Change.org, lettera di Vladimir al governo italiano: ‘sono gay ed in Russia rischio la vita’

gay-russi-300x210Una petizione arrivata alla soglia delle 10mila firme tramite change.org per salvare Vladimir, omosessuale russo, che chiede aiuto al presidente del Consiglio in Italia

Roma, 18 febbraio – Sono Vladimir, anche se questo non è il mio vero nome: ho paura di rivelare la mia vera identità. Una paura che mi porto dietro dopo varie forme di violenza che ho subito nel mio Paese, la Russia. Violenze e discriminazioni che hanno una sola ragione: sono gay. In Russia non si può essere gay ed essere liberi. Oggi si rischia anche la vita. C’è un doppio filo, quello delle leggi anti gay volute da Putin che di fatto mette al bando gli omosessuali e la mentalità diffusa dei russi che discrimina gli omosessuali. Ho dovuto cambiare quattro lavori, ogni volta mi hanno costretto a licenziarmi. Sono stato vittima di violente aggressioni da parte di gruppi organizzati, ormai presenti in tutta la Russia. Ne avete avuto una qualche notizia attraverso i terribili video postati su Internet. In Russia questi gruppi, molti neo nazisti danno la caccia ai gay e la polizia non fa praticamente nulla.ENDA-620x413  Continue Reading

Omofobia, sì della Camera ma senza il Pdl

omofobia-baci-gay-5-stelleLa legge si avvia al Senato, ma già alla Camera la maggioranza si spacca sugli emendamenti Verini e Gitti

Roma, 20 settembre – Con 228 voti a favore, 57 contrari e 108 astensioni via libera alla Camera per la legge sull’omofobia. La parola ora spetta al Senato ma la legge in prima battuta spacca la maggioranza: il provvedimento passa con il voto favorevole di Pd e Scelta civica, quello contrario del Pdl e l’astensione di Sel e grillini. L’emendamento, che estende ai reati fondati sull’omofobia o transfobia le aggravanti previste dalla legge Mancino, presentato da Walter Verini (Pd), fa saltare l’accordo Pd-Pdl. In particolare il secondo comma dell’emendamento a firma Verini, che estende ai reati di omofobia e transfobia le aggravanti gia’ previste dalla legge Mancino per i reati commessi per motivi di natura razziale o religiosa, passa con 354 si’ e 79 no, con Pd, Scelta civica, Sel e M5s a favore e Pdl e Lega contrari. Forte polemica anche per un  subemendamento presentato dal deputato di Scelta Civica Gregorio Gitti, che sancisce che non costituiscono discriminazione aggravata dall’omofobia, come prevede la legge Mancino,  le opinioni “assunte all’interno di organizzazioni che svolgono attivita’ di natura politica, sindacale, culturale, sanitaria, di istruzione ovvero di religione o di culto, relative all’attuazione dei principi e dei valori di rilevanza costituzionale che connotano tali organizzazioni”. Continue Reading

Mestre, corso contro omofobia a scuola

bambini-coppie-gayNessuna discriminazione per i figli di coppie gay in ambito scolastico con un corso di formazione promosso dall’assessorato alle Politiche educative

Roma, 13 settembre – Al via a Mestre Un corso di formazione dal titolo”Maestra, ma io ho due mamme! E io due papà”, per abbattere la possibile discriminazione verso i figli di coppie gay. Il problema nasce già dalla compilazione dei moduli scolastici dove per indicare i nomi dei genitori, viene indicato rispettivamente “padre” e “madre”. La notizia dell’avvio del corso arriva a distanza di qualche giorno dalla proposta di Camilla Seibezzi, delegata del sindaco per i diritti gay, che suggeriva di sostituire nei moduli comunali per l’iscrizione scolastica i termini “madre” e “padre” con il più inclusivo “genitore”, termine già usato da anni, ad esempio, nei libretti scolastici. Da qui la necessità di formare adeguatamente il personale scolastico allo scopo di cercare di turbare il meno possibile i bambini i cui genitori siano due donne o due uomini. “È la prima volta come Comune che proponiamo un corso del genere” spiega l’assessore Agostini “con l’obiettivo di combattere l’omofobia, che è come l’acqua per i pesci: tutti ne siamo immersi e non ce ne rendiamo conto”. Ma quante sono in città le famiglie composte da genitori dello stesso sesso? Un dato preciso non esiste, come spiegano dagli uffici comunali, ma è possibile stimare che siano alcune decine. Continue Reading

Una legge per i diritti delle coppie omosessuali: la richiesta di Mara Carfagna

carfagna-mara-campagna-omofobia-infophoto--324x230La portavoce del gruppo Pdl alla Camera dei deputati prende così posizione nell’ultimo post del suo blog e si dice preoccupata per la tenuta del governo

Roma, 22 luglio – Mara Carfagna non ha dubbi: “Non stancherò mai di ribadirlo: sono a favore di una legge che riconosca i diritti delle coppie omosessuali, cosi’ come ritengo indispensabile dotare il nostro Paese di una normativa efficace che colpisca in maniera severa e certa i reati di omofobia”. La portavoce del gruppo Pdl alla Camera dei deputati prende così posizione nell’ultimo post del suo blog. “Su queste battaglie- prosegue l’esponente del Pdl- sono e sarò sempre in prima linea. Non ho cambiato, ne’, tanto meno, ho intenzione di cambiare idea. E proprio per questo voterò a favore della legge contro l’omofobia. Nel corso delle settimane mi sono fatta promotrice di un tentativo di mediazione per garantire che il testo potesse avere in Aula il maggior sostegno possibile. Continue Reading

Al via esame di maturità 2013: il Miur detta le regole

esame di statoEsame di Stato: Al via domani per 491.491 studenti

Roma, 18 giugno – Saranno 491.491 gli studenti che domani, mercoledì 19 giugno, con la prima prova di italiano, inizieranno l’esame di Stato. Gli studenti interni sono 468.915, gli esterni 22.576. I candidati nelle scuole statali sono 441.287, nelle paritarie 50.204. In allegato al comunicato la tabella del numero dei candidati suddiviso per Regioni. Le commissioni, composte da tre membri esterni e tre interni, sono 12.244. Continue Reading

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]