Con il Palio di Sant’Oliva si chiude il Carosello Storico dei Rioni di Cori

[AdSense-A]

 

Appuntamento sabato 30 Luglio. Alle ore 19 partirà il corteo storico da piazza Signina, che raggiungerà lo Stadio comunale di Stoza dove si disputerà la corsa all’anello. Venerdì sera invece le cene propiziatorie nelle tre taverne rionali, con ospiti i gruppi partecipanti al Latium Festival.

Senza-titolo-28

Tutto pronto per il Palio di S.Oliva 2016, ultimo atto del Carosello Storico dei Rioni di Cori che si disputerà in notturna sabato 30 Luglio. Dopo che il tempo sembra essere tornato indietro all’epoca delle corti, si riaccende lo spirito agonistico dei suoi protagonisti e per i cavalieri è giunto di nuovo il momento di salire in groppa ai destrieri, sfoderare i pugnali e combattere la battaglia finale, la più incandescente.  Sarà il giorno della rivincita per Porta Romana e Porta Signina, quello della conferma per Porta Ninfina che cercherà di bissare la vittoria aggiudicandosi anche il drappo realizzato dall’artista locale Luana Milita: 8 femminei angeli si muovo ansiosamente in attesa dell’evento e recando in mano diversi attributi. In alto domina la vittoria, S.Oliva, mentre in basso il monito per tutti è ‘l’uomo leale è giusto anche verso il suo antagonista’.  Ma come narra la leggenda, all’imbrunire dell’ultimo fine settimana del mese di Luglio, l’apertura dei giochi sarà preceduta dal sontuoso corteo storico composto da centinaia di figuranti in splendidi abiti rinascimentali, che partirà alle ore 19:00 da Piazza Signina, per poi sfilare attraverso i centri storici del paese, percorrendo il bravium fino allo Stadio comunale di Stoza. Sugli spalti infuocati le tre caldissime tifoserie assisteranno all’accesa corsa all’anello, annunciata come sempre dall’Accensione della Luma per mano del Podestà, poco prima delle esibizioni degli Sbandieratori di Cori. Mentre sale la febbre della sfida, la vigilia del Palio sarà tradizionalmente caratterizzata dalle cene propiziatorie che si consumeranno venerdì sera 29 Luglio, dalle ore 20:00, nelle tre taverne rionali, dove le sapienti mani di quartiere si metteranno all’opera per preparare il consueto menù a base di prodotti tipici, elogio all’enogastronomia locale. Ospiti della serata anche i gruppi partecipanti al Latium World Folkloric Festival 2016, per un ideale passaggio di testimone tra le due manifestazioni più importanti dell’Estate Corese, quella che sta per finire e l’altra ormai prossima all’inizio.

Carosello Storico dei Rioni di Cori 2016: concorso per la realizzazione del Palio in onore di Sant’Oliva

La realizzazione del Palio in onore della Madonna del Soccorso quest’anno verrà affidata direttamente

CONCORSO CAROSELLO STORICO 2016Cori, 14 Marzo 2016 – L’Ente Carosello, allo scopo di incentivare ed incoraggiare la ricerca artistica e la conoscenza delle tradizioni e della cultura di Cori, in occasione dell’edizione 2016 del Carosello Storico dei Rioni di Cori, ha bandito un concorso per la realizzazione del Palio di Sant’Oliva, mentre la realizzazione del Palio della Madonna del Soccorso sarà affidata direttamente. Ai vincitori verrà commissionata la realizzazione definitiva del Palio che dovrà essere consegnato inderogabilmente entro il 4 Maggio 2016 per permettere all’opera di sfilare nella processione votiva della festa in onore della SS. Madonna del Soccorso. I concorrenti interessati dovranno presentare dei “cartoni” finiti, che rappresenteranno, nelle linee definitive, le proposte progettuali. Il “cartone” dovrà avere le dimensioni di cm 27×67 circa, tenendo presente comunque che i palii avranno la dimensione finale di cm 80×200. Su ogni “cartone” verrà rappresentata una sola proposta che dovrà comprendere degli elementi non secondari che rendano chiara la dedica del Palio a Sant’Oliva. L’Ente ha stanziato come contributo di rimborso spese, la somma di € 1.000,00 per ciascun Palio. I lavori relativi dovranno pervenire presso l’Ufficio Protocollo del Comune di Cori, entro le ore 12,00 del 21 Marzo 2016, con indicato: “Concorso Palio di Sant’Oliva 2016”. Gli elaborati dovranno pervenire a cura, spese e rischio dei concorrenti, chiusi in plico sigillato e contrassegnato dal motto scelto. Ciascuna proposta, distinta dal motto, non dovrà riportare alcuna firma, né indicazioni relative alle generalità dell’autore. Il motto dovrà essere ripetuto su ciascuna proposta. In busta a parte, debitamente sigillata, con riportato all’esterno lo stesso motto e l’oggetto del concorso, sarà contenuta una scheda con il motto del progetto, nome, cognome, indirizzo del concorrente nonché uno scritto che illustri le tecniche pittoriche utilizzate. La Commissione sarà composta da esperti e il giudizio espresso dalla stessa sarà insindacabile. I lavori saranno patrimonio dell’Ente e potranno essere utilizzati o modificati in qualsiasi momento senza che l’autore possa accampare nessun diritto. Gli elaborati scelti potranno essere oggetto della realizzazione di una cartella che potrà essere utilizzata dall’Ente come materiale ufficiale di presentazione e promozione. Per informazioni: 333 77 89 442 e http://www.paliodicori.it/

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]