesa fra Mise, Agenzia Ice e Regione Campania

Senza-titolo-15

Il sottosegretario allo Sviluppo Economico e al Commercio Internazionale Ivan Scalfarotto ha firmato questo pomeriggio a Napoli il Protocollo d’Intesa fra il MiSe, l’Agenzia Ice e la Regione Campania per l’attrazione degli investimenti esteri alla presenza dell’Assessore alle Attività produttive Amedeo Lepore.  “La Campania è la terza regione dopo Lombardia e Toscana, e la prima del Mezzogiorno, a sottoscrivere questo tipo d’intesa, che arriva dopo un intenso e proficuo rapporto di collaborazione fra Ministero, Ice e Regione”, dichiara Scalfarotto. “La nuova e più efficiente governance dell’attrazione degli investimenti stranieri  – aggiunge – ha nella collaborazione fra Stato centrale e Regioni un requisito imprescindibile.” “A Roma abbiamo già attivato il Comitato interministeriale per l’attrazione degli investimenti, che lavora fra le altre cose a intese come quella di oggi” prosegue il sottosegretario. “L’indicazione del Governo e del MiSE è quella che l’Italia si presenti sempre più come un Paese in grado di fare sistema, con un quadro regolatorio lineare dal punto di vista normativo e fiscale, ma anche da quello procedurale e burocratico e quello degli incentivi e delle facilitazioni.” “La piena sintonia fra l’azione del Governo e la Regione Campania – conclude Scalfarotto – non è nata oggi, ma in mesi di lavoro comune che hanno conseguito importanti risultati. Con la firma del protocollo si fa un salto di qualità importante, che lascia sperare che Avio Aero e Apple, per citare due delle maggiori imprese straniere che hanno puntato sulla Campania, trovino molti imitatori.”

Si chiude con successo missione del sottosegretario Scalfarotto in Argentina

Rafforzati legami con l’Italia in settori strategici per i due mercati

Roma 19 maggio 2016 – Il Sottosegretario allo Sviluppo Economico e al Commercio Internazionale Ivan Scalfarotto è intervenuto a Buenos Aires al Business Forum Italia-Argentina, appuntamento finale dell’importante missione imprenditoriale (circa 140 persone, 80 aziende, 12 Università, Confindustria, Cassa Depositi e Prestiti, Simest e Sace) svolta nel Paese latinoamericano.

scalfarotto-in-argentina

Una missione che si inserisce nel quadro della forte intensificazione degli incontri bilaterali aperta dalla visita del Presidente del Consiglio Matteo Renzi e da quella a Roma del Presidente della Repubblica Argentina Mauricio Macrì.

Scalfarotto ha sottolineato come, anche sulla scorta degli storici legami, non solo economici fra l’Italia e l’Argentina (erano di origine italiana diversi fra i Costituenti della Repubblica Argentina, e il Paese è stato più volte destinazione di flussi migratori imponenti dall’Italia), il Governo italiano voglia costruire un partenariato strategico con il Paese latinoamericano, protagonista di un profondo processo riformatore.

Agroindustria, automotive, infrastrutture, energia e tecnologie verdi i settori focus della missione, cui vanno ad aggiungersi specifiche iniziative nel settore formativo e della ricerca e collaborazioni nel settore dell’aerospazio. Tutti settori nei quali l’eccellenza italiana può contribuire in modo decisamente significativo alle prospettive di sviluppo dell’Argentina.

Il Sottosegretario ha annunciato la ripresa dei lavori della Commissione Mista, che non si riuniva da cinque anni e tornerà a farlo a Roma in autunno. Nell’auspicare che la spinta liberalizzatrice dell’attuale Governo argentino rimuova i residui ostacoli doganali e burocratici al commercio, Scalfarotto ha ribadito il favore dell’Italia alla ripresa e all’accelerazione delle trattative per l’accordo di libero scambio Ue-Mercosur.

“Non siamo qui solo per ‘vendere’ – ha detto Scalfarotto  – ma per riprendere un cammino dalle radici antiche”.

Mise: Scalfarotto presiede Comitato Investimenti Esteri

Tra i primi risultati conseguibili figura la sottoscrizione di protocolli d’intesa tra Mise, Agenzia ICE e Regioni allo scopo di coordinare l’attività promozionale, l’identificazione delle opportunità e l’assistenza agli investitori esteri.

scafarotto_comitato_investimenti_esteri_11maggio2016Roma, 12 maggio 2016 – Si è riunito oggi al Ministero dello Sviluppo Economico, il Comitato Investimenti Esteri, con la partecipazione della Commissione Attività Produttive della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome. Presieduto dal Sottosegretario Scalfarotto, l’incontro aveva l’obiettivo di proseguire ed estendere la collaborazione tra Amministrazioni centrali e regionali in merito alle politiche e agli strumenti operativi per attrarre investimenti esteri. Al punto di vista degli Assessori si è aggiunto quello del Comitato per l’internazionalizzazione e gli investitori esteri di Confindustria, volto ad identificare priorità e possibili linee d’intervento comuni. Tra i primi risultati conseguibili figura la sottoscrizione di protocolli d’intesa tra Mise, Agenzia ICE e Regioni allo scopo di coordinare l’attività promozionale, l’identificazione delle opportunità e l’assistenza agli investitori esteri. Nel corso dello scorso anno sono stati sottoscritti i primi accordi con la Regione Lombardia e la Regione Toscana. Il Comitato è stato istituito dal DL 133/2014 art. 30 (Sblocca Italia) convertito con modificazioni dalla Legge 164/2014, allo scopo di fornire indirizzi condivisi ed univoci in materia di politiche per attrarre capitali nel nostro Paese e favorire la sinergia tra le diverse Amministrazioni coinvolte nei principali progetti avviati da investitori stranieri.

MISE: Scalfarotto riunisce e coordina oggi il Comitato per la moda e l’accessorio

Al lavoro su maggiore aggregazione eventi moda

miseRoma, 29 aprile 2016 – Si è riunito oggi al Ministero dello Sviluppo Economico il Comitato per la Moda e l’Accessorio italiano coordinato dal Sottosegretario Ivan Scalfarotto. Al centro dell’incontro l’analisi dei primi risultati dei tavoli di lavoro: formazione, millennials, sostenibilità. Per Formazione, dopo una ricognizione sulle possibilità di rilancio della filiera del settore e delle scuole di design, si è convenuto che i lavori del tavolo si concentreranno sulle linee guida proposte e che dovranno portare ad azioni concrete, come, ad esempio, promozione a livello internazionale delle scuole italiane, organizzazione di campagne istituzionali di comunicazione e disciplina degli accreditamenti. Per Millennials, dopo una prima analisi su come valorizzare e promuovere la moda italiana presso il target di consumatori millennials, si procederà a identificare iniziative d’impatto globale da realizzare indicativamente dal prossimo settembre. Per Sostenibilità il tavolo affronta il tema nella sua accezione più ampia (ambientale, sicurezza, sociale, economica) chiarendo alcuni aspetti quali le certificazioni ambientali, il monitoraggio delle attività in atto da parte delle associazioni territoriali e condivisione delle best practices. Seguirà anche in questo caso la realizzazione di azioni concrete. Si è stabilito che i singoli tavoli dovranno concludere il loro iter di lavoro entro il prossimo luglio. Durante la riunione si è convenuto infine sulla necessità di continuare a lavorare su una maggiore aggregazione degli eventi moda (semilavorati, accessori, prodotto finito), a partire già dal prossimo settembre

IRAN: Scalfarotto, grande potenziale per l’export italiano. Fino a 1,5 miliardi di euro in più rispetto ai livelli attuali entro 5 anni

Teheran partner strategico per l’Italia

scalfarottoRoma 13 aprile 2016 – “Il sistema Italia nel suo complesso sta investendo nei rapporti con l’Iran come partner economico strategico”. Lo ha dichiarato il Sottosegretario allo Sviluppo Economico Ivan Scalfarotto durante il business forum Italia-Iran che si è svolto oggi a Teheran. “Con la missione di sistema guidata dal Presidente del Consiglio Matteo Renzi – ha proseguito il Sottosegretario –  abbiamo portato in Iran circa 60 imprese, le associazioni di categoria dell’industria e del credito, le strutture pubbliche di sostegno all’internazionalizzazione e Cassa Depositi e Prestiti che, con Sace e Simest, si sta configurando come quella Export-Import Bank di cui l’Italia è ancora tanto bisogno.” “L’Italia – ha ricordato Scalfarotto – è stata fino a pochi anni fa il  primo partner commerciale dell’Iran, con un interscambio che nel 2011 superava i 7 miliardi. Uno studio commissionato dal Ministero dello Sviluppo Economico ci dice che nel 2020 sarà possibile un recupero della quota italiana al livello medio precedente alle sanzioni, con un incremento di 1,5 miliardi di euro. In particolare il potenziale è di 900 milioni di euro per la Tecnologia (meccanica, elettrotecnica, automotive), 400 milioni di euro per i Beni di consumo del Made in Italy e di più di 200  milioni di euro per le infrastrutture”. “È un traguardo alla nostra portata – ha sottolineato l’esponente del Governo –  e che potremmo addirittura superare, considerate le intese e i 19 MoU sottoscritti nel campo delle infrastrutture, dell’energia, dell’agroindustria e in altri settori.” “La novità più importante di questa missione  – ha concluso  Scalfarotto – è il serrato lavoro fatto dal punto di vista dei rapporti finanziari. Le situazioni di stallo e il blocco dei pagamenti determinati dal regime sanzionatorio si vanno progressivamente risolvendo, garantendo così fino a 4 miliardi di finanziamenti all’export, in una logica di complementarietà con il sistema degli intermediari creditizi. A questo si aggiungono altri quattro miliardi di garanzie Sace che metteranno le imprese nella condizione di programmare i loro investimenti e le loro attività in Iran in un quadro di maggiori certezze. Infine il potenziamento dell’ufficio di Ice a Teheran e la possibile prossima apertura delle sedi di Sace e Simest contribuiranno certamente a favorire questo percorso”.

Iran: ecco gli accordi firmati in occasione del Business Forum italo-iraniano

Le 14 intese sono state siglate oggi durante gli incontri bilaterali presieduti dal Sottosegretario Scalfarotto 

3BT_3271_1-831x560Roma 13 aprile 2016 – Sono state oggi firmate a Teheran, alla presenza del Sottosegretario del Ministero dello Sviluppo Economico Ivan Scalfarotto, 14 intese bilaterali tra imprese e associazioni del sistema produttivo italiano e controparti iraniane.

Gli accordi riguardano diversi settori e prevedono importi variabili da 20 milioni fino a 5 miliardi di dollari.

  • Nel settore Oil&Gas, si segnala il MOU firmato dall’Animp con l’iraniana Apec
  • Dedicato alle tecnologie produttive dell’acciaio è il contratto firmato dalla Danieli Officine Meccaniche con Bisco Butia Iranian Steel, per realizzare un impianto integrato del valore di 350 milioni di euro
  • Ai servizi per l’impiantistica energetica attiene invece il contratto tra Fata e ancora Bisco Butia (237 milioni di euro)
  • Un’altra intesa prevede la fornitura, da parte di Dimensione SpA, di 30 unità ospedaliere mobili per 50 milioni di euro al Ministero della Salute iraniano
  • Il MoU firmato da Italtel con TCI riguarda invece la modernizzazione della rete di telecomunicazioni nel Paese mediorientale
  • Un altro MoU riguarda progetti tecnologici di varia natura ed è stato firmato da ITWAY e dall’iraniana Patsa Holding
  • Il gruppo Marcegaglia ha concluso un MoU per il rafforzamento della collaborazione con MSC-Mobarakeh Steel (per un valore di 450 milioni di euro)
  • Saipem ha invece chiuso un Memorandum con Razavi per un progetto di sviluppo nel settore del gas del valore di 500 milioni di euro
  • Vale 20 milioni di euro un altro MoU tra Vitali e Kerman International Airport per l’ammodernamento della pista dell’aeroporto di Tabriz
  • Il gruppo IMQ e Fahame Engeneering si sono impegnati a realizzare interventi formativi su requisiti e standard qualitativi UE per le certificazioni di prodotto (nel settore automotive)
  • Sistema Moda Italia ha concluso un MoU per la collaborazione industriale e commerciale con la Tehran Garment Union
  • Un accordo per lo sviluppo di nuove smart cities in 6 località iraniane è stato concluso poi da European Engeneering  con due enti iraniani del settore dell’edilizia civile
  • Tenova ha chiuso con Mandir un contratto da 1 miliardo di euro per impianti industriali dedicati alla produzione di pelleting per l’industria dell’acciaio
  • Infine l’accordo quadro generale firmato da Belleli con Jahanpars per i settori energia e infrastrutture vale 5 miliardi di dollari.

Al via missione di sistema in Iran

Sottosegretario Scalfarotto a capo di una delegazione di imprenditori italiani a Teheran 

l43-ivan-scalfarotto-140516113116_mediumRoma, 12 aprile 2016 – In occasione della visita del Presidente del Consiglio  Matteo Renzi che si tiene oggi e domani a Teheran, il Sottosegretario  allo Sviluppo Economico  Ivan Scalfarotto guiderà una delegazione di imprenditori italiani che partecipano alla missione assieme a ICE- Agenzia, Confindustria e ABI. La missione imprenditoriale rappresenta il concreto follow-up delle due visite realizzate in Iran a novembre  scorso (con 350 partecipanti) e a febbraio, in occasione delle quali sono stati siglati importanti accordi. Oltre all’aspetto politico, la missione avrà dunque una forte connotazione commerciale, con la presenza del Sottosegretario  Scalfarotto e della delegazione settoriale di imprese  provenienti dai comparti delle infrastrutture e dei trasporti, dell’industria, idrocarburi e energia. Uno studio commissionato dal Ministero dello Sviluppo Economico valuta un potenziale incremento della quota italiana di export in Iran al 2020 ai livelli del 2011, quando il regime sanzionatorio ne causò una drastica diminuzione. A latere del programma istituzionale  – che vedrà il Presidente Renzi incontrare le massime autorità del paese- si svolgerà  una serie di incontri commerciali ad hoc  per capire come sfruttare il potenziale di crescita delle relazioni economiche bilaterali:

  • oggi, martedì, con seminari di approfondimento su questioni economiche, finanziarie e legali legate al “Doing business in Iran”;
  • domani, il Business Forum Italia-Iran farà il punto sulle relazioni politico-economiche tra Iran e Italia. Sarà in particolare il Sottosegretario Scalfarotto a condurre in questa sede due distinte sessioni di approfondimento  durante le quali i rappresentanti dei ministeri, delle istituzioni e delle realtà imprenditoriali iraniane presenteranno i principali progetti bilaterali in programma sul territorio iraniano: il primo su industria, idrocarburi ed energia mentre il secondo su infrastrutture, sanità e agricoltura.

 

Questi sono infatti i settori nei quali si sono già aperte le maggiori opportunità per le aziende italiane in Iran e per cui sono stati firmati nei mesi scorsi diversi Memorandum of  Understanding. All’iniziativa saranno presenti in tutto 58 imprese italiane, cui si aggiungeranno quattro fra le principali banche del Paese e tre associazioni di categoria rappresentative dei settori coinvolti.

Costruzioni: Biancofiore: le pmi italiane saranno in prima linea al Mipim di Cannes per cogliere le opportunità del mercato

La folta partecipazione nazionale sarà guidata  dal Presidente Ance De Albertis. Interverrà il Vice Ministro allo Sviluppo economico Scalfarotto

Eletto-presidente-BIANCOFIORE1Roma, 15 Marzo – Da oggi a venerdì 18 marzo si terrà a Cannes il Mipim, il più importante appuntamento per gli operatori del settore immobiliare a livello mondiale. Più di 21 mila i visitatori già registrati per l’edizione 2016, con una folta rappresentanza italiana. L’Ance, l’Associazione nazionale dei Costruttori edili, sarà presente con un apposito Padiglione. La partecipazione italiana sarà guidata dal Presidente dell’Associazione, Claudio De Albertis. Come sempre, al centro della quattro giorni di meeting, convegni, dibattiti e relazioni one to one, ci saranno grandi investimenti e grandi progetti, ma non mancherà un ampio spazio finalizzato alla valorizzazione delle migliori iniziative portate avanti da piccole e medie aziende fortemente innovative. “E’ un’opportunità di estremo interesse”, sottolinea Gerardo Biancofiore, Presidente del Comitato estero Pmi dell’Ance e Presidente di Ance Foggia. “Il Mipim ci darà la possibilità di prendere conoscenza di quanto si sta realizzando nel mondo e al tempo stesso di incontrare developer, vertici di pubbliche amministrazioni, architetti e investitori. Dobbiamo sfruttare anche una grande innovazione di quest’anno: la chiara apertura a un confronto collaborativo tra le componenti principalmente finanziarie del Real Estate e il mondo delle costruzioni, inteso come manifatturiero immobiliare. Una sinergia che prende finalmente atto che l’epoca del lavoro a compartimenti stagni è passata da un bel po’. Lavorare insieme può incrementare rapporti e iniziative, moltiplicando le risorse in direzione di un’edilizia, e di un settore delle costruzioni in generale, più qualificati e attrezzati professionalmente e managerialmente”. Al Mipim interverrà il Vice Ministro allo Sviluppo economico, Ivan Scalfarotto. “Un segnale importante di attenzione al settore”, commenta Biancofiore, “trattandosi di una delle prime missioni istituzionali che vede la partecipazione del Vice Ministro”. Al Mipim interverranno tra gli altri il Presidente dell’Ice, Riccardo Monti, e l’Assessore allo Sviluppo economico della Regione Puglia, Loredana Capone.

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
redazione@thedailycases.com