“L’incanto del Presepe della Basilicata” a Palazzo Marino

L’APT Basilicata rinnova il suo impegno di promozione del territorio attraverso il Presepe del Maestro Francesco Artese. Grazie all’accordo con il Comune di Milano, l’opera sarà allestita nella prestigiosa sede di Palazzo Marino, nel cuore del capoluogo lombardo.

presepe

«Il viaggio del presepe della Basilicata in Italia e nel mondo – afferma il Presidente della Regione Basilicata Marcello Pittella – è un’esperienza che non ha eguali per la forza attrattiva che esercita e il fascino che emana a qualunque latitudine. La rappresentazione della nascita di Gesù ambientata nel cuore dei Sassi di Matera, Patrimonio dell’Umanità, rafforza la meraviglia di un paesaggio unico e offre ai visitatori l’incanto scenografico di una storia che rievoca tradizioni e simboli universali di fede e convivenza tra i popoli».

 Oltre 60 i personaggi sulla scena per rappresentare le storie della comunità lucana che si anima in prossimità della Grotta, tra case, chiese, vicoli e scale che riprendono magistralmente la Città dei Sassi.

«La Basilicata intera rivive nel Presepe di Francesco Artese, – commenta il Direttore dell’Apt Mariano Schiavone – nei volti e nei gesti delle donne, degli uomini e dei bambini che animano la scena che precede la grotta della Natività. Un momento di vita senza tempo, che sospende lo sguardo e il cuore tra realtà e immaginazione.

Non v’è dubbio che la storia divulgata con tale forza narrativa ed evocativa rappresenti il cardine del turismo culturale, viatico formidabile di conoscenza al quale la Basilicata si affida con convinzione da tempo, stringendo accordi di collaborazione con città e regioni, iniziative rafforzate in vista del 2019, anno in cui sarà Matera la Capitale europea della Cultura chiamata a rappresentare l’Italia intera».

 “L’incanto del presepe della Basilicata a Palazzo Marino” è soltanto la prima di una serie di iniziative, frutto della collaborazione tra la APT Basilicata, Fondazione Matera-Basilicata 2019 e il Comune di Milano, che si realizzeranno nei mesi a venire nel solco del comune interesse per la valorizzazione della storia e della cultura del nostro Paese, come sancito nell’Accordo che sarà siglato in occasione dell’inaugurazione del Presepe che si terrà il 5 dicembre prossimo, in coincidenza con un altro importante evento culturale a Palazzo Marino: la presentazione della “Madonna” di Piero della Francesca.

ExpoinCittà 2016. Al via un nuovo ciclo di ‘Conversazioni d’arte’ per raccontare ai milanesi i sei capolavori del patrimonio artistico scelti da loro

Il semestre di ExpoinCittà 2016 legato ai sei mesi della XXI Triennale sarà scandito ogni mese, dal 28 aprile al 12 settembre 2016, da sei incontri aperti al pubblico, che si svolgeranno sempre a Palazzo Marino

avarie-533022.610x431Milano, 21 aprile 2016 – Dopo il grande successo del primo ciclo di ‘Conversazioni d’arte’, che ha scandito i sei mesi di Expo 2015 con il racconto delle 6 icone di ExpoinCittà, riprende il 28 aprile a Palazzo Marino il viaggio attraverso la storia del prezioso patrimonio artistico milanese grazie a sei protagonisti d’eccezione che racconteranno le 6 nuove icone di ExpoinCittà 2016 – #Milanoaplacetobe, scelte da 6000 persone attraverso il sondaggio online che si è chiuso lo scorso 29 febbraio. Il semestre di ExpoinCittà 2016 legato ai sei mesi della XXI Triennale (da aprile a settembre) sarà scandito ogni mese, dal 28 aprile al 12 settembre 2016, da sei incontri aperti al pubblico, che si svolgeranno sempre in Sala Alessi a Palazzo Marino, la “casa dei milanesi”, per raccontare con competenza scientifica e, allo stesso tempo, intento divulgativo le sei opere d’arte selezionate come le più rappresentative del patrimonio artistico milanese e scelte come “icone” di ExpoinCittà 2016 – #Milanoaplacetobe. Sei opere d’arte per identificare, iconicamente appunto, ogni diverso mese del calendario di appuntamenti che accompagnerà la vita culturale di Milano durante la XXI Triennale. Visto il successo della scorsa edizione, quest’anno sarà attrezzata per accogliere il pubblico anche la Sala Arazzi, collegata direttamente audio/video alla Sala Alessi, per consentire a più appassionati di seguire in diretta e in loco la ‘lectio’ dei prestigiosi relatori. “’Conversazioni d’arte’ è un progetto che abbiamo fortemente voluto nella sua prima edizione per accompagnare Expoincittà con il racconto dello straordinario patrimonio d’arte milanese – ha dichiarato l’assessore alla Cultura Filippo Del Corno –. Un processo di ‘svelamento’ che è stato molto apprezzato dai cittadini e che quindi vogliamo replicare per ExpoinCittà 2016 nello stesso formato ma con nuove ‘icone’, scelte questa volta dai milanesi stessi attraverso un sondaggio online come quelle che a loro giudizio meglio rappresentano la loro città, la sua identità, la sua storia. Anche quest’anno quindi, grazie alla regia di Marco Carminati, sei autorevoli relatori racconteranno bellezza, storia e segreti di sei capolavori della storia dell’arte, custoditi ed esposti in alcuni splendidi spazi milanesi ma diventati simboli di arte e di bellezza in Italia e nel mondo”. “Dopo il successo delle lezioni legate alle sei icone scelte nei musei cittadini per rappresentare ognuna un mese di Expo, tornano quest’anno gli incontri a Palazzo Marino, ancora una volta dedicati ai tesori d’arte conservati nella nostra città, ma questa volta scelti dai cittadini stessi attraverso un simpatico referendum informatico – commenta Marco Carminati, curatore del ciclo di incontri –. E allora le curiosità dei milanesi verranno cosi accontentate: si racconteranno i significati reconditi della ‘Canestra di frutta’ di Caravaggio e del ‘Cristo Morto’ di Mantegna, le circostante che portarono al “Ritratto di Manzoni” di Hayez e alla nascita della ‘sfera’ di bronzo di Arnaldo Pomodoro. E cosi si toccherà con mano la magnificenza degli affreschi dei Luini in San Maurizio Maggiore e il segreto fascino della ‘Dama’ del Pollaiolo, il quadro simbolo del Museo Poldi Pezzoli”. Tutti gli incontri sono a ingresso libero e iniziano alle ore 21. È possibile riservare il proprio posto prenotandosi via mail all’indirizzo [email protected] e, successivamente, sul sito www.seiconversazioni.it che andrà online a breve.

Questa seconda edizione è realizzata in partnership con AcomeA SGR e con Editalia. Coordinamento e organizzazione a cura di ArtsFor.

Per info: [email protected]

 

Il programma degli incontri

 

GIOVEDÌ 28 APRILE

Caravaggio, Canestra di frutta

Con Alessandro Morandotti

LUNEDÌ 16 MAGGIO

Francesco Hayez, Ritratto di Manzoni

Con Fernando Mazzocca

GIOVEDÌ 23 GIUGNO

Bernardino Luini, Ciclo di affreschi presso la Chiesa di San Maurizio al Monastero Maggiore

Con Stefano Zuffi

LUNEDÌ 4 LUGLIO

Andrea Mantegna, Cristo Morto

Con Marco Carminati

LUNEDÌ 1° AGOSTO

Piero del Pollaiolo, Ritratto di dama

Con Annalisa Zanni

LUNEDÌ 12 SETTEMBRE

Arnaldo Pomodoro, Il disco

Con Luca Massimo Barbero

Champions League. Pisapia: “Milano è pronta per una finale indimenticabile”

La UEFA consegna al Sindaco la Coppa 2016 che sarà in mostra a Palazzo Marino dal 22 al 24 aprile.

Llona-Tavecchio-Stanković-PisapiaNyon (Svizzera), 17 aprile 2016 – È cominciata oggi l’ultima tappa di avvicinamento alla Finale UEFA Champions League 2016 in programma per il 28 maggio allo Stadio San Siro ‘Giuseppe Meazza’, uno degli appuntamenti più importanti e attesi del calcio mondiale. Il Sindaco di Milano Giuliano Pisapia ha infatti ricevuto stamattina dalle mani del primo vicepresidente della UEFA, Villar Llona, la Coppa che verrà consegnata alla squadra campione del 2016. Un trofeo prestigioso che i milanesi potranno ammirare da vicino nella Sala Alessi di Palazzo Marino da venerdì 22 a domenica 24 aprile. Sono inoltre previsti tantissimi eventi dal 26 al 29 aprile in luoghi simbolo di Milano: un percorso dedicato ad eventi UEFA da Piazza Duomo al Castello, dove le vecchie glorie del calcio mondiale si sfideranno in un campo di gioco speciale, una grande serata alla Scala per gli ospiti UEFA aperta ai bambini delle associazioni sportive milanesi. Inizia così il countdown di attesa della 61a Finale. “Per Milano è un grande onore ospitare la Finale di Champions League nello stadio di San Siro, caro ai tifosi milanesi, noto ai tifosi di tutto il mondo e rinnovato per questo importante appuntamento. La città è pronta a ospitare un altro grande evento internazionale – ha dichiarato il Sindaco Giuliano Pisapia nel corso della cerimonia di consegna della Coppa – che attirerà decine di migliaia di persone. Tifosi e turisti che verranno a visitare una capitale della cultura europea sempre più attraente e ai primi posti nelle classifiche del turismo. Tanti eventi complementari alla Finale nei luoghi simbolo di Milano contribuiranno a rendere indimenticabile questa edizione della Champions per la UEFA, i suoi ospiti e i tifosi. Saranno giorni di emozioni e allegria. Ma soprattutto, sono certo, le squadre finaliste regaleranno a milioni di persone collegate da tutto il mondo uno spettacolo di altissimo livello. Vinca il migliore”. “Abbiamo lavorato tanto in questi anni – ha affermato Chiara Bisconti, Assessora al Benessere e Sport, presente alla consegna della Coppa UEFA. La cerimonia di oggi ci lancia verso l’ultimo miglio in vista della Finale di Champions. Milano, per noi, vince comunque”. Per inaugurare i tre giorni di esposizione della Coppa UEFA Champions League nella Sala Alessi di Palazzo Marino, è prevista una conferenza stampa venerdì 22 aprile, alle ore 14

Festa della donna. Una settimana di appuntamenti al femminile

Un ricco calendario di spettacoli, incontri e celebrazioni. L’8 marzo abbonamento BikeMi a un prezzo speciale

La-Mimosa-e-la-Festa-della-DonnaMilano, 7 marzo 2016 – Incontri, iniziative pubbliche e spettacoli per celebrare la Festa della Donna. Si comincia domani, lunedì 7 marzo alle ore 21 al Teatro Manzoni di Sesto San Giovanni (Piazza Petazzi 18),  con uno spettacolo benefico tutto al femminile per divertirsi e riflettere in compagnia delle comiche Debora Villa, Valeria Graci e Le Scemette, le acrobate Clara Storti ed Elisa Angioni e le musiciste Daniela Mornati e Claudia Zannoni, per la conduzione di Cinzia Marseglia.  Il ricavato della raccolta fondi sarà devoluto alla Casa delle Donne Maltrattate di Milano. Ricco il calendario di appuntamenti per l’8 marzo. Alle ore 10 a Palazzo Marino verrà esposto un totem con un’immagine storica del fotoreporter Federico Patellani per celebrare il primo voto delle donne italiane in occasione del referendum Monarchia-Repubblica del 2 giugno 1946.  Sempre alle 10 nella Sala Alessi di Palazzo Marino in occasione dei 40 anni dall’ingresso della prima donna nella Polizia Locale verrà presentato il libro “Donne Ghisa 1976 – 2016. L’esperienza delle donne nella Polizia Locale di Milano”. Saranno presenti il vicesindaco Francesca Balzani, il Prefetto Alessandro Marangoni, l’Assessore alla Sicurezza e Coesione Sociale Marco Granelli, la delegata alle Pari Opportunità Francesca Zajczyk e il comandante della Polizia Locale Antonio Barbato. Alle ore 11 al Giardino dei Giusti (viale dei Giusti, Parco Monte Stella) si terrà la Cerimonia di dedica dei nuovi alberi a sei Giuste: Halima Bashir,  giovane medico del Darfur, Vian Dakhil, deputata irachena, Sonita Alizadeh, rapper afghana di Herat, Flavia Agnes, avvocatessa indiana, Azucena Villaflor per le madri di Plaza de Mayo e Felicia Impastato, madre di Peppino ucciso dalla mafia nel 1978. Alle 14.30 presso l’Aula Magna di Palazzo di Giustizia di Milano (via Carlo Freguglia 1) l’Associazione Donne Giuriste Italia, sezione di Milano, insieme all’Ordine degli avvocati propone il convegno dal titolo “Donne e Islam: aspetti giuridici, culturali e religiosi”. Per tutta la giornata di martedì 8 marzo a tutte le donne sarà riservato un prezzo speciale per la sottoscrizione di un abbonamento annuale al servizio di bike sharing BikeMi  (26 euro anziché 36).  Inoltre nelle stazioni ci sarà spazio per una piccola sorpresa. Mercoledì 9 marzo a partire dalle 10 presso Palazzo Moriggia (via Borgonuovo 23) si terrà una giornata di studi dal titolo “La Svizzera, il Ticino e le donne – La condizione femminile negli Archivi Riuniti Donne Ticino”. Giovedì  10 marzo, dalle ore 14.30 in Casa dei Diritti (via Edmondo de Amicis 10), è previsto un incontro con le volontarie Auser Milano (Associazione per l’invecchiamento attivo) che racconteranno la loro esperienza  come voci del pronto intervento per gli anziani “Filo d’argento”.  Infine, venerdì 11 marzo la Sala Alessi di Palazzo Marino ospiterà l’evento “L’altra metà della Repubblica”, che ripercorrerà l’importanza del primo voto delle donne italiane nel 1946. Interverranno il vicesindaco Francesca Balzani, l’assessore alle Politiche per il lavoro e Sviluppo economico Cristina Tajani, la Delegata alle pari opportunità del Comune di Milano Francesca Zajczyk e il Presidente della Fondazione Milano  –  Scuole Civiche Marilena Adamo.

Comune. Esposto a Palazzo Marino lo striscione della campagna “Verità per Giulio Regeni”

Oggi Milano e i milanesi, con l’esposizione dello striscione su Palazzo Marino, esprimono la propria vicinanza ai familiari, agli amici e ai colleghi di Giulio

Verità_x_Regeni 7508aMilano, 2 marzo 2016 – “Verità per Giulio Regeni”: con lo striscione esposto oggi sulla facciata di Palazzo Marino il Comune di Milano aderisce alla campagna lanciata da Amnesty International Italia per chiedere che sia fatta chiarezza sull’omicidio del giovane ricercatore in Egitto. “È importante tenere alta l’attenzione sull’omicidio di Giulio Regeni e per questo il Comune di Milano ha aderito all’appello della famiglia e alla campagna di Amnesty International Italia. L’uccisione in Egitto di questo giovane ricercatore coinvolge tutti noi direttamente. Oggi Milano e i milanesi, con l’esposizione dello striscione su Palazzo Marino, esprimono la propria vicinanza ai familiari, agli amici e ai colleghi di Giulio, ribadendo con forza che non saranno lasciati soli nella richiesta di verità e giustizia”, afferma il Sindaco di Milano Giuliano Pisapia. “Facciamo un appello perché si faccia chiarezza su quanto accaduto a Giulio Regeni. Abbiamo deciso di esporre lo striscione come messaggio alla città e per sensibilizzare i milanesi in modo che questa vicenda non venga dimenticata. La città di Milano è dalla parte della verità e vicina alla famiglia e vogliamo che il Paese e il mondo lo sappiano”, dichiarano il Presidente del Consiglio comunale Basilio Rizzo e i Consiglieri Lamberto Bertolè, Paola Bocci, Andrea Fanzago, Luca Gibillini, Anita Sonego e Pietro Tatarella, presenti oggi all’iniziativa. La famiglia Regeni ha inviato un ringraziamento al Comune di Milano per la vicinanza e l’impegno nella richiesta di verità. “Verità per Giulio non è solo uno slogan ma una imprescindibile istanza di giustizia per tutti i cittadini”: così si legge nel messaggio che i famigliari hanno fatto pervenire al Comune di Milano. Anche Amnesty International Italia, attraverso il Presidente Antonio Marchesi, ha voluto ringraziare il Comune e i Consiglieri: “Amnesty International Italia ringrazia profondamente il Comune di Milano e i suoi Consiglieri che hanno proposto e votato l’adesione alla campagna ‘Verità per Giulio Regeni’. Siamo felici che una città così importante sostenga la richiesta di conoscere come e da chi sia stato ucciso Giulio. Lo dobbiamo a lui, ai suoi straordinari genitori, agli altri familiari, ai suoi amici e colleghi. Continueremo a chiedere Verità per Giulio Regeni anche quando il tempo dell’indignazione e dell’emozione rischierà di scadere e siamo certi che il Comune di Milano sarà al nostro fianco. Grazie ancora”.

Per aderire alla campagna, oltre all’esposizione dello striscione su Palazzo Marino e al supporto attraverso il sito internet www.comune.milano.it, il Comune ha anche stampato 5mila cartoline e 200 locandine, che sono state distribuite in tutte le sedi dell’Anagrafe, nelle biblioteche, nei musei, nei Consigli di Zona e all’Urban center.

Comune. Milano aderisce a “Verità per Giulio Regeni”: la campagna di Amnesty International

Domani alle 12.00 verrà esposto uno striscione a Palazzo Marino. Distribuite cartoline e locandine in tutta la città

T-f14811458c9a9a917de6e04acc350544-400x400Milano, 1 marzo 2016 – Il Comune di Milano aderisce a “Verità per Giulio Regeni” la campagna lanciata da Amnesty International Italia per chiedere che si faccia chiarezza sull’omicidio del giovane ricercatore in Egitto. Domani, 2 marzo, alle 12 sarà esposto uno striscione sulla facciata di Palazzo Marino. Il Comune ha realizzato, per l’occasione, anche 5 mila cartoline e 200 locandine che sono state distribuite in tutte le sedi dell’Anagrafe presenti in città, nelle biblioteche e nei musei e nelle sedi dei Consigli di Zona. La campagna sarà presente sul sito dell’Amministrazione (www.comune.milano.it).

Per maggiori informazioni sulla campagna: http://www.amnesty.it/Verita-per-Giulio-Regeni-la-campagna-di-Amnesty-International-Italia

Premiate a Palazzo Marino le aziende dell’area metropolitana che hanno “pedalato di più” nell’ambito del progetto BikeToWork

Successo per il Bike Challenge Milano promosso da FIAB-Federazione Italiana Amici della Bicicletta

01_Giulietta_Pagliaccio_e_Pierfrancesco_MaranDSCF1200Milano, 18 febbraio 2015 – Città Metropolitana di Milano, Rai Radiotelevisione Italiana, Politecnico di Milano, Camera di Commercio, BT Italia, Pearson Italia, Bitmama, Arcadis Italia, Agenzia Mobilità Ambiente Territorio, Amsa, STMicroelectronics. E, poi, aziende e realtà come Mobility In Chain, Metropolitana Milanese, KMPG, Backcounty.it, Regione Lombardia e Università agli Studi.  Sono solo alcuni nomi dei vincitori del Bike Challenge Milano, la coinvolgente sfida gratuita portata in Italia da FIAB-FederazioneItaliana Amici della Bicicletta nell’ambito del progetto europeo BikeToWork (www.biketowork.it) promosso dalla ECF-European Cyclists’ Federation, e che ha coinvolto nell’area milanese ben 92 organizzazioni tra aziende, imprese, enti pubblici e privati di ogni dimensione, per un totale di 2.154 persone, tra dipendenti e collaboratori che, attraverso l’app LoveToRide, hanno registrato 20.262pedalate casa/lavoro per un totale di quasi 300.000 km percorsi in bicicletta. La consegna dei premi e dei riconoscimenti alle aziende che hanno messo in sella più lavoratori, ai dipendenti che hanno coinvolto più colleghi nell’iniziativa Bike Challenge Milano e che hanno pedalato di più e ai fortunati vincitori dei premi estratti a sorte tra i partecipanti si è svolta ieri a Palazzo Marino, alla presenza dell’assessore alla mobilità del Comune di Milano Pierfrancesco Maran della presidente di FIAB Giulietta Pagliaccio. Di respiro internazionale il progetto BikeToWork incentiva l’utilizzo della bicicletta negli spostamenti casa-lavoro sia con iniziative e attività che valorizzano tutti i vantaggi del regolare uso della bicicletta (benefici per la salute delle persone, per l’ambiente, e positive ricadute economiche nei luoghi di lavoro), sia attraverso uno specifico programma volto a rendere le aziende accoglienti per i ciclisti e ad accompagnarle in un processo di certificazione europea di “azienda bike-friendly”. “Il momento è certamente propizio se si considera che, proprio in febbraio, è entrata in vigore la Legge 221 che riconosce sempre la copertura assicurativa INAIL per chi si reca al lavoro in bicicletta: un’istanza fortemente sostenuta da FIAB già a partire dal 2007 con la campagna ‘In Itinere’ – commenta Giulietta Pagliaccio, presidente nazionale di FIAB – Anche dal Governo sono arrivati segnali concreti con le risorse della Legge di Stabilità per la mobilità ciclistica e, in particolare, con gli stanziamenti del Collegato Ambientale per il finanziamento di specifici progetti di bike2work e bike2school”. “Il successo di questa bella sfida lanciata da FIAB ci spinge a lavorare ancor più convintamente al progetto di rimborso per chi va in bici a lavoro, sul modello francese – dichiara l’assessore alla Mobilità e Ambiente del Comune di Milano Pierfrancesco Maran -.Come noi, anche altre città italiane hanno manifestato l’intenzione di partecipare al bando ministeriale che metterà a disposizione risorse per la mobilità sostenibile negli spostamenti quotidiani di lavoratori e studenti, offrendo un incentivo economico per tutti quelli che sceglieranno le due ruote per muoversi in città. A Milano sono sempre più numerosi quelli che lo fanno, ma vogliamo che la cultura della bicicletta continui a diffondersi, anche tra i più diffidenti”. L’invito da parte di FIAB a pedalare con costanza continua: in attesa del prossimo Bike Challenge, annunciato per giugno, chi usa la bicicletta per recarsi al lavoro, ovunque in Italia, può registrate i tragitti percorsi direttamente sulla piattaforma Biketowork.it o tramite l’app LoveToRide.  “Tutte queste informazioni rappresentano un contributo importante che ci permette di mappare con una maggiore precisione i flussi del bike-to-work nelle diverse stagioni, sia nel capoluogo lombardo come in altre aree metropolitane, fornendo così indicazioni utili alle amministrazioni locali, per stabilire efficaci priorità d’intervento sul territorio in materia di mobilità ciclistica”conclude Giulietta Pagliaccio.

Maggiori info su: www.biketowork.it – www.fiab-onlus.it – www.ciab.it

Carnevale Ambrosiano. ‘Sabato Grasso’ tra spettacoli per bambini, concerti e sfilate

Sabato 13 febbraio, dalle 11.30 alle 17.30, Palazzo Marino

carnevale-ambrosiano-2016Milano, 11 febbraio 2016 – Arriva ‘Sabato Grasso’ con numerosi eventi in città grazie al calendario promosso dall’Amministrazione nel centro e nelle zone e al programma del Milano Clown Festival. Sabato 13 febbraio, dalle 11.30 alle 17.30, Palazzo Marino si trasforma in ‘Palazzo Bambino’: spettacoli, clownerie, truccabimbi, laboratori di giocoleria per i più piccoli a ingresso gratuito. Sempre sabato 13, in Piazza della Scala, dalle ore 15 alle 18, esibizioni di acrobati, clown e giocolieri. In piazza San Fedele si alterneranno giochi col pubblico e i giochi acrobatici di Dino Lampa. In Piazza Duomo, dove si concluderà la sfilata dei carri degli oratori milanesi, spettacolo acrobatico aereo dalle ore 17 alle 18. La tradizionale sfilata di carri allegorici degli oratori milanesi partirà da piazza Beccaria alle ore 15 per poi percorrere tutto il perimetro di piazza Duomo. Il soggetto scelto per quest’anno dalla Pastorale Giovanile FOM è quello degli “opposti”. Carri e costumi rappresenteranno il tema ‘All’incontrario. Il mondo dell’opposto e del contrario’:  il bianco e il nero, il giorno e la notte, i lupi e gli agnelli. È già in pieno svolgimento il Milano Clown Festival, alla sua undicesima edizione. Promosso da Scuola di Arti Circensi e Teatrali di Milano, ideato e diretto da Maurizio Accattato, coinvolge artisti e compagnie di “nuovo circo” provenienti da tutto il mondo. Saranno 20 i luoghi cittadini coinvolti nella kermesse, oltre 120 appuntamenti tra spettacoli, eventi speciali, concerti, incontri dedicati ai più piccoli, tutti ad ingresso libero.

Il programma dettagliato su www.milanoclownfestival.it

Commercio. Milano diventa paradiso di tutti i golosi con il “Salon Du Chocolat”

Assessore D’Alfonso: ”Milano per la prima volta ospita la più importante manifestazione internazionale interamente dedicata al mondo del cioccolato. Settore che in Italia vale oltre 2,5 miliardi di Euro”

downloadMilano, 10 febbraio 2016 – Dopo il successo di Parigi, Londra, New York e Dubai, il variegato e affascinante mondo del cioccolato è protagonista in città grazie al “Salon Du Chocolat Milano”. A presentare, questa mattina a Palazzo Marino,  a stampa e operatori  la tre giorni di eventi,  spettacoli e degustazioni l’Assessore al Commercio, Attività produttive Franco D’Alfonso con Pietro Cerratani, curatore del “Salon du Chocolat” Milano e Davide Comaschi  Vincitore del World Chocolate Masters 2013. La manifestazione ospitata nei moderni spazi di “The Mall”, nell’area di Porta Nuova dal 13 al 15 febbraio, è un appuntamento imperdibile per tutti i milanesi dai  più piccoli alle famiglie sino ai cultori del “cibo degli dei” e gli innamorati che nel giorno di San Valentino potranno dichiararsi il loro amore sotto un Cupido in cioccolato alto tre metri, realizzato dai pasticceri dell’Accademia Maestri Pasticceri Italiani. “Tre giorni dedicati a uno dei simboli del gusto italiano apprezzato in tutto nel mondo come  pasta, pizza e gelato: il  cioccolato. Una specialità che sempre di più si sta affermando nel mercato mondiale grazie al lavoro dei nostri maestri cioccolatai, capaci di unire tradizione artigiana, ricerca creatività e qualità delle materie prime. Un settore quello del cioccolato che in Italia vale oltre 2,5 miliardi mentre l’export raggiunge i 665 milioni di Euro”. Cosi l’assessore Franco D’Alfonso che prosegue: ”Milano, dopo il successo di Expo, diventa la vetrina migliore dove valorizzare la tradizione e le esperienze dei grandi maestri artigiani che in Italia che producono cioccolato, con sapienza e successo”. Nella capitale italiana della moda non poteva mancare un evento che unisse la spettacolarità della sfilata al gusto del cioccolato. Durante il “Chocolate Fashion Show” sfileranno dodici abiti a base di cioccolato creati dai giovani stilisti del Naba Fashion Lab di Milano, guidati da Nicoletta Morozzi con la collaborazione di Silvia Grilli, direttrice di Grazia Magazine. La sfilata, intitolata “A gift from the sky”, aprirà di fatto il “Salon Du Chocolat” alla stampa nella serata di venerdì 12 febbraio e verrà replicata nelle giornate di sabato e domenica. I veri  protagonisti del “Salon Du Chocolat Milano” saranno i maîtres chocolatiers dell’Accademia Maestri Pasticceri Italiani capaci di trasformare il cioccolato in un’infinità di modi e sfumature. Persone del calibro di Davide Comaschi (vincitore del World Chocolate Masters di Parigi 2013), Giancarlo Cortinovis, Alessandro Dalmasso, Denis Dianin, Francesco Elmi, Fabrizio Galla, Gianluca Mannori, Pasquale Marigliano, Roberto Rinaldini e Alessandro Servida. Gli stessi maestri di AMPI, capitanati da Iginio Massari e da Gino Fabbri  che saranno impegnati in esibizioni, showcooking e masterclass. I visitatori potranno vivere emozioni sensoriali legate al cioccolato e ai suoi migliori abbinamenti grazie al Sensory Bar  dove si potranno degustare accoppiamenti  tra vini, spiriti, caffè e cioccolati oltre ad assaggiare il cocktail ufficiale “Salon du Chocolat” 2016 firmato da Filippo Sisti. Se il cioccolato è gioia per grandi e bambini non potevano mancare giochi e attività per le famiglie. I professionisti di Kikolle Lab organizzeranno laboratori a tema e intrattenimento in un’ambientazione ispirata al celebre mondo di Willy Wonka nella sua Fabbrica del cioccolato. Per i genitori più attenti ci sarà anche uno sportello informativo curato dal blog Dodiciemezza.com con relatori ed esperti di alimentazione per dare qualche «dritta» su come il presente e il futuro della nostra alimentazione sia «più cacao e meno latte!» Il calendario completo degli appuntamenti e degli eventi che si alterneranno nella tre giorni è consultabile su www.salonduchocolat.it

Carnevale Ambrosiano. Spettacoli, eventi, concerti per tutti in 25 piazze, dal centro alla periferia

Da giovedì 11 a sabato 13 febbraio

Carnevale-AmbrosianoMilano, 9 febbraio 2016 – Cinque storiche piazze in centro con spettacoli e intrattenimenti per tutti, il cortile di Palazzo Marino che torna ad aprirsi ai più piccoli,  la sfilata dei carri allegorici degli oratori milanesi, il Clown Festival ad animare la città con oltre 70 artisti presenti e 120 appuntamenti in 20 luoghi. Da giovedì 11 a sabato 13 febbraio in tutta la città sarà Carnevale Ambrosiano. Il centro si animerà di spettacoli, clownerie, musiche, giocolerie, attrazioni. Cinque le piazze teatro degli eventi (dalle ore 15 alle 18) : piazza Duomo, piazza della Scala, piazza San Fedele, piazza San Carlo, a cui si aggiunge il cortile d’onore di Palazzo Marino (dalle ore 14 alle 18) che ospiterà le attività per i bambini. Torna, sabato grasso, la tradizionale sfilata di carri allegorici degli oratori milanesi che partiranno da piazza Beccaria alle ore 15 per poi percorrere tutto il perimetro di piazza Duomo. Il soggetto scelto per quest’anno dalla Pastorale Giovanile FOM è quello degli “opposti”. Carri e costumi rappresenteranno il tema ‘All’incontrario. Il mondo dell’opposto e del contrario’:  il bianco e il nero, il giorno e la notte, i lupi e gli agnelli che però smetteranno di essere nemici creando per un giorno animazioni in comune. “Una festa in tutta la città – ha dichiarato l’assessora al Tempo Libero, Benessere e Qualità della vita Chiara Bisconti – con tante iniziative pensate per ogni età. Anche quest’anno abbiamo scelto un Carnevale che prendesse forma dalle proposte e dalle idee di associazioni e artisti, diffuso anche nelle zone. Tante piazze in tutta la città si animeranno grazie al Milano Clown Festival con decine di artisti da tutto il mondo e oltre 120 eventi, tutti a ingresso libero. E anche quest’anno rispetteremo la tradizione portata da questa Amministrazione di spalancare Palazzo Marino ai giochi dei bambini. Saranno giorni di festa, buon divertimento a tutte e tutti”. Torna il Milano Clown Festival, alla sua undicesima edizione. Promosso da Scuola di Arti Circensi e Teatrali di Milano, ideato e diretto da Maurizio Accattato, coinvolge artisti e compagnie di “nuovo circo” provenienti da tutto il mondo. Saranno 20 i luoghi cittadini coinvolti nella kermesse, oltre 120 appuntamenti tra spettacoli, eventi speciali, concerti, incontri dedicati ai più piccoli, tutti ad ingresso libero. Il cuore del festival è da sempre il quartiere Isola con i tanti luoghi all’aperto e al chiuso, oltre 20 per quest’edizione, tra i quali i duechapiteau, simbolo della manifestazione: il Circo PIC, presso il Parcheggio Gioia Pirelli e il Circo Bussa presso il Cavalcavia Bussa. A questi si affiancano altre location tra Teatri, sale, antichi sagrati, teatrini intimi, pub, giardini condivisi e naturalmente strade e piazze. Un intero quartiere che si apre alla città mettendo a disposizione i tanti spazi pubblici e privati, con l’intento di accogliere il pubblico in un caldo abbraccio, proprio come accade nella migliore tradizione del Teatro di Strada internazionale. Parola d’ordine di questa undicesima edizione è “La vita è meravigliosa” con artisti internazionali tra cui il Klavy Trio, trio tutto al femminile proveniente da San Pietroburgo che presenta uno spettacolo di clownerie con pantomima dal ritmo forsennato, alla ricerca dell’uomo ideale; i danesi Dansk Rakkerpak, teatro di strada dalla componente meltingpot e politicamente scorretta; gli eccentrici Mysterieuses Coiffures, capaci in sette minuti di realizzare una vera e propria opera d’arte sulla testa degli spettatori, e ancora il duo Les Forsini, clown-mimi tra i più amati in Francia; la polacca Pina Polar che con la sua prorompente energia fa dei suoi spettacoli una vera e propria seduta terapeutica di gruppo. Gli spagnoli Lapso Company, con uno spettacolo in cui il mondo dell’occulto riflette una società consumata dalle bugie e dalla manipolazione delle immagini – attraverso tre clown finiti all’inferno – sono tra le Compagnie Ufficiali presenti al festival. Presenteranno il loro spettacolo in anteprima per l’Italia, che sarà programmato stabilmente ogni giorno dal giovedì al sabato per ben cinque rappresentazioni quotidiane alla Sala Verde, spazio scenico all’interno del quattrocentesco chiostro di Santa Maria della Fontana.

Il programma dettagliato su www.milanoclownfestival.it

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]