A Milano “I mali in..curabili” un valido aiuto per un efficace comunicazione medico – paziente

L’evento “La malattia in versi” che si è tenuto presso l’ Istituto Nazionale dei Tumori di Milano è stato promosso dal Comitato Insieme per l’Arte su un’ idea della poetessa Paola De Piccoli

Roma, 17 Marzo – Se pensiamo al termine “Comunicazione” abbiamo subito la percezione ingannevole, che questa, consiste semplicemente nel trasferimento di ogni tipo di informazione tra due o più parti. Non la pensano così, un gruppo sparuto di volontari della cultura, per lo più poeti, attori, scultori e pittori, provenienti da ogni parte della bella Italia, che si ritrovano nel messaggio lanciato dal “Comitato Insieme per l’arte e la cultura’’ ovvero salvaguardare il patrimonio artistico-culturale di un territorio sensibilizzando le coscienze, affidandosi alla genialità di un’idea, legati ancora ad efficaci mezzi di comunicazione, quali la stesura di un libro e l’organizzazione di un evento, sempre efficienti nel fare recepire un messaggio. L’idea di organizzare un evento che si concentrasse sulla comunicazione tra medico-paziente, sicura di trovare la giusta via per beneficiare corpo-mente e creare un’armonia capace di aiutare l’ammalato “a saper mettere un po’ di gioie e di fiducia nel  piatto vuoto  della bilancia” è stata concepita da  Paola De Piccoli, già collaboratrice del “Comitato insieme per l’arte e la cultura”. Una volta partita l’idea, il passo per la stesura  e la pubblicazione del libro “I mali in..curabili” Autori Vari, Rosa Anna Pironti Editore, curato nei particolari nella scelta delle poesie e nelle riflessioni dalle dr.sse  Ella Clafiria Grimaldi e Maria Pompea Carrabba,  la preparazione e  l’organizzazione dell’ evento  è venuto subito e facile.  Purtroppo non tanto subito dal momento che l’amica Paola De Piccoli ha lasciato orfani i membri del Comitato che si sono ritrovati abbracciati nel portare a compimento questo suo nobile progetto. All’interno dell’Aula Magna,  intitolata ad uno dei padri dell’Oncologia italiana, dott. Gianni Bonadonna, nell’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano, venerdì 11 marzo, alle 17.00,  si è svolto una manifestazione scientifico-culturale, intitolata “La malattia in versi”, patrocinata da MIBACT (Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo) e Fondazione IRCCS – Istituto Nazionale dei Tumori di Milano. Dopo il saluto iniziale e gli onori ai presenti da parte della dr.ssa Laura Lozza, Responsabile della Struttura Semplice Radioterapia dell’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano,  si è passato alla lettura e all’interpretazione delle liriche dei poeti intervenuti da più parti d’Italia: Antonio Bellino e Mandunzio Michele anche promoter dell’evento, Lorenzo Pais,Simonetta Paroletti, Soccorsa Focarete, Nina Miselli, Jane Dolman, Maria Buongiorno e Maria Rosa Di Donna. All’interno del reading poetico si sono seguiti, in un silenzio e una concentrazione indescrivibile, gli interventi, nella relazione  “Il laboratorio di oncoestetica  Bell – essere per l’umanizzazione delle cure in oncologia “,  della dr.ssa Doris Mascheroni, Vice Direttore Sanitario e Primario del Reparto Medicina e Oncologia  presso il Gruppo San Donato – Istituto Clinico Villa Aprica di Como,  e dallo stesso Istituto, l’intervento di Stefania Balzaretti, infermiera specializzata e counselor integrato corpo-mente in formazione con  il metodo psiconcologico  Simonthon, nella relazione  “ Il potere della gioia”.  L’ottima padrona di casa, dr.ssa Laura Lozza, ha presentato con la collaborazione dello  staff della Radioterapia Oncologica 1 dell’Istituto Nazionale dei Tumori e della sezione milanese della LILT – Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori: “Shadows and Light”, un cortometraggio nello spazio serale dedicato al ricordo della sua paziente Paola De Piccoli, attrice e voce narrante dello short movie, che ha sottolineato l’ efficacia della cura e le speranze che ripongono i pazienti nella Medicina Oncologica. Due ore passate in comunione e naturale familiarità, ricche di spunti, riflessioni e emozioni intense e  personali: esilarante è stato il momento di “comunicazione” dell’attrice performer Marianna Petronzi sull’importanza della terapia Pecht, conosciuta come Terapia del Sorriso, evidenziando l’opera dei medici clown e dei volontari all’interno degli ospedali, certi questi, della potenza di un sorriso ad alleviare i dolori del corpo e guarire l’anima dei pazienti oncologici. Commovente, è stato la visione del video dell’ultima poesia di Paola De Piccoli , “Lui non bussa”, presente nell’antologia “I mali in.curabili”, il Comitato Insieme per l’Arte e la Cultura ha omaggiato la famiglia con una targa al merito, il video è stato realizzato nella regia dal poeta Elvio Angeletti e voce narrante del poeta napoletano Salvatore Pasquale, a fine manifestazione, commovente è stata la lettura della poesia “L’amore resta”, nelle parole rotte della cara amica di sempre, a noi oggi come suo testamento morale per sempre. Si è pensato ad un progetto diverso, un modo di comunicare insolito ed eletto, e visto l’entusiasmo e gli applausi finali, in questo connubio “medico-scientifico e culturale-letterario” a beneficiarne sono stati tutti i presenti, ma proprio tutti: medici e pazienti insieme.

Milano, all’Istituto Nazionale Tumori “La malattia in versi” racconta l’universo del malato

Il progetto nasce dall’incontro e dall’idea della Poetessa Paola De Piccoli di Milano, paziente oncologica in cura presso lo stesso Istituto con il Comitato Insieme per l’Arte

 di Maria Buongiorno

Roma, 6 Marzo – Il Comitato Insieme per l’Arte con i suoi componenti ha scelto di trattare un tema importante: la malattia, dando luogo ad un evento che si terrà a Milano presso l’autorevole sede dell’Istituto Nazionale Tumori, Via Giacomo Venezian 1 in data 11 Marzo alle ore 17.00. Il progetto nasce dall’incontro e dall’idea della Poetessa Paola De Piccoli di Milano, paziente oncologica in cura presso lo stesso Istituto con il Comitato Insieme per l’Arte. E si propone un obbiettivo ambizioso: sensibilizzare su tematiche inerenti all’universo del “malato”.  La salute della persona, infatti, costringe allo sviluppo di riflessioni che riguardano i sistemi di intervento clinico e le relazioni interpersonali. In pratica, si vuole abbattere la linea di confine che persiste tra chi sa e sa fare e chi soffre sostenendo i malati oltre il routinario approccio alla patologia. Il concetto di Umanizzazione delle cure va inteso come attenzione posta alla persona nella sua totalità per i bisogni organici, psicologici e relazionali. Don Carlo Gnocchi affermava che “Condividere la sofferenza è il primo passo terapeutico”. Ecco da cosa trae ispirazione la Convention-Reading Poetico dal titolo “La malattia in versi” evento culturale organizzato dal “Comitato Insieme per l’Arte” con il patrocinio morale del MIBACT e Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori Milano. In occasione dell’evento verrà presentata un’antologia poetica che racconta la complessità e i vari effetti della malattia sulla persona, i meccanismi psicodinamici che si innescano nelle relazioni sociali e familiari, il rapporto medico-paziente, il diritto alla cura e la tutela della dignità del malato. L’antologia, cui hanno collaborato autori provenienti da varie zone d’Italia, è stata curata dalle dr.sse Maria Pompea Carrabba e Clafiria Grimaldi, edita da Rosa Anna Pironti.  Interverranno in qualità di relatori: un  rappresentante dell’ Istituto Nazionale dei Tumori Milano, la dott.ssa Doris Mascheroni Primario di Medicina e Oncologia presso Gruppo San Donato Istituto Clinico Villa Aprica che presenterà “Il progetto bell-essere che mette al centro la persona”, Stefania Balzaretti  Counselor e operatore psico-oncologico con“Il potere della gioia”, la dott.ssa Laura Lozza Radiologo presso Radioterapia Oncologica 1 dell’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano, la dott.ssa Maria Pompea Carrabba Medico di Medicina Generale Termoli (CB)  con “L’esperienza umana del dolore”, la dott.ssa Clafiria Grimaldi Medicina Fisica e Riabilitazione di Roma e presidente del Comitato Insieme per l’Arte con  “Professione-missione”. Prevista la proiezione di uno short movie “Shadows and Light”  scritto e interpretato da Paola De Piccoli. La Dr.ssa Laura Lozza, lo staff della Radioterapia Oncologica 1 dell’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano e la sezione milanese della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori, hanno raccolto la testimonianza della stessa scrittrice-paziente. “Shadows and Light” non è un documentario tecnico, ma traduce le intense emozioni nate dall’esperienza della radioterapia. Per questa occasione poi è stato realizzato un secondo video dai poeti Elvio Angeletti  e Salvatore Pasquale in memoria della stessa scrittrice scomparsa da poco. Oltre ai poeti, che daranno voce alle liriche proposte, (Antonio Bellino e Michele Mandunzio, promoter e collaboratori di Insieme per l’Arte, Maria Buongiorno, Maria Rosa Di Donna, Jane Elizabeth Dolman, Soccorsa Focarete,  Nina Miselli, Simonetta Paroletti  Lorenzo Pais e Giulia Penzo, saranno presenti personalità di spicco in ambito medico, rappresentanti di associazioni di volontariato che operano nel settore sanitario, tra gli ospiti d’onore aderiranno artisti del mondo del cinema e dello spettacolo e una madrina tra questi come testimonial. Interverrà con una perfomance artistica un giovane talento l’attrice Marianna Petronzi. Tutto questo allo scopo di realizzare un incontro forte sui temi sempre attuali della malattia e dignità della persona.

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]